linfedema arti inferiori

Il linfedema degli arti inferiori è un problema fisico che colpisce circa una persona su venti nell’arco della vita.

Secondo le statistiche, solo in Italia si registrano circa 40000 casi l’anno, molti dei quali riguardano donne e sono legati alle cure per battere il tumore.

Anche se se ne parla poco quindi questa patologia condiziona la vita di molte persone e ne peggiora la qualità, dal punto di vista non solo fisico, ma anche psicologico e relazionale. Ma non bisogna allarmarsi, perché con i giusti trattamenti si può arrivare a un notevole miglioramento delle condizioni di partenza. Vediamo come.

Cause e sintomi

Ma quali sono le cause del linfedema degli arti inferiori o superiori, e come riconoscerlo?

Il linfedema è una malattia di carattere evolutivo che colpisce gli arti inferiori e superiori.  Consiste in un notevole rigonfiamento e irrigidimento degli arti, causato da un blocco del sistema linfatico.

Il linfedema può essere congenito, quindi dovuto a malformazioni, e può manifestarsi subito oppure essere tradivo, e uscire dopo i 35 anni.

Oppure, c’è l’ altro caso, quello della malattia che si riscontra a seguito di un trauma, di un’infezione o, spesso, in pazienti che hanno sottoposti a terapie oncologiche e operazioni chirurgiche per battere il tumore, come la mastectomia.

La prima cosa da fare, per rendersi conto se è il rigonfiamento riscontrato è effettivamente dovuto al linfedema, è sottoporsi a un esame specialistico che possa analizzare in modo approfondito lo stato del sistema linfatico dell’organismo, come la linfoscintigrafia. Uno strumento diagnostico non invasivo, e spesso anche in funzione preventiva nel follow up dei pazienti in cura per il tumore.

Se si scopre che quel gonfiore alla gamba è dovuto proprio a un linfedema degli arti inferiori, bisogna correre ai ripari, sapendo che oggi con il giusto trattamento è possibile, non solo convivere con la patologia, ma raggiungere grandi miglioramenti.

Trattamento a Roma del linfedema

Vediamo allora, come trattare in modo efficace questa patologia, e a chi rivolgersi su Roma.

Il linfedema degli arti inferiori o superiori è una patologia cronica, ma oggi con i trattamenti giusti è possibile convivere con una certa tranquillità e rendere la malattia meno condizionante sugli altri aspetti della nostra vita.

Il trattamento del linfedema degli arti inferiori consiste in cure fisioterapiche mirate, che vanno a dare sollievo al paziente affetto.

A Roma MH Fisio, centro specializzato in fisioterapia e osteoterapia propone a un trattamento operato da fisioterapisti sotto la supervisione di un medico linfologo che studia un protocollo per ogni paziente in base all’analisi personalizzata delle sue condizioni cliniche di partenza.

Il paziente è dunque monitorato e tutto il trattamento è ritagliato sulle sue specifiche esigenze anche perché la malattia colpisce in forme molto diverse che variano da organismo ad organismo.

Il lenfedema degli arti potrà essere trattato, a seconda dei casi, con il massaggio linfodrenante, il bendaggio, le onde d’urto, la pressoterapia, tutti operati da fisioterapisti specialisti esperti.

Al paziente vengono poi fornite tutte le informazioni relative alla patologia, e a come gestirla.

Con costanza e affidandosi a professionisti, si potranno avere miglioramenti e si potrà gestire meglio la convivenza con la malattia.

Rispondi