Home #STASERAROMA Stasera a Roma 10 luglio

Stasera a Roma 10 luglio

142
0
cosa fare nel weekend a Roma

Cosa fare stasera a Roma 10 luglio? Come ogni giorno trovate consigli e dritti nella rubrica di TuaCityMag che vi guida nelle notti dell’Estate Romana

La quotidiana guida di TuaCityMag nelle lunghe notti dell’estate romana, fa per voi se vi state chiedendo: cosa fare stasera a Roma 10 luglio?

Stasera al Circo Massimo protagonista la Luna. A 50 anni dall’impresa dell’Apollo 11, dalle ore 20.30 alle 24.00, rivivrà la corsa alla Luna che culminò il 20 luglio 1969 con lo storico allunaggio nel Mare della Tranquillità. Il programma di “LunaL – Memorie di un satellite” prevede l’intervento di esponenti dell’INAF (Istituto nazionale di Astrofisica), Gaetano Telesio, Angelo Antonelli e Stefano Sandrelli, e del professore Marco Ciardi dell’Università di Bologna, Ettore Perozzi ricercatore dell’Asi (Agenzia Spaziale Italiana) e Tommaso Parrinello dell’Esa (European Space Agency). Per tutta la serata si potranno ammirare il sito dell’allunaggio e i panorami lunari con una osservazione collettiva della Luna proiettata su maxischermo e osservare il satellite terrestre con i telescopi posizionati sul prato, assistiti dagli astronomi e ricercatori dell’Inaf – Osservatorio Astronomico di Roma e dagli astronomi del Planetario di Roma Capitale, Gabriele Catanzaro, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi, Gianluca Masi. Per l’occasione in diversi momenti saranno anche letti testi di Plutarco, Galileo e Victor Hugo dedicate alle Memorie lunari.

Alle 19.30 in via Margutta concerto degli Ex-Otago, per la festa di IQOS, il prodotto smoke free ultimo ritrovato della tecnologia di Philip Morris International che celebra stasera con un grande evento la sua community, abbracciando idealmente 10 milioni di persone che in tutto il mondo hanno scelto IQUOS. La musica di Ex-Otago sarà protagonista dell’evento free entry.

Sul palco della Cavea dell’Auditorium stasera arrivano le note sofisticate della The Cinematic Orchestra, la creatura musicale di Jason Swinscoe, si è guadagnata negli anni uno status di assoluto culto mondiale.  Dalla magia dell’esordio “Motion” in poi, chiunque cercasse musica profonda, dove il jazz interagisce con l’elettronica in maniera quasi spirituale e meravigliosamente stilizzata, sapeva di trovare nelle tessiture orchestrali di Swinscoe un approdo perfetto. Dopo Every Day (2002) e soprattutto Ma Fleur (2007), la band ha da poco pubblicato il nuovo album To Believe e ritorna in tour con un organico d’eccezione: il sassofonista Tom Chant, l’esplosivo batterista Luke Flowers e le voci inimitabili di Heidi Vogel e Larry Brown. Tenetevi pronti per quella magia dove il jazz orchestrale e rarefatto si incontra e si fonde con rifrazioni cinematiche sofisticate e per nulla scontate.

La danza e la musica di qualità, con un occhio alle nuove proposte, sono protagoniste di India Estate dal 10 al 17 luglio negli spazi del Teatro India in collaborazione con il Teatro di Roma: un’unione d’intenti virtuosa che rinnova la funzione e il ruolo sul territorio di uno degli spazi più duttili della capitale.

Come ogni mewrcoledì inoltre, a partire dalle 22 Welcome 2 The Jungle cura il dj set gratuito.

Per il cinema sotto le stelle, a piazza San Cosimato alle 21, Piccolo Buddha di Bernardo Bertolucci, al Casale della Cervelletta, JR presenta VISAGES VILLAGES di Agnès Varda e JR (2017, 89 min) v.o. con sott.ita.
La regista belga Agnès Varda e l’artista urbano JR compiono un viaggio nel cuore della Francia rurale durante il quale vedono sorgere una amicizia dai tratti inusuali. Al porto turistico di Ostia invece, Pierfrencesco Favino ospite presenterà Matrimonio all’italiana di Vittorio De sica.

Al Talenti Cine Village, l’arena del Parco Talenti, stasera proiezione di Johnny English colpisce ancora di David Kerr.

Per Letture d’Estate, nei Giardini di Castel Sant’Angelo, stasera alle 21.30 Barbara Tomasino presenta Groupie, ragazze a perdere, (Odoya editore). A intervistare l’autrice sarà Andrea Di Consoli, letture a cura di Maria Castronovo e Dario Costa e interventi musicali di Stefano Scarfone Luca Carocci.

Alla Casa Internazionale delle Donne, per la rassegna estiva La Casa (s)piazza, stasera un incontro sulla Libia. Si tratta della seconda di quattro serate nel giardino della Casa intitolate “Afrointersezioni”. Le “Afrointersezioni” sono connessioni interculturali già esistenti o possibili per promuovere una società transnazionale e decolonizzata, con uno sguardo femminista e antirazzista sul mondo che costruisca una nuova immagine dell’Africa e degli altri continenti. Proiezione del documentario “My home in Libya” di Martina Melilli. Seguirà un incontro con la regista, le giornaliste Annalisa Camilli e Francesca Mannocchi e la scrittrice Igiaba Scego. L’incontro sarà l’occasione per parlare del colonialismo italiano in Libia, che fa parte del grande rimosso nazionale. Ma sarà anche un’opportunità per parlare del presente della guerra in Libia, delle migliaia di persone in fuga da conflitti, dittature e carestie che sono detenute nei campi di concentramento nel paese africano o che da lì s’imbarcano per tentare di raggiungere le nostre coste e infine delle scellerate politiche dei “porti chiusi” messe in atto dal governo italiano.


Rispondi