Home Benessere Race for the Cure: la marea rosa invade Roma

Race for the Cure: la marea rosa invade Roma

172
0
race for the cure
Taglio del nastro del villaggio di Race for the Cure

Con il taglio del nastro del villaggio della salute, inizia il weekend della Race for The Cure. Domenica la marea rosa invaderà Roma per sostenere la lotta al tumore.

Taglio del nastro, ieri per la Race for The Cure.

Con l’inaugurazione del villaggio della salute della donna, il presidente della Komen Italia ha dato ufficialmente il via alla quattro giorni di incontri, informazioni, prevenzione e intrattenimento che accompagneranno i romani fino all’appuntamento clou di domenica mattina.

Al taglio del nastro erano presenti Laura Mattarella, la sindaca di Roma Virginia Raggi, l’assessora alle Pari opportunità della Regione Lazio Lorenza Bonaccorsi le due storiche madrine della manifestazione, Rosanna Banfi e Maria Grazia Cucinotta.

L’ inaugurazione del villaggio è il primo atto di un lungo weekend dedicato alla salute delle donne.

Domenica 19 maggio, la marea rosa di Race for the Cure invaderà festosamente le strade del centro della capitale, per una maratona che sostiene la lotta contro il tumore al seno.

Una festa di sport e salute, aperta a tutte, ma dedicata sopratutto a loro: le ‘donne in rosa’ che hanno combattuto la loro battaglia contro il male, e i loro famigliari, a testimoniare che la lotta è dura, ma insieme, con informazione, consapevolezza, sostegno, riesce meglio.

Non solo maratona però. Già da ieri al Circo Massimo è attivissimo il Villaggio della Salute della donna: mille metri quadrati in cui si può partecipare a un ricco programma di informazione ed eventi, tra i quali, lezioni di yoga, ginnastica e spinning, dibattiti, incontri sul tema della salute e della prevenzione.

Inoltre, al Villaggio della Salute di Race for The Cure si potrà usufruire di prestazioni gratuite ed esami diagnostici, per iniziare subito a mettere in pratica i buoni propositi di prendersi cura di se stesse.

Sono inoltre nel villaggio anche le tre unità mobili della Carovana della Prevenzione, che, nel 2019 ,ha offerto oltre 18.400 prestazioni specialistiche e ha percorso più di 20.000 chilometri per offrire gratuitamente a persone con difficoltà di accesso alla cura esami diagnostici e di prevenzione primaria per le principali patologie femminili.

Per conoscere il ricchissimo programma di questi giorni e iscriversi alla grande festa di domenica (c’è ancora tempo!), andate: qui

Rispondi