vaccini in farmacia
Foto: Pexeles

Saranno i vaccini in farmacia a velocizzare il piano vaccinale in Italia? Staremo a vedere, perché da metà aprile questa possibilità sarà concreta. E, sulla carta, dovrebbe contribuire in maniera decisiva a raggiungere più velocemente una fascia più ampia di popolazione.

I vaccini in farmacia saranno somministrati non a tutti, ma solo ai soggetti non a rischio.

La possibilità della somministrazione nelle farmacie è stabilita in un accordo quadro che prevede anche stringenti norme per assicurare che l’operazione venga effettuata con tutte le garanzie di sicurezza del caso.

I vaccini saranno somministrati sotto supervisione (a distanza) di un medico. I vaccini in farmacia potranno essere somministrati solo a under 60 e comunque a soggetti che non abbiano particolari problemi di salute.

Anche la vaccinazione fatta in questo modo seguirà il calendario vaccinale previsto dalle singole regioni.

Le farmacie che potranno somministrare il vaccino anti covid devono garantire uno spazio idoneo all’operazione, anche eventualmente esterno, come ad esempio un gazebo. Tale spazio dovrà essere sempre e comunque distanziato e diviso dall’area dedicata all’attività di vendita.

Nello spazio idoneo dev’essere compresa anche una sala d’attesa. Una volta somministrato il vaccino infatti, il paziente rimarrà sotto osservazione per circa 15 minuti. Al fine di scongiurare e, nel caso, intervenire su eventuali reazioni.

Constatata la mancanza di reazioni, verrà programmato o data conferma dell’appuntamento per il richiamo.

I farmacisti saranno abilitati solo dopo aver seguito uno specifico percorso formativo. Già portato a termine da qualche migliaio di professionisti su tutto il territorio nazionale.

Le associazioni di categoria, come FederFarma hanno già annunciato un’ampia adesione al piano vaccinale. I farmacisti d’altronde, si considerano, a ragione ,un baluardo della medicina di prossimità. E in questi duri mesi pandemici hanno contribuito in modo importante alla battaglia contro il virus.

 Ad aprire la strada dei vaccini in farmacia sarà la Liguria, seguiranno le altre regioni. Nel Lazio la possibilità di vaccinarsi in farmacia dovrebbe iniziare dal prossimo 20 aprile.

Rispondi