scuola volontè

La Scuola Volonté, inaugurata il 17 novembre 2011 e considerata oggi tra i principali poli formativi italiani dedicati alle professioni del cinema, compie dieci anni di attività. Un traguardo cui sono dedicati una serie di appuntamenti, in programma a Roma dal 13 novembre al 6 dicembre 2021, con incontri, dibattiti, proiezioni e omaggi, dei quali sarà protagonista soprattutto la comunità di docenti e studenti, in corso e diplomati, della Scuola Volontè.

Le iniziative del decennale si apriranno sabato 13 novembre dalle 11 alle 13 presso il Cinema Nuovo Sacher (Largo Ascianghi, 1), con l’appuntamento dal titolo I dieci anni della Scuola Volonté. Partecipano Claudio Di Berardino (Assessore al Lavoro e ai Nuovi Diritti, alla Formazione e alla Scuola della Regione Lazio), Massimiliano Smeriglio (Deputato al Parlamento Europeo e relatore del programma Europa Creativa 2021/27), Luigi Pomponio (Presidente di LAZIOcrea SpA, ente attuatore del triennio formativo 2019/22), Daniele Vicari (direttore artistico).

Vi saranno inoltre le testimonianze di allievi e allieve diplomati presso la Scuola, tra cui quella del produttore Alessandro Amato, dell’attrice Lia Grieco e dell’attore Gabriel Montesi.

I corti degli studenti in rassegna

Dal 16 al 19 novembre presso SCENA, il nuovo spazio a Trastevere (in Via Degli Orti di Alibert, 1) recentemente inaugurato dalla Regione Lazio, sarà ci sarà una rassegna dei cortometraggi e dei lungometraggi realizzati, nei dieci anni di attività, da allievi e allieve della Scuola Volonté.

Martedì 16 novembre alle ore 18, saranno proiettati i corti L’uomo dalla sciarpa bianca (2013), regia di David Ambrosini, Per una notte (2013), regia di Marco Donat Cattin, Tanabata (2013), regia di Riccardo Bolo.

Mercoledì 17 novembre alle 18, sarà il turno dei corti Ritmo (2015), regia di Giulio Ortolani; Just a Change (2015), regia di Andrea Valentina Brunetti; Trompe l’oeil (2015), regia di Giulia Tata, mentre alle 19.30 sarà proiettato il mediometraggio Uno nessuno (2015) regia di Paolo Giovannucci, Imogen Kusch, Daniele Vicari, nato da un laboratorio con gli allievi e le allieve di recitazione del biennio 2013/15, già presentato ad Alice nella città, sezione autonoma della Festa del Cinema di Roma. 

Giovedì 18 novembre alle 18, sono in programma i corti Caffé corrotto (2018), regia di Sabrina Podda; Alma (2018), regia di Marcello Caporiccio; Uomo di vetro (2018), regia di Francesco Di Nuzzo, mentre alle 19.30 verrà proiettato il mediometraggio La mia storia si perde e si confonde (2018), regia di Daniele Gaglianone e Imogen Kusch, basato su un laboratorio con gli allievi e le allieve di recitazione del triennio 2016/19, già presentato al Rome Indipendent Film Festival.

Venerdì 19 novembre alle 18, i titoli dei corti che verranno proiettati sono Sette metri e mezzo (2020), regia di Lorenzo Nuccio; Domani si vedrà (2020), regia di Lorenzo Vitrone; Grigio cenere (2020), regia di Anna Coccoli; a seguire, alle 19.30, sarà possibile vedere sullo schermo L’ultimo piano (2019), regia di G. Cacchioni, M. Caporiccio, E. A. Carchedi, F. Di Nuzzo, F. F. Ferrari, L. Iacoella, G. Lapenna, G. Pinocchio, S. Podda, il film lungometraggio nato dal lavoro collettivo degli allievi e delle allieve del triennio 2016/19, presentato al Torino Film Festival e disponibile sulla piattaforma RaiPlay.

Tutte le proiezioni saranno introdotte dagli autori, dagli interpreti e dalle troupe che hanno preso parte ai film.

Open day e celebrazioni per la scuola Volontè: un mese di festa per il cinema romano

Sabato 20 novembre dalle 10 alle 13 è previsto l’Open Day presso la sede della Volonté nel quartiere Magliana (Via Greve, 61): docenti e coordinatori degli undici indirizzi professionali offerti dal percorso formativo accoglieranno i giovani interessati a formarsi nelle professioni del cinema e ne illustreranno le principali caratteristiche.

Lunedì 22 novembre alle ore 18 presso il cinema Farnese Arthouse (Piazza Campo de’ Fiori, 56) è previsto l’Omaggio a Ettore Scola, tra i fondatori della Volonté. Sarà proiettato il suo ultimo film Che strano chiamarsi Federico (2013) di cui sono protagonisti alcuni allievi del corso di Recitazione della Scuola, che presenteranno l’opera e racconteranno la loro esperienza. Interverranno anche Paola e Silvia Scola.

Sabato 27 novembre dalle 10.30 alle 17 presso SCENA (Via degli Orti D’Alibert, 1), sarà organizzata una giornata di studi dal titolo: Insegnare le professioni del cinema, con i rappresentanti delle scuole di cinema italiane e delle associazioni professionali del settore.

L’incontro che si terrà vuole approfondire in particolare le sfide poste alla progettazione dei percorsi di apprendimento dai rapidi cambiamenti che hanno caratterizzato negli ultimi anni il mondo dell’audiovisivo. La rivoluzione digitale e il moltiplicarsi dei modelli di produzione e distribuzione hanno disegnato nuove figure professionali o modificato le competenze richieste alle professioni più consolidate, con riflessi sulle forme e sui linguaggi audiovisivi. L’obiettivo dell’appuntamento è aprire su tali temi un primo confronto tra realtà formative diverse, con il contributo delle rappresentanze del mondo professionale che sta attraversando il cambiamento.

Tra il 29 novembre e il 4 dicembre 2021, immagini della Scuola Volonté saranno esposte nella mostra, a cura della Regione Lazio, allestita nel Padiglione Italiano di Dubai Expo.

Infine, il 6 dicembre presso la Casa del Cinema di Roma (Largo Marcello Mastroianni, 1) gli appuntamenti del decennale della Scuola si concluderanno con un Omaggio a Gian Maria Volonté, nella data che segna la ricorrenza della sua scomparsa, il 6 dicembre 1994, sul set di Lo sguardo di Ulisse di Theo Angelopoulos. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Associazione Quasar e il Festival “La valigia dell’attore”. Alle 16.30 sarà proiettato il film Un uomo da bruciare di Valentino Orsini, Paolo e Vittorio Taviani, in cui Volonté interpreta il suo primo ruolo da protagonista. In programma, a seguire, Il campo magnetico dell’attore, video-testimonianza dell’ultima giornata del Valigialab 2015, laboratorio di alta formazione sulle tecniche di recitazione condotto da Fabrizio Gifuni, cui hanno preso parte attori e attrici in formazione del biennio 2013/15 della Volonté. Interverranno Giovanna Gravina Volonté, fondatrice e direttrice artistica del festival “La valigia dell’attore”, Fabrizio Gifuni, gli allievi e le allieve del laboratorio.

Rispondi