Home Donne in prima pagina Oltre Raccordo: Storie di donne dal mondo

Oltre Raccordo: Storie di donne dal mondo

900
0
storie di donne dal mondo

Ogni domenica, su TuaCityMag andiamo oltre raccordo e vi raccontiamo le più interessanti storie di donne dal mondo.

LA GIORNALISTA UCCISA DALLA NUOVA IRA

Questo weekend è iniziato con la Giornata della Libertà di Stampa, venerdì 3 maggio. Oggi iniziamo la nostra rubrica con una delle ultime vittime del mestiere, una giovane reporter e blogger uccisa a colpi di armi da fuoco mentre faceva il suo lavoro a Derry, nell’Irlanda del Nord. Lyra McKee, lo scorso 19 aprile, stava seguendo una manifestazione e si è trovata, come può accadere a seguire gli scontri tra manifestanti e polizia. E’ rimasta uccisa, facendo il suo mestiere dal riemergere del fenomeno terroristico in una delle tante zone del mondo che sembra destinata a non trovare pace.

DONNA, 60ENNE, IMMIGRATA, MUSULMANA: E’ IL ‘POETA’ DELLA REGINA

“Pachistana scozzese musulmana calvinista adottata dall’India e sposata nel Galles” o anche “una bastarda culturale”, così si definisce Imitiaz Darkher, 65 anni, in procinto di essere nominata, “Poeta della Regina”, ovvero di ricoprire un ruolo istituzionale prestigioso in quel di Buckingham Palace, con l’onore e l’onere di celebrare in versi i grandi avvenimenti nazionali. In quel ruolo è stata preceduta, tra gli altri, da William Wordsworth e Alfred Tennyson. La prossima nomina fa scalpore perchè l’artista è immigrata e musulmana, mentre, in fatto di genere, risulterebbe essere in continuità con l’attuale Poeta della regina, Carole Duffy, prima donna a ricoprire il ruolo.

SERENA WILLIAMS BUSINESS ANGEL PER START UP AL FEMMINILE

Che fosse oltre a una supercampionessa di tennis, anche un’oculata imprenditrice, come diversi dei suoi colleghi, già si sapeva. Quello che ancora non era noto era che l’interesse di Serena Williams per gli affari, l’avesse portata a fondare una Venture Capital con cui l’atleta finanzia i buisiness che ritiene più meritevoli e interessanti. Con un occhio di riguardo alle idee al femminile, Serena Williams, secondo qualto scrive lei stessa su Instagram investe “in aziende caratterizzate da: diversità nella leadership, potere agli individui, creatività e opportunità” . Per il momento, sono una trentina le imprese sostenute da Serena Williams, molte ‘in rosa’: dalla signora che ha lanciato una linea di rasoi per donna, a prezzo equo, a quella che ha lanciato una start up basata su una fornitura annuale di vestiti per bambini, fino alle due donne che producono assorbenti e tamponi. Tutti business, pare, piuttosto promettenti.

Rispondi