Home Interviste RAP: “NOI, CON I NOSTRI AMORI SFIGATI, SIAMO I PIU’ FIGHI”

RAP: “NOI, CON I NOSTRI AMORI SFIGATI, SIAMO I PIU’ FIGHI”

4038
0

“I single sono ancora oggi considerati degli ‘sfigati’. In Italia, l’ unico amore possibile sembra essere l’ amore coniugale. Così abbiamo pensato di riderci un po’ su con ‘Amori Sfigati’. Ormai siamo un esercito: quasi 180000 persone seguono la pagina facebook” Un esercito guidato da lei, Chiara Rapaccini: artista, scrittrice, illustratrice italiana, conosciutissima anche sul web,proprio grazie alle esilaranti vignette che raccontano le complicazioni dell’ amore al tempo dei social. Le racconta, in un incontro della serie ‘Creative Mornings’ al Maxxi di Roma, insieme a tanto altro, in una mattinata dedicata ai tabù e alla ribellione. Perché, dice l’ artista, anche essere single in Italia rimane in un certo senso un tabù.

“Vi faccio un esempio: qualche giorno fa ero al sud, nella bellissima Trani, a presentare il mio libro.”, racconta la Rapaccini “Un signore mi ha detto: ‘il problema è che oggi voi donne siete troppo aggressive, è naturale che poi finisce che restate ‘single’’. E ha pronunciato la parola ‘single’ come la peggiore delle offese. Il problema è che qui in Italia siamo immersi in un familismo amorale. L’ unico modello socialmente accettato è ancora quello della famigliola sul divano Ikea con il cane, il gatto e due figli. Un modello del tutto falso e anti sociale, un modello che chiude le persone rispetto alla società, un modello di vita in difesa, non di vita aperta e accogliente. E così gli ‘sfigati’ sono i single.” Una mentalità dura a morire su cui però, ‘Rap’, ci aiuta a sorridere, partendo appunto dalla considerazione che la ‘singletudine’ rimane un ‘marchio’.

“Non c’ è niente da fare: anche la femminista più convinta, quando arriva la ‘Proposta’, non resiste alla tentazione di andare in giro a far vedere a tutti e a vantarsi dell’ ‘Anello’. Lo ammetto, l’ ho fatto anch’io.

Ci sentiamo tutte come Brooke di Beautiful, aspettiamo il momento in cui lo troveremo nel bicchiere di cristallo. Ma le donne invece non dovrebbero aver paura di rimanere single anzi, dovrebbero vivere a fondo questa condizione, imparando il poliamore, che è cosa che gli uomini italiani, single e coniugati, praticano regolarmente.”

Eh già, uomini e donne, protagonisti delle vignette ‘sfigate’ a cui la matita della Rapaccini non fa alcuno sconto.

“I miei maschi e le mie femmine, semplicemente, non capiscono niente! Le femmine sono sempre richiedenti, sempre lì a chiedere ‘mi ami?’, ad aspettare che qualcuno ‘se le pigli’. I maschi invece, hanno mille formule per tirarsi indietro, non per dire un ‘No’ definitivo e prendere posizione, non sia mai, piuttosto trovano mille formule per prendere tempo.”

E d’altronde, oggi le relazioni tra i sessi sembrano diventare sempre più complicate: in teoria aumentano le possibilità di incontro e conoscenza anche grazie alla tecnologia. In pratica però, non è tutto oro quello che luccica.

“L’ amore oggi è veramente complicato, ormai molto più che liquido, l’ amore oggi è Tinder!”, spiega la Rapaccini, citando una delle app più usate per il dating e sua grande fonte di ispirazione “Io ci sono entrata in questo mondo meraviglioso, e ci ho mandato tutte le mie amiche: è veramente un posto fighissimo e ho trovato mille spunti per i miei amori sfigati. Ma non c’è solo Tinder, citerei anche, per esempio, WhatsApp. Una delle vignette più condivise è quella in cui lei chiede: “Mi ami?” E dall’ altra parte compare la doppia spunta blu. E basta. E quando succede nella realtà, ve lo assicuro, è una cosa tremenda, veramente ti vuoi ammazzare! ”

Ma quelle di ‘Amori Sfigati’ non sono storie che nascono solo dal mondo degli amori online:

“Molti spunti e ispirazioni mi vengono dati anche dalle persone che seguono la pagina Facebook: molte donne, per esempio, mi segnalano che l’ uomo, oggi, è anche diventato tirchio! Io vengo da una generazione in cui la prima pizza la pagava sempre lui, invece ora noi donne, se usciamo con un uomo, siamo pronte a dire: ‘che, facciamo a metà?’ e il bello è che, sempre più spesso, lui risponde: ‘Sì!’. Questi racconti di vita vissuta mi hanno ispirato una vignetta in cui lei chiede. ‘Andiamo a cena?’ e lui risponde: ‘Ce li hai i soldi?’”.

Ma, secondo la Rapaccini, “Amori Sfigati è anche un po’ una terapia: considerando che tutti quelli che seguono quella pagina sono, in un certo senso, effettivamente e orgogliosamente ‘sfigati’. E dunque, ci si ride su insieme, siamo tanti e attivi e molti contribuiscono davvero alla creazione di nuove vignette. Qualcuno pensa che dietro quella pagina ci sia una redazione di sei o sette brillanti ventenni, invece la creatrice sono io, una vecchia signora, e gli ‘sfigati’ che mi seguono.”

Un pubblico attivo, autoironico e, a quanto pare coeso: “Una volta una ragazza mi ha scritto:’ Io sono felicemente fidanzata, ma metterò il ‘like’ e seguirò la pagina. Posso anche se sono accoppiata?’ Le ho risposto: ‘No!’. Insomma, c’è una certa selezione perché questo fa figo, e noi ‘sfigati’, alla fine, siamo quelli veramente più fighi!”

Amori Sfigati la trovate qui: https://www.facebook.com/amorisfigati/?hc_ref=SEARCH&fref=nf

Rispondi