Home Città a Tavola Yogayur: tempio del benessere all’ombra della Piramide

Yogayur: tempio del benessere all’ombra della Piramide

763
0
Yogayur

Yogayur è centro yoga, hammam, bistrot. Un’oasi di benessere e relax nel cuore del quartiere ostiense

Un piccolo tempio del benessere, dove la felicità psicofisica di chi entra, diventa la missione di chi accoglie.

Stiamo parlando di Yogayur, il centro yoga, hammam e bistrot all’ombra della Piramide, in v.Acerbi, nel quartiere Ostiense.

Il centro yoga nasce quattro anni fa per iniziativa di Federico Insabato, ex team manager ad altissimi livelli nella vela, che a un certo punto ha decisco di mollare la vita da lupo di mare per riprendersi un pò di spazio per se stesso e ora insegna, con successo, ai suoi allievi, a fare la stessa cosa.

Gli strumenti primari del suo lavoro sono lo yoga e la meditazione, che Federico studia da molti anni. Lo yoga e la filosofia che lo accompagna sono il cuore da cui nasce tutto il mondo Yogayur.

Nel centro di via Acerbi infatti, non ci si limita a proporre le pratiche dello yoga e della meditazione, per far immergere il cliente nel più totale relax.

Fuori il traffico dell’Ostiense, una delle strade più movimentate di Roma, dentro la piacevolezza ristoratrice del silenzio e di una melodia jazz di sottofondo.

Sin dal momento in cui si mette piede da Yogayur ci si rende conto di essere approdati in un’oasi salvifica, che ci terrà un pò al riparo dallo stress e dai ritmi infernali delle nostre vite. A tutto vantaggio del nostro benessere psicofisico.

yogayur

Si inizia ovviamente, con la pratica. Ma si fa presto a dire yoga, perchè le varietà di questa disciplina sono tante e varie. Si va dallo yoga più tradizonale allo yoga posturale,dallo yoga riscaldato (che si pratica in una stanza tenuta a una temperatura di minimo 32 gradi) , alle versioni più acrobatiche: lo yoga con l’amaca, con le sedie, o lo yoga aereo, al momento molto richiesto.

Se, dopo una intensa lezione di yoga, volete riprendervi dallo sforzo fisico e mentale e soprattutto proseguire ed approfondire il vostro benessere, non dovete fare altro che scendere un paio di ranpe di scale.

Nel piano basso di Yogayur infatti, vi attende un accogliente hammam. Qui, se non vi bastassero abluzioni e vapori benefici, avete a disposizione una serie di servizi per rimettervi ‘a nuovo’: dalla sala relax, che vi aspetta con tisane e semi, ai massaggi, agli scrub, tutti con prodotti rigorosamente naturali.

Natura, benessere, essenzialità, sorrisi: da Yogayur sono queste le parole d’ordine e si riflettono perfettamente anche nell’accoglienza e nella cucina del nuovo bistrot interno, che propone le creazioni vegane e vegetariane pensate dalla cuciniera green Cati Briganti.

Yogayur

Piatti colorati, essenziali e sani. Prodotti rigorosamente di stagione, a km 0, molti dei quali arrivati direttamente dall’orto di Cati, ragione per cui, se chiedete cosa c’è in menù, la risposta dipenderà da quello che avrà regalato l’orto, come natura vuole.

Cati Briganti si fa un vanto di essere alla continua ricerca della qualità, perchè è esattamente ciò che vuole proporre a chi arriva da Yogayur, per una colazione, un pranzo leggero o una merenda.

I suoi piatti sono buoni da mangiare e belli da vedere. Lei, d’altronde, prima di incontrare la passione per la cucina ha conosciuto quella per il restauro e la lavorazione del legno, e l’occhia d’artista si vede nella presentazione dei piatti.

Accostamenti che raccontano di una continua ricerca nell’unire nella stessa ricetta ciò che è buono con ciò che ci fa davvero bene.

Il bistrot è aperto durante tutta la giornata.

Le colazioni qui sono a base di tisane ayurvediche, succhi ed estratti di frutta o verdura preparati al momento, ma anche kefir, spirulina, pane e marmellata, yogurt, golden milk, bevande vegetali, muffin e sandwich.

Yogayur

Con la bella stagione un plus è sicuramente la possibilità di godersi la terrazza , perfetta per il pranzo o per l’aperitivo.

Per il pranzo in questa primavera, Cati potrà tentarvi utilizzando i migliori frutti della stagione. Zuppe, insalate, piatti a base di cereali integrali, uova fresche e una selezione di formaggi di latte crudo, senza dimenticare i fermentati, veri elisir per il nostro organismo.

Noi abbiamo assaggiato, tra l’altro, un delizioso riso con verze e berbere’,una frittata con fave patate erba pazza, chiudendo il pasto con una bella e buona ricamata con ricotta e limone, una deliziosa poletta di anacardi, e un goloso smoothie alla fragola.

Alcolici? Solo qualche etichetta di vini naturali, da yogayur si pasteggia con tisane e tè.

YogAyur Bistrot
Via Giuseppe Acerbi 38
Metro B – Piramide
+39 392 9417458 – 06 89346 021 – 
bistrot@yogayur.it
Aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22
Sabato e Domenica dalle 10 alle 22

Altre info:qui

Rispondi