Home Benessere IL CORAGGIO DI DELUDERE

IL CORAGGIO DI DELUDERE

1186
0
DELUDERE
Avere il coraggio di deludere gli altri è un concetto molto importante, che apre le persone ad alternative a volte impensabili.

Ma per quale motivo abbiamo paura di deludere gli altri?

Di certo non per la loro reazione. Quello che veramente ci interessa è piuttosto il giudizio che gli altri si fanno su di noi.  Molte persone pensano: “non devo mai deludere le aspettative degli altri, altrimenti…”

Ma chiediamoci: cosa ci può essere dopo questo ‘altrimenti’? Di cosa abbiamo paura?

Quello che è certo è che questa paura ci tiene ancorati ad un vero e proprio stile di vita improntato alla gratificazione degli altri.

Basti pensare che questa paura ci induce ad accettare impegni di ogni tipo, dall’aperitivo a tarda serata, quando magari siamo stravolti e ce ne andremmo volentieri a letto, all’ aiutare una collega nel suo lavoro, quando siamo già stracarichi noi.

Mostrare disappunto, dire di no non è difficile eppure spesso non lo facciamo.

Vediamo i motivi per cui cerchiamo di non deludere mai:

1- Pensiamo che deludere equivalga a tradire
2- Vogliamo evitare ogni forma di conflitto
3- Abbiamo bisogno sempre del consenso dell’altro
4 -Abbiamo paura della rabbia dell’altro
5- Abbiamo bisogno di sentirci apprezzati
6- Abbiamo paura di ferire l’altro

Se vi ritrovate in qualcuna delle motivazioni scritte sopra e vi capita spesso di ritrovarvi stravolti e straziati dall’eccesso di impegni presi, quello che dovete fare è: imparare a deludere.

Si: invece di impegnarvi tanto per sentirvi amati, riconosciuti e magari anche ricercati, dovreste imparare a deludere gli altri.

Solo così potrete rendervi conto che, se esprimete il vostro pensiero gli altri non vi eviteranno e non vi volteranno le spalle. E, se capiterà di perdere qualcuno, dovrete essere in grado di capire che non possiamo tenere gli altri legati a noi facendogli da servi.

Dottoressa Francesca Bressan Psicologa Psicoterapeuta. Contatti: francesca.bressan@psicologiaparioli.it; www.psiclogiaparioli.it

Rispondi