lavatrice
Credits: pexels

Organizzare il bucato è un’operazione necessaria, ma anche estremamente noiosa e stressante, soprattutto quando si è di fretta. Infatti, non sempre si presta la dovuta attenzione al bucato e la sua gestione passa inevitabilmente in secondo piano. Scopriamo insieme a Mondo Elettrodomestici come organizzare il bucato perfettamente, con programmi settimanali o giornalieri, a seconda dei propri impegni.

Come organizzare la zona lavanderia

Avere una routine per il bucato è importante, soprattutto se vi sono molte persone in casa, per evitare di ritrovarsi la cesta piena di panni sporchi e l’armadio con pochi abiti da indossare, per non parlare del cassetto degli asciugamani quasi vuoto. La prima cosa a cui prestare attenzione è la media di lavatrici fatte durante la settimana, così da capire come gestire al meglio il bucato, evitando di accumulare non solo il portabiancheria con capi sporchi ma anche la mole di lavoro che ci attende.

Occorre poi organizzare la zona lavanderia. In casa è importante avere una zona adibita alla lavanderia, con la lavatrice e tutto ciò che serve per il lavaggio e l’asciugatura, così da avere molto più spazio in bagno.


Per avere una lavanderia funzionale e ordinata, basta saper sfruttare al meglio ogni angolo. Il primo trucco è quello di adoperare lo spazio presente sulla lavatrice, magari ponendo degli scaffali o un mobiletto. All’interno del mobile o sulle mensole, potete selezionare tutti i prodotti che utilizzate sia per il lavaggio in lavatrice che per trattare preventivamente i capi, ad esempio quando sono presenti delle macchie che fanno fatica ad andare via. I prodotti possono essere collocati seguendo un ordine preciso, magari mettendo davanti i detersivi che utilizzate maggiormente e dietro quelli che, al contrario, utilizzate raramente.

Un altro trucco è quello di avere sempre la scorta di detersivi in lavanderia, qualora dovessero improvvisamente terminare: potete rimediare ponendoli sulla mensola più alta, per poi utilizzarli all’occorrenza.

Se lo spazio a disposizione è davvero troppo poco perché avete anche l’asciugatrice oltre alla lavatrice, la soluzione migliore è quella di installare i due elettrodomestici a colonna (l’asciugatrice sopra la lavatrice). Entrambi i macchinari hanno dimensioni standard, quindi basterebbe acquistarli della stessa larghezza e profondità. Qualora non fosse possibile posizionare l’asciugatrice sopra la lavatrice, si potrebbe sfruttare lo spazio tra questi due elettrodomestici con un carrello con ripiani stretto e alto e munito di rotelle, così da spostarlo facilmente da un lato all’altro e per caricare i detersivi.

Come organizzare il bucato separando colori e tessuti

A seconda dello spazio che avete a disposizione nella zona lavanderia, potete aggiungere diverse ceste, in cui separerete il bucato in base al colore. In questo modo, quando dovrete caricare la lavatrice, avrete già il bucato separato dal colore, così da non perdere ulteriore tempo.

Non basta, però, separare il bucato in base al colore, ma occorre farlo anche in base al tessuto, poiché non tutti i capi reggono gli stessi programmi di lavaggio: i delicati necessitano di lavaggi a basse temperature, mentre lenzuola e asciugamani in cotone possono essere lavati anche a 60°. Per questo motivo, la soluzione migliore sarebbe scegliere delle ceste dotate di almeno tre scomparti. Una cesta a parte dovrebbe essere presente per i capi da pretrattare, poiché vi aiuterà a non perdere tempo ad ispezionarli prima di inserirli in lavatrice.

Un’ottima idea per tutti i capi intimi o piccoli che possono disperdersi tra il bucato in lavatrice, o addirittura rovinarsi se i tessuti sono particolarmente delicati, è quella di riporti in un sacchetto retato, pensato specificamente per tenere al sicuro slip, calzini, reggiseni e molto altro. In alternativa al sacchetto, potete utilizzare anche la federa di cotone dei cuscini.

Rispondi