denise pipitone olesya rostova

Alla conferma, gli spettatori russi assisteranno questa sera. Ma poichè alla famiglia di Denise Pipitone tutto interessa tranne che mandare avanti una farsa che nelle ultime ore è diventata sempre più indegna, l’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzita, intervenuto ieri alla registrazione della trasmissione, avrebbe tranquillamente rivelato a Fanpage che no, Olesya non è, purtroppo, Denise Pipitone.

Le analisi depositate anche presso la procura di Marsala parlerebbero chiaro. Purtroppo, ancora una volta, le speranze di mamma Piera, e quelle di tutta Italia che segue da anni il caso, sono andate deluse. E questa volta lo schianto è stato forse peggiore delle altre.

Non bastava il peso che questa donna si porta dentro da 17 anni. Non bastavano un processo, mille piste battute e poi abbandonate. Nemmeno bastavano le mille segnalazioni che facevano scaturire ogni volta altrettante speranze, destinate a dissolversi come bolle di sapone. Non bastavano i mitomani, incrociati in tanti anni di ricerca. No.

Si è dovuto passare questa volta per le forche caudine mediatiche di chi, privo di scrupolo, ha pensato di alzare lo share sulla pelle e sul cuore di una mamma che dal 2004 è in cerca della sua bimba rubata.

Il legale della famiglia, già furioso nei giorni scorsi davanti allo sconcertante atteggiamento della produzione della trasmissione “Lasciateli parlare”, ha spiegato perchè ha accettato comunque, di presenziare ieri, via skype, alla registrazione della puntata.

L’unico motivo era evitare che questo incredibile e vergognoso circo mediatico continuasse per mesi, ovvero il tempo necessario per la rogatoria internazionale che avrebbe costretto al disvelamento del gruppo sanguigno di Olesya Rostova. E con esso alla scoperta di una comunque amara verità: nemmeno Olesya è Denise Pipitone. E archiviata questa grottesca farsa, bisognerà ricominciare, di nuovo, a cercare.

Il legale nel frattempo avrebbe smentito di aver rilasciato dichiarazioni a Fanpage anticipando la trasmissione russa. Nel frattempo però, non si fermano altre indiscrezioni da Mosca e tutte, dicono la stessa cosa. Olesya Rostova non è Denise Pipitone. Lo scrittore Matteo Grimaldi per esempio, scrive con dovizia di particolari, anche che nell’attesa trasmissione che andrà in onda stasera alle 19 si vedrà anche come la ragazza abbia incontrato in studio per la prima volta la sua sorella biologica.

Rispondi