All’ Officina Pasolini in scena la musica al femminile con il talento emergente di tre giovani cantautrici

Spazio alla musica delle donne. dimenticate le polemiche sul concertone, oggi arriva un’occasione per fare il pieno di musica femmina e giovane.

Stasera alle ore 21 la musica al femminile è protagonista infatti un incontro alle Officine Pasolini che vede a confronto tre giovani cantautrici: Carolina Bubbico, Lavinia Mancusi e Flo. Tre nomi di talento che in questi ultimi anni si sono fatti notare sulla scena musicale italiana e che sono certamente fra i più interessanti in circolazione. Sul palco, per dialogare con loro all’interno di una serata che prevede anche diverse esibizioni dal vivo, ci saranno anche Davide Dose e Fabio Luzietti di Radio Sonica.

Carolina Bubbico, salentina, figlia d’arte cresciuta a pane e jazz,è stata, tra le altre, cose una delle più giovani direttrici a guidare l’orchestra di Sanremo, sul palco dell’Ariston a 25 anni, nel 2015 per la canzone de Il Volo.

Nel 2013 aveva pubblicato il suo primo album, Controvento. Vanta svariate collaborazioni con artisti di tutta Italia; tra il 2008 e il 2012 milita nelle Lola and the Lovers, gruppo rock quasi interamente al femminile. Ora sta proseguendo con successo il suo percorso da solista.

Lavinia Mancusi, romana, inizia a studiare violino a 7 anni. La sua cifra musicale inizia folk, classica e pop d’autore. Collabora, in qualità di cantante e polistrumentista, con artisti come Daniele Sepe, Eugenio Bennato, Olen Cesari, Ambrogio Sparagna, Muro del Canto e tanti altri.

Dal 2015 lavora con Alessandro Mannarino che accompagna nel suo live tour in Italia e all’estero. 

Anche Flo, può vantare importanti collaborazioni. Alterna la passione per la musica a quella per il teatro. Laureata in Canto con il massimo dei voti al Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, negli anni ha inciso e condiviso il palco, tra gli altri, con Stefano Bollani, Daniele Sepe, Paolo Fresu, Antonio Infantino, Elena Ledda, Lino Cannavacciuolo, Ze Perdigao e Vincenzo Zitello. Nel 2014 esce il suo primo disco D’Amore e di altre cose irreversibili. Accolto con grande entusiasmo dalla critica e dal pubblico, otterrà importanti riconoscimenti. A due anni di distanza dal bellissimo esordio, incide “Il mese del rosario” , del 2018 è La Mentirosa.

Una serata quella di oggi all’ officina pasolini per conoscere la musica di tre talenti emergenti di cui si sentirà molto parlare anche in futuro.

Ore 21. Ingresso Libero fino a esaurimento posti.

Teatro Eduardo De Filippo – Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini

Allo spazio si accede attraverso l’accesso di Viale Antonino di San Giuliano, angolo via Mario Toscano

Rispondi