vpn

I server virtuali sono dei servizi digitali che si stanno diffondendo sempre più e che riscontrano alti livelli di gradimento, in quest’articolo spiegheremo che cosa sono e quali sono i vantaggi che sanno garantire.

Soluzioni server: le alternative più classiche

Bisogna anzitutto premettere che i server virtuali sono una soluzione molto evoluta per chi desidera procurarsi uno spazio server, un servizio che va sicuramente ben oltre il classico pacchetto hosting.

Ricorrere ad un hosting esterno e ciò che si fa comunemente quando ci si vuol procurare uno spazio server, e ciò assicura diversi vantaggi quali una grande convenienza economica e l’esonero da qualsiasi incombenza tecnica, essendo il servizio totalmente esternalizzato.

Può tuttavia accadere che un’azienda, un’amministrazione pubblica o qualsiasi altra realtà non si accontenti di un pacchetto hosting tradizionale, avendo delle esigenze di molto superiori alla media; si pensi, ad esempio, ad una società che gestisce portali di grande blasone che ogni giorno accolgono le visite di altissime quantità di navigatori.

In questi casi è frequente che si ricorra ad un server di proprietà, ovvero un’infrastruttura fisica da collocare nei propri locali, soluzione che ha sicuramente una potenza elevatissima ma che ha dei “contro” non trascurabili quali il notevole costo di acquisto, gli alti costi di gestione, la necessità di disporre di professionisti preparati per interventi manutentivi e riparativi e anche un impiego poco efficiente delle risorse.

Proprio per questo motivo, negli ultimi anni i provider si sono molto impegnati per offrire ai clienti delle soluzioni in grado di garantire performance di altissimo profilo e, al contempo, la comodità di un servizio esternalizzato, e tra queste il server virtuale è senz’altro una delle più interessanti.

Le principali caratteristiche dei server virtuali

In termini di performance, i server virtuali sono assolutamente paragonabili a un server fisico di proprietà, con la differenza che, appunto, essi sono collocati nei data center del provider proprio come avviene per l’hosting tradizionale.

Il grande valore aggiunto di questi prodotti corrisponde alla cosiddetta “virtualizzazione”, un sistema tramite cui il server virtuale condivide le proprie risorse hardware con altri server virtuali pur avendo una propria RAM, un proprio disco, una propria CPU e quant’altro contraddistingua un server a sé stante.

All’atto pratico, la virtualizzazione riesce ad assicurare performance di alto livello ottimizzando al meglio le risorse ed evitando gli sprechi che, come detto, sono assai frequenti nei server fisici di proprietà.

In termini di efficienza, dunque, il server virtuale è una soluzione che non ha eguali: il cliente si assicura performance eccellenti spendendo solo per quanto effettivamente consumato, senza dispersioni.

Come si può inoltre notare visitando la pagina dedicata a questo tipo di prodotti del sito Internet di una società specializzata come Flamenetworks, i server virtuali si prestano ad innumerevoli personalizzazioni, e questo è un ulteriore punto di forza che merita di essere sottolineato, una caratteristica che accentua ulteriormente la grande efficienza di queste soluzioni server.

Rispondi