paola cortellesi festa del cinema di Roma
Paola Cortellesi Festa del cinema di Roma

Ad aprire con il suo primo film da regista la Festa del Cinema di Roma sarà Paola Cortellesi attrice, comica sceneggiatrice e ora anche registaitaliana. La sua carriera nel mondo dello spettacolo abbraccia il cinema, il teatro e la televisione, e il suo talento è ampiamente riconosciuto in italia e all’estero. In questo articolo vi proponiamo cinque film da vedere per scoprire i mille volti di Paola Cortellesi, un mix di comicità, dramma e talento puro.

1 – Chiedimi se sono felice regia di Aldo Baglio, Giacomo Poretti, Giovanni Storti e Massimo Venier (2000)

Film iconico del trio Aldo Giovanni e Giacomo che non ha bisogno di grandi presentazioni. Questa pellicola diventata un vero cult, rappresenta per Paola Cortellesi l’esordio sul grande schermo anche se con una piccola parte.

2 – Nessuno mi può giudicare ( regia di Massimiliano Bruno  2011)

Alice (interpretata da Paola Cortellesi) vive vive in una lussuosa villa a Roma nord insieme al marito, il figlio e tre domestici stranieri. Con l’improvvisa morte dell’uomo in un incidente, la donna scopre di aver ereditato solo debiti, e che l’impresa familiare è sull’orlo del baratro. Vendere la villa non basta e Alice deve riuscire a raccogliere tanti soldi in poco tempo, altrimenti perderà l’affido del figlio. La protagonista decide di rivolgersi ad Eva, una sfacciatissima e spregiudicata escort per entrare nel mondo del mestiere più vecchio del mondo.

3 – Scusate se esisto! (regia di Riccardo Milani 2014)

Serena, giovane architetta di origine abruzzese, torna in Italia dopo una grande carriera a Londra. Tornata in Italia trova molte difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro in quanto donna. e arriva a fingersi l’assistente di un architetto di sesso maschile per ottenere un lavoro. In questi panni incontra Francesco (Raoul Bova, un ragazzo omosessuale con il quale instaura una profonda amicizia e a cui chiederà proprio di essere il fantoccio per il suo progetto.

4 – Come un gatto in tangenziale (regia di Riccardo Milani 2017)

due famiglie di estrazione sociale assai differente sono unite controvoglia dall’amore tra i figli adolescenti. dopo una serie di vicissitudini al limite dell’assurdo, gli adulti imparano a comprendersi a vicenda. i genitori delle due famiglie contrapposte sono interpretati da Paola Cortellesi e da Antonio Albanese

5 – La befana vien di notte (regia di Michele Soavi 2018)

Paola è una maestra di una scuola elementare con un grande segreto da nascondere: di giorno è impegnata in classe con i suoi piccoli alunni, la notte diventa la Befana. In vista del 6 Gennaio, però, la donna viene rapita da un misterioso giocattolaio.

Rispondi