Home Mamma A Roma Mamma, io parto: prime vacanze da soli e come affrontarle

Mamma, io parto: prime vacanze da soli e come affrontarle

94
0
prime vacanze da soli

Come tutte le situazioni nuove, anche le prime vacanze da soli, mettono alla prova l’autonomia e lo spirito di adattamento. Qui qualche consiglio su come affrontarle.

Le prime vacanze da soli sono una delle esperienze più significative che un ragazzo possa fare. Per i genitori, però, sono anche un grande punto interrogativo che può scatenare incertezze e sentimenti contrastanti.

Qual è l’età giusta per le prime vacanze da soli dei figli? con chi? dove? E che accortezze seguire per viverle al meglio?

Ogni nuova esperienza dei figli è un’opportunità di crescita che va colta al volo. Vale anche per le prime vacanze da soli, una tappa fondamentale che mette alla prova autonomia e spirito di adattamento.

L’età giusta per le prime vacanze da soli

In realtà non esiste “l’età giusta” per le prime vacanze da soli lontano da casa e dallo sguardo vigile di mamma e papà. Ognuno è un caso a sé, con i suoi tempi di crescita e le sue peculiarità.

Molto dipende dal grado di maturità e autonomia dei propri figli, che va considerato in modo obbiettivo. Anche l’atteggiamento positivo dei genitori, da cui i figli traggono la fiducia in sé stessi, serve per affrontare positivamente questa esperienza.

Valutazione non sempre semplice dato il forte (e inevitabile) coinvolgimento emotivo dei genitori verso tutte quelle esperienze di crescita importanti per i figli.

Si dovrà valutare il carattere estroverso o introverso del proprio figlio e la sua capacità di gestirsi in autonomia, non solo a livello pratico ma soprattutto a livello emotivo, per ciò che concerne la separazione dalle figure di riferimento.

Più il bambino è piccolo e l’esperienza precoce, più l’ansia della separazione da mamma e papà si farà sentire, con il rischio che la vacanza sia vissuta in modo negativo.

In teoria, un bambino di 5/6 anni, abituato ad andare dormire fuori casa o a frequentare campi estivi, potrebbe già essere pronto per partire da solo con parenti o con la famiglia dell’amichetto del cuore; purché siano figure in cui si ripone fiducia e con cui ha già familiarità.

E’ dagli 8 anni, di solito, che questa esperienza diventa più gestibile e l’adattamento alla situazione nuova, pur con le sue difficoltà, avviene con maggiore facilità.

Non dimentichiamo, infine, che le prime vacanze da soli sono una sorta di “iniziazione” per gli adolescenti che aggiunge una tacca nel percorso di superamento della fase più infantile.

Partire da soli è un’occasione per mettere alla prova sé stessi, sperimentando un grado di fiducia e di libertà a 360° gradi, mai avuto prima.

La destinazione e la durata delle prime vacanze da soli

Scegliere di comune accordo con i figli la meta delle prime vacanze da soli, rispettando anche i loro interessi, è l’ingrediente segreto per la buona riuscita del soggiorno.

Forzare per una meta che non rispecchia i desideri dei figli non farà altro che aumentare la tendenza ad isolarsi e a non partecipare alle attività, facendoli sentire di conseguenza frustrati e a disagio nel posto in cui si trovano.

La durata ideale per la prima vacanza da soli dovrebbe aggirarsi attorno alla settimana, cioè cinque notti fuori casa in totale.

Una durata inferiore potrebbe non essere sufficiente per permettere ai ragazzi di adattarsi alla nuova situazione. Per le successive vacanze si potrebbe optare per due settimane, se i figli hanno dimostrato di essersela cavata da soli senza troppi problemi.

Consigli pratici per le prime vacanze da soli

  • Stabilire il budget in anticipo
  • Verificare i mezzi di trasporto e la meta
  • Prenotare in anticipo la struttura d’accoglienza
  • Preparare insieme il bagaglio, senza dimenticare le cose essenziali e i medicinali di prima necessità
  • Avere un recapito telefonico della struttura presso cui si svolgerà la vacanza o il numero degli adulti accompagnatori
  • Stabilire regole base per essere sempre aggiornati

Old but gold: dare fiducia ai figli!

Rispondi