Site icon Tua City Mag

Tokyo 2020, chi è Benedetta Pilato, la ragazzina prodigio del nuoto azzurro

tokyo 2020 benedetta pilato

Benedetta Pilato

Un fenomeno. Giovanissima e già capace di strappare incredibili record mondiali ad avversarie più grandi e navigate. Benedetta Pilato è la bambina prodigio del nuoto azzurro pronta per far sognare i tifosi italiani a Tokyo 2020.

Per questa ragazzina di Taranto, che ha 16 anni, ma già fa sfracelli in vasca da almeno un paio di anni, il battesimo delle sue prime Olimpiadi è molto atteso e particolarmente carico di aspettative.

Benedetta Pilato la ragazzina che straccia record in vasca

“Le Olimpiadi? Non so cosa aspettarmi, non le ho mai vista nemmeno in tv”. Così Benedetta Pilato ha risposto all’indomani del record mondiale sui 50 mt rana, a chi le chiedeva le aspettative su Tokyo 2020.

E la risposta non deve stupire. Basti pensare che, all’epoca degli ultimi giochi olimpici, quelli di Rio, Benedetta Pilato aveva solo 11 anni e davvero non seguiva le gare nemmeno in tv.

Oggi invece, delle prossime Olimpiadi sarà sicura protagonista e tanti occhi saranno puntati su di lei.

Nell’edizione dei giochi che segnerà il ritiro dalle vasche della ‘divina’ Federica Pellegrini, il suo esordio sembra quasi rappresentare una staffetta.

Se sarà davvero così sarà il tempo a dircelo. Certo è che Benedetta Pilato è l’ultima azzurra ad aver infranto un record mondiale in vasca, l’ultimo prima di lei, lo aveva conquistato nel 2009 proprio la Pellegrini.

Vita da baby campionessa

La prima volta che Benedetta Pilato è stata buttata in piscina aveva  4 anni. I genitori, papà militare, mamma casalinga, avevano scelto per lei uno sport completo. A Benedetta la piscina non piaceva più di tanto.

L’amore è sbocciato quando è arrivato il suo coach, Vito D’Onghia, di lavoro impiegato di una asl, allenatore di nuoto per bambini per hobby.

L’ha seguita fin da bambina ed è tutt’ora il suo coach a cui Benedetta Pilato si affida ciecamente. Anche ora che è una nazionale azzurra, ha frantumato record mondiali ed è in procinto di esordire in una Olimpiade.

 Perché lei, tutte queste cose le sa, ma tra un allenamento e l’altro continua a fare la vita di una teenager, solo molto più piena.

La mattina la scuola, poi gli allenamenti, a sera i compiti, tre quattro volte a settimana la palestre, ogni tanto un uscita con gli amici. Riesce a farci entrare tutto questa ragazzina formidabile che stupisce non solo per le doti atletiche, ma anche per quelle mentali, tanto appare salda, determinata e tranquilla quando parla di sé.

Benedetta Pilato, la mascotte delle ragazze d’oro del nuoto italiano

Quel che è certo è che, anche se ancora non le ha mai nemmeno viste in tv a Tokyo 2020 Benedetta Pilato sarà osservata specialissima come tutto il resto della nazionale di nuoto, in particolare nella sua componente femminile.

Le ragazze del nuoto azzurro possono competere senza timore con le migliori del mondo e molte puntano alle medaglie. Questa squadra delle meraviglie sarà guidata ancora una volta dalla divina Federica Pellegrini che vorrà congedarsi da par suo nell’ultima competizione a cinque cerchi della sua straordinaria carriera.

Già carica di medaglie e titoli arriva a Tokyo 2020 Simona Quadarella pronta a conquistare anche gli allori olimpici, così come Margherita Panziera.

Dopo di loro, il nome più atteso è proprio quello di Benedetta Pilato che scenderà in vasca munita di talento cristallino ma anche della sana incoscienza e voglia di buttarsi tipica della sua età.

Quella che, di fatto, le fa rispettare tutte le avversarie ma non temerne nessuna. Perché la verità è che per la rana, lei è una delle atlete da battere.

Exit mobile version