IVA assorbenti

Dichiarato inammissibile l’emendamento al decreto fiscale che proponeva il taglio dell’IVA sugli assorbenti che rimane al 22%

Il problema dell’ IVA al 22% su beni di prima necessità che più della metà della popolazione è costretta ad aquistare, non è un problema di cui il legislatore italiano vuole farsi carico. Ci sono ben altre urgenze. uindi la Tampon Tax rimane a pesare come un macigno sulle spese delle donne (e delle famiglie) italiane.

Così questa, che è un’ urgenza per tutte le donne italiane, torna nel dimenticatoio dopo il nuovo tentativo di un gruppo di deputate di vari schieramenti, guidate da Laura Boldrini , di inserire il taglio dell’IVA sugli assorbenti nel decreto finanziario. Nelle intenzioni delle deputate l’IVa sugli assorbenti e altri prodotti igenici femminili sarebbe dovuta passare dall’attuale, insensato, 22%, a un più equo 10 %.

Ancora una volta però, niente da fare, l’emendamento presentato è stato ritenuto inammissibile e le donne italiane, una volta al mese, rimangono per il momento costrette a dissanguarsi anche nel portafogli (oltre che altrove).

Rispondi