raoul bova giampaolo morelli cip e ciop
©Tua City Mag

La coppia di scoiattoli più amata dei cartoon torna dal 20 maggio su Disney+ con una nuova avventura: Cip e Ciop agenti speciali, che farà divertire grandi e piccini.

A prestare la voce ai due simpatici roditori, nella versione italiana del film, sono Raoul Bova e Giampaolo Morelli. Nel cast voci anche Francesca Chillemi (Scheggia) e Jonis Bashir.

Un’ esperienza, quella del doppiaggio, per loro non inedita, che hanno ampiamente raccontato in occasione della prima romana del film.

Cip e Ciop agenti speciali è una simpatica action comedy che mischia animazione, CGI e live action.

Per i due protagonisti sono lontani i giorni di gloria da star del cinema, li ritroviamo che le loro strade si sono separate, ma basterà la richiesta d’aiuto di un amico per rimettere insieme la formidabile coppia pronta a risolvere l’ennesimo, intricato, caso.

Raoul Bova e Giampaolo Morelli: “Dare voce a Cip e Ciop è stato molto divertente”

Racconta Raoul Bova, che nel film è la voce italiana di Cip: “Mi sono trovato molto bene in questo particolarissimo lavoro di doppiaggio. Ero preoccupato quando me l’hanno proposto perché pensavo di dover usare un’intonazione un po’ più alta e parlare velocissimo, invece seguendo il direttore del doppiaggio è andata benissimo. Anzi, io che in genere sono lento a parlare, mi sembra di aver assorbito anche un maggior ritmo”.

Una delle frasi più citate del film è quella del suo personaggio, Cip, che dice: “Il rischio più grande è quello di non rischiare”, cosa ne pensa Raoul Bova?

“Credo che abbia proprio ragione. Chi non rischia rimane fermo, rimane statico, lì dov’è. Credo che il rischio sia un elemento implicito nella vita, e non parliamo solo di lavoro. Rischio vuol dire soprattutto andare al di là delle cose che si conoscono. Senza il rischio non c’è scoperta e quindi non si cresce”.

Che rapporto ha con i classici Disney?

“Posso dire di avere una passione per i film Disney. Ho iniziato a guardarli con i primi due figli che oggi hanno più di venti anni e ora, ricomincio il giro con le mie figlie più piccole. La cosa che mi stupisce è che, ogni volta che si guardano, esce fuori qualcosa che non si era notato prima.

Non invecchiano mai. Sono prodotti fatti benissimo e che contengono messaggi importanti, dietro c’è anche uno studio sociologico e si vede. Sono molto stimolanti, sempre storie e temi importanti: la vita, la morte, il sogno, il rapporto con i genitori, con gli altri. Doppiare questo film di Cip e Ciop, in cui incontriamo anche tanti altri personaggi conosciuti è stato come stare a Disneyland: molto divertente”.

  • raoul bova giampaolo morelli cip e ciop
  • raoul bova giampaolo morelli cip e ciop
  •  cip e ciop
  • raoul bova giampaolo morelli cip e ciop
  • raoul bova giampaolo morelli cip e ciop
  • raoul bova giampaolo morelli cip e ciop
  • raoul bova giampaolo morelli cip e ciop

Film per tutta la famiglia

Anche per Giampaolo Morelli, dare voce all’altra metà della coppia Cip e Ciop è stata innanzitutto un’esperienza divertente. Racconta l’attore:

“La cosa che ho trovato più bella in questo film per me, sono stati i tanti riferimenti al cinema degli anni ’80 e ’90, è stata una bellissima occasione, anche se solo con la voce, per immergermi in quel mondo lì.”

Che rapporto ha con il mondo Disney?

“I cartoni animati Disney hanno il grande potere di riunire tutta la famiglia. Riescono a mettere d’accordo e coinvolgere diverse generazioni. Quando i miei figli litigano per cosa vedere in televisione, mettiamo un Disney e ritorna la pace”.

Il film a cui è più legato Giampaolo Morelli?

“Sicuramente la Spada nella Roccia: l’ho amato tantissimo e ancora oggi quando lo vedo mi diverto e mi emoziono. Sono contento di essere entrato sia con Rapunzel che con Cip e Ciop nel mondo Disney, è un po’ entrare nella storia del cinema”.

Rispondi