claudia alivernini prima vaccinata covid italia

E’ finalmente arrivata la data che da mesi si aspettava. Il 27 dicembre 2020 è il V-day, ovvero il giorno in cui in tutti i paesi dell’Unione Europea arriva il vaccino anti-Covid.

Claudia Alivernini è la prima vaccinata italiana. 29 anni, di professione infermiera all’Ospedale Spallanzani ha ricevuto il vaccino anti-covid alle 7.20 di questa mattina. Con lei anche la virologa Maria Rosaria Capobianchi e l’operatore sanitario Omar Altobelli.

Tutti e tre lavorano da mesi nella primissima linea ovvero nella corsie e nei laboratori dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive.

L’infermiera Claudia Alivernini, prima vaccinata in Italia è ovviamente felice che sia arrivato questo giorno. E le sue parole ai giornalisti non possono che ripercorrere anche questi terribili mesi in trincea. E’ guardando quello che è successo negli ospedali, da dentro l’inferno, che è più comprensibile il senso di primo, flebile, sollievo che si può respirare da stamattina.

Racconta infatti Claudia Alivernini:

“Oggi ho fatto il vaccino anti-Covid con profondo orgoglio e con grande senso di responsabilità. E’ un piccolo gesto ma fondamentale per tutti noi. Oggi sono qui come cittadina ma sopratutto come infermiera. A rappresentare la mia categoria e tutti gli operatori sanitari che hanno scelto di credere nella scienza. Ho toccato con mano e visto con i miei occhi quanto sia difficile combattere questo virus, essendo stata in prima linea dall’inizio dell’emergenza. E’ stato doloroso assistere alle sconfitte che questo virus ha causato, ma oggi c’è la consapevolezza che è un giorno importante e decisivo. La scienza e la medicina sono l’unico mezzo, insieme al senso civico di ognuno di noi, che ci permetteranno di uscire vincitori da questa battaglia così dura”.

E poi un appello:

“Lo dico col cuore: vacciniamoci. Per noi, per i nostri cari e per la collettività”.

Rispondi