sanremo lorena cesarini

E’ la meno conosciuta al grande pubblico tra le cinque co-conduttrici scelte da Amadeus per affiancarlo nelle cinque serata del Festival di Sanremo. Ma Lorena Cesarini, sarà sicuramente una bella sorpresa per molti.

A vantaggio di chi ancora non conosce la giovane attrice lanciata dalla serie Netflix Subburra, vi raccontiamo qui qualcosa in più su di lei.

Chi è Lorena Cesarini, dall’Archivio di Stato a Sanremo

Nata a Dakar 35 anni fa da madre senegalese e padre romano, Lorena Cesarini arriva nella capitale alla tenerissima età di due mesi. Il legame con la città è molto forte, tanto che lei stessa si definisce ‘romana di Roma’ e racconta di un passato da tifosissima della Roma che non si perdeva una partita dei giallorossi né in casa né in trasferta.

La sua vita sembra in realtà già un film. Perso il papà a soli 12 anni, Lorena cresce con la madre e si appassiona allo studio, tanto da definirsi ‘bibliofila’. Si laurea in storia contemporanea con 110 e finisce a lavorare all’archivio di stato, con sua grande gioia.

Nel frattempo nella sua vita però hanno già fatto capolino altri mondi. Al cinema ci arriva per caso. La nota un addetto ai casting della Fandango, mentre passeggia per strada. La avvicina e le chiede se le interessa fare un provino.

A digiuno di recitazione, Lorena ci prova e finisce sul set di Arance e Martello, il film di Diego Bianchi in arte Zoro. Nel frattempo inizia anche a lavorare nel mondo della moda facendo la modella.

Insomma, la sua vita è piena, ricca e varia. Ormai ha scelto: tra gli adorati libri e il cinema, è il secondo a vincere.

E la sua occasione di farsi davvero conoscere arriva di lì a poco. Con il ruolo di Isabelle in Suburra, la serie seguitissima serie Netflix ambientata nella criminalità romana, si è fatta conoscere a un grande pubblico ed è riuscita nell’impresa di far innamorare di sé uno dei personaggi più spietati prodotti negli ultimi anni nel mondo delle serie tv italiane, ovvero l’Aureliano di Alessandro Borghi.

Ora ha la sua occasione per farsi conoscere dal grande pubblico che segue il Festival di Sanremo.

Amadeus ha detto di averla scelta perché rappresenta una giovane attrice brillante e di talento.

L’ha chiamata il giorno di Capodanno e lei ha accettato senza pensarci due volte.

L’emozione del debutto sul palco dell’Ariston però è tanta, ed è visibile anche nella conferenza stampa che lancia la seconda serata del festival, quella di cui lei è la protagonista femminile.

Se le si chiede di cosa ha paura, risponde: “Di deludere le aspettative e la fiducia di Amadeus”.

Lorena sente anche molto e rivendica con convinzione il suo essere ‘la prima donna nera a condurre Sanremo’ un primato di cui è orgogliosa e che tiene a sottolineare.

Rispondi