roma bar show

Tutto pronto per il Roma Bar Show al Palazzo dei Congressi all’EUR.

Lunedì 30 e martedì 31 maggio dalle ore 12:00 alle ore 21:00 la seconda edizione del progetto nato da Andrea FofiGiuseppe GalloFabio Bacchi e i fondatori del The Jerry Thomas Project, dall’esigenza del trade, delle aziende e degli addetti ai lavori, di ritrovarsi e confrontarsi in un evento italiano di profilo internazionale con lo scopo di elevare le attività della spirit industry e della mixology in Italia.

Forte dei numeri della sua prima edizione – oltre 150 le aziende partecipanti e quasi 10.000 presenze in due giorni, dopo una lunga attesa durata oltre due anni la direzione artistica e tutto lo staff del Roma Bar Show tornano con questa manifestazione che vuole essere a sostegno di un comparto, quello del beverage e dell’hospitality, che più di altri ha sofferto questo periodo di crisi e incertezza.

Il programma completo al link ufficiale https://romabarshow.com/

Conferenze, masterclass, talk, eventi: due giorni dedicati al mondo del beverage

Anche la seconda edizione del Roma Bar Show prevede un fitto programma di attività con conferenzemasterclass e talkeventi collaterali e fuori salone dedicati al trade e al consumer che coinvolgerà i visitatori e l’intera città di Roma per tutta la durata della manifestazione. Professionisti del settore e ospiti internazionali interverranno per condividere le loro esperienze e conoscenze su trend e novità del settore.

 Roma Bar Show 2022 non sarà soltanto uno spazio espositivo, ma anche e sopratutto un palcoscenico dove vivere da protagonisti nuove esperienze attraverso la storia dei brand partecipanti.

Diverse le aree tematiche che arricchiranno questa nuova edizione della manifestazione, ma non solo. Durante la due-giorni si terranno infatti la finale mondiale di Art of Italicus e la finale della Diageo World Class, mentre numerosi saranno gli appuntamenti del Fuori Salone, le iniziative organizzate oltre gli orari della fiera che saranno ospitati in vari luoghi della Capitale, dai cocktail bar agli hotel.

Confermata, dopo il grande successo della prima edizione, la zona dedicata ai mezcal e alle tequila e non solo nel Mexico Village, mentre si annunciano di grande successo le novità del Coffee Village, per scoprire il mondo dei roaster e dei piccoli produttori artigianali e quella di Piazza Italia, con protagonisti i prodotti di eccellenza italiani, dagli storici marchi di liquoristica italiana ai nuovi, piccoli produttori di qualità. Sarà infatti l’artigianalità italiana al centro del Roma Bar Show, con prodotti provenienti da piccole distillerie e medie imprese, dai distillati alla birra, passando per i sempre crescenti whisky italiani, non più una novità da qualche anno. Non da meno sarà l’offerta gastronomica, con i consueti food-truck dedicati a ogni tipo di gusto e palato.

Le star della mixology al Roma Bar Show

Autentiche star del settore animeranno il Roma Bar Show 2022. Da Jeff Berry a Monica Berg che si soffermerà su sostenibilità e stagionalità delle materie prime nel bar, dai classici cocktail americani raccontati da Jeffrey Morgenthaler e Robert Simonson a Claire Warner e Roberta Mariani.

Ma anche Anistatia Miller e Jared Brown; Marian Beke che tratterà le sue stesse creazioni che lo hanno reso una celebrità nel mondo. Erik Lorincz terrà lezione all’Academy al motto di Less is more. A Roma saranno protagonisti Simone Caporale, Salvatore CalabreseGiacomo Giannotti, Valentino Longo Antonio Parlapiano, che tratterà dei twist on classic, le rivisitazioni dei classici, ma anche Daniele Gentili Simone Onorati, che racconterà l’uso del rotavapor. Non solo cocktail al Roma Bar Show: focus anche sul food pairing con l’incontro tra un bartender – Marc Alvarez e uno chef – Albert Adrià. Gli incontri che si terranno sul main stage del Palazzo dei Congressi saranno introdotti e moderati da due presentatori d’eccezione: Stefano Nincevich e Patrick Pistolesi.

Rispondi