Home Caput Mundi ROMAFRICA FESTIVAL: L’ENERGIA DELL’AFRICA NEL SEGNO DI MANDELA

ROMAFRICA FESTIVAL: L’ENERGIA DELL’AFRICA NEL SEGNO DI MANDELA

323
0
Torna RomAfrica Festival. I colori, la creatività e l’energia dell’ Africa nel film festival da domani nella capitale
NEL SEGNO DI MANDELA

Sarà, quello che inizia domani, un RomAfrica  Festival (Raff) nel segno dell’energia e della vitalità che sa esprimere il continente e nel segno di Nelson Mandela. 

Proprio all’eroe sudafricano della lotta all’apartheid, che questo 18 luglio avrebbe compiuto cento anni, sarà dedicata la giornata di apertura (ospitata al Wegil di Trastevere) del Festival.

In programma la proiezione del film Atto di difesa uscito nelle sale internazionali pochi mesi fa. Il film racconta i fatti legati al processo di Rivonia che videro la pronuncia del celebre discorso di Mandela “I’m ready to die” (Sono pronto a morire).

“La scelta di dedicare l’apertura del festival a Mandela è stata un naturale riconoscimento a una figura che ha dato tanto al suo paese e al mondo intero. Senza Mandela oggi il mondo sarebbe stato peggiore – dicono i promotori del festival. “Il Raff – aggiungono – è stato inoltre riconosciuto come evento internazionale ufficiale di commemorazione dalla Nelson Mandela Foundation e la giornata inaugurale sarà organizzata insieme all’Ambasciata del Sudafrica in Italia.”

 

L’ENERGIA DELL’AFRICA

La  forza che ha sostenuto Mandela nella sua battaglia, si sposa con il tema scelto per questa quarta edizione del RomAfrica Festival, “Energia pura”.

L’energia nella sua accezione più ampia: l’energia di donne che si muovono in contesti difficili, come nel film ‘Era meglio domani’ o nel film ‘La Bella e le bestie’. E l’energia di chi vive e si impegna a modificare il presente con la sola forza dell’arte e della condivisione, come nel documentario ‘Burkinabè Rising’. L’energia dei giovani, che verrà fuori sia attraverso una selezione di corti, lungometraggi e documentari realizzati da giovani africani sia attraverso una vetrina dedicata a giovani italiani appartenenti alla seconda generazione di origine africana.

 Per gli autori dei corti realizzati da italiani di seconda generazione e giudicati migliori ci sarà un riconoscimento speciale messo a disposizione dalla Rai, che anche quest’anno sosterrà il RomAfrica Festival.

IL PROGRAMMA

 

Dopo la giornata inaugurale ( su invito) del 18 luglio, dal 19 al 22 luglio il RomAfrica  Festival si sposterà alla Casa del Cinema a Villa Borghese dove l’ingresso sarà libero fino a esaurimento posti.

Saranno presentati film di recente produzione in anteprima o inediti in Italia, grazie anche al contributo di partnership con il Festival Panafricain du Cinéma et de la Télévision de Ouagadougou (Fespaco) e con il Luxor African Film Festival.

 Prevista inoltre la presenza di registi e attori. Tra le presenze confermate quella di Giuliana De Sio, protagonista del film ‘Il console italiano’ e di Mariam Al Ferjani, attrice protagonista del film tunisino ‘La Bella e le bestie’ – presentato in anteprima al Raff – storia di una donna costretta a combattere per i suoi diritti e la sua dignità.

Il programma completo potete trovarlo qui.

Rispondi