Cosa ci aspetta in questo giugno 2024 al cinema? Quali sono i film da non perdere? Scopriamo con la nostra guida alle nuove uscite in sala del mese.

Mentre aprono le arene estive con tante proiezioni interessanti, noi non dimentichiamo la sala. Iniziamo la nostra guida alle migliori uscite al cinema nel mese di giugno 2024 con un documentario evocativo dal titolo Uomini in marcia in sala il 1 giugno. Peter Marcias ci fa ripercorrere un evento della nostra storia recente attraverso una esperienza immersiva; ovvero quella del fatto dimenticato di una grande mobilitazione per chiedere lo sviluppo del territorio sardo.

Cinema a giugno 2024 le nuove uscite in sala: dai Me contro Te a Lanthimos passando per Uma Turman e Samuel L. Jackson

Sempre il primo giorno del mese uscirà la sesta nuova avventura del duo comico per bambini più famoso di YouTube: parliamo dei mitici Luigi Calagna e Sofia Scalia, diretti da Gianluca Leuzzi nel nuovo Me contro te il film – operazione spie. L’alleanza dei malvagi (il Signor S, Perfidia, Viperiana e Serpe) minaccia di distruggere la terra facendo ricadere la colpa su Luì e Sofì che sono già giudicati come criminali dalla presentatrice di un telegiornale.

Il 3 giugno invece torna in sala un grande cult di 23 anni fa e diventato noto per il suo coniglio gigante. Parliamo del celebre filmDonnie Darko di Richard Kellycon Jake Gyllenhaal, Noah Wyle, Drew Barrymore e Patrick Swayze. Certamente ricorderete questa pellicola ambientata nel 1988 in cui il coniglio Frank rappresenta la visione da incubo che solo Donnie Darko può vedere.Un film che nonostante la sua atmosfera tetra, apocalittica e lo spirito ribelle intessuto di morte, non ha mai perso il suo fascino.

Sette invece sono le pellicole che ci attendono in sala il 6 giugno: partiamo dal continente americano con Longing di Savi Gabizon e La stanza degli omicidi di Nicol Paone.Il primo dal Canada, interpretato tra gli altri da Diane Kruger e Richard Gere, racconta di un magnate degli affari che incontra la sua vecchia fidanzata di provincia mentre lei è in visita nella grande città solo per scoprire che hanno avuto un figlio insieme di cui lui non era a conoscenza. Il secondo statunitense invece è etichettato come commedia, thriller ed ha un cast davvero stellare: Uma Thurman, Joe Manganiello, Samuel L. Jackson e Maya Hawke (II). Un sicario e il suo capo, alle prese con il riciclaggio di denaro, si alleano con una mercante d’arte. Il sicario diventa accidentalmente famoso, mettendo il mondo dell’arte contro quello della malavita.

E a proposito di cast stellare, in questa data uscirà anche il nuovo lavoro di Yorgos Lanthimos con Emma Stone, Jesse Plemons, Willem Dafoe e Margaret Qualley. Parliamo della favola in tre atti Kinds of kindness del regista reduce dal successo di Povere Creature!Tre storie ruotano attorno a un uomo che cerca di prendere il controllo della propria vita, a un poliziotto la cui moglie sembra un’altra persona e a una donna che cerca una persona con una capacità speciale.

Giugno 2024 quando esce al cinema il film Kind of kidnsess di Yorgos Lanthimos

E ci spostiamo in Europa. Noir casablanca di Kamal Lazraq (Francia) è un racconto notturno, teso e avvincente, in bilico tra dramma esistenziale e cinema di genere. Protagonisti sono Abdelatif El Mansouri e Ayoub Elaid. Il capoclan Dib in una lotta tra cani si è visto umiliare da un avversario. Assolda quindi Hassan, che ha bisogno di denaro, affinché sequestri a titolo dimostrativo il braccio destro del rivale. L’uomo chiede collaborazione al figlio che si procura da vivere grazie a lavori occasionali. Nulla andrà come previsto…

Ci spostiamo quindi in Italia con questi tre titoli: El paraiso di Enrico Maria Artale, dramma di un intenso rapporto madre e figlio, Made in dreams di Valentina Signorelli e Cecilia Zoppelletto, documentario che offre il ritratto intimo e coinvolgente di una figura chiave del Novecento e Hotspot- amore senza rete di Giulio Manfredonia, brillante commedia romantica che racconta di una ragazza che rimane senza internet in un momento molto importante per lei e che finisce con collegarsi alla rete di uno sconosciuto.

Il primo è unatragedia immersa nel colore, un filmappassionato su una relazione complessa, carico di sentimenti vissuti tra affetto e sofferenza con Edoardo Pesce, Margarita Rosa De Francisco Baquero, Maria del Rosario e Gabriel Montesi; il lavoro di Manfredonia è invece interpretato da Francesco Arca, Denise Tantucci, Anna Lucia Pierro ed Erasmo Genzini.

Un mese con Pedro Almodovar

Sette anche le uscite che ci attendono in sala il 10 giugno. Partiamo con cinque grandi classici di Pedro Almodóvar che tornano in sala per la gioia dei più appassionati cinefili: Kika – un corpo in prestito del 1993è unacommedia grottesca e citazionista che racconta della truccatrice Kika a cui capita di lavorare anche sui “cari estinti”. Con Rossy De Palma Victoria Abril, Peter Coyote e Verónica Forqué. Il fiore del mio segreto del 1995, narra di una donna alla quale succede tutto il peggio: è tradita e abbandonata dal marito, non più gradita agli amici, con problemi di lavoro; tra gli interpreti ritroviamo Rossy De Palma e poi Marisa Paredes, Chus Lampreave, Juan Echanove.

InParla con lei del 2002 Marco è un giornalista specialista in guide turistiche, Benigno invece un infermiere generoso. Ad interpretare la vicenda Leonor Watling, Javier Cámara, Rosario Flores e Darío Grandinetti.La mala educación del 2004invece èun noir in cui si scrive della realtà perché diventi cinema con Gael García Bernal, Fele Martínez, Javier Cámara e Lluís Homar.La vicenda narrata è quella di Ignacio ed Enrique che condividono i primi turbamenti adolescenziali e la scoperta della (omo)sessualità mentre Volver – Tornare del 2006 con Penélope Cruz, Carmen Maura, Lola Dueñas e Blanca Portillo è un film tutto al femminile caratterizzato da momenti tragicomici e sfumature fantastiche in cui tre generazioni di donne sopravvivono alla follia della vita.

Cinema giugno 2024: i film da vedere in sala

Sempre nella stessa data al cinema ci sarà il documentario Arrivederci Berlinguer! di Michele Mellara e Alessandro Rossi che parte da L’addio a Enrico Berlinguer, lavoro realizzato dai più noti registi italiani per Unitelefilm; l’opera che troverete sul grande schermo è tratta in larga parte da quel documento filmato e da una serie di materiali filmici provenienti dall’ Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico.

E poi troviamo il film di animazione giapponese di Tomohisa Taguchi The tunnel to summer – the exit of goodbyes. Questo film si basa sulla leggenda metropolitana dell Tunnel di Urashima: nessuna sa dove sia, ma se qualcuno lo trova può chiedergli qualsiasi cosa. Tuttavia, il tempo trascorre in modo diverso all’interno del tunnel e, una volta usciti, si scopre di essere invecchiati.

L’11 giugno andiamo a scoprire la drammatica, romantica e incredibilmente epica opera lirica messa in scena di Andrea Chénier con la regia di David McVicar, la Royal Opera House – Andrea Chénier. Il 13 giugno avremo la possibilità di scegliere tra otto pellicole: tre italiane, una francese e il resto dagli Stati Uniti. In sala troviamo infatti Anna di Marco Amenta in cui si racconta di una donna che cerca di preservare la bellezza selvaggia della sua Sardegna, un’opera che rivendica la lotta femminile contro il potere e l’emancipazione dalla società patriarcale.

Sempre dall’Italia una piéce teatrale che diventa un film drammatico: Dall’alto di una fredda torre di Francesco Frangipane con Vanessa Scalera, Anna Bonaiuto, Giorgio Colangeli, Edoardo Pesce (seconda uscita che lo vede protagonista questo mese) e Vanessa Scalera; si parla di una famiglia riunita attorno alla tavola a mangiare: padre, madre e i due figli, Elena e Antonio. Una normalità che verrà presto spezzata da una scoperta terribile. E poi troviamo un secondo omaggio alla figura di Berlinguer con Prima della fine. Gli ultimi giorni di Enrico Berlinguer, il documentario di Samuele Rossi, una testimonianza preziosa e necessaria con materiali inediti sugli ultimi suoi giorni di vita a 40 anni dalla morte.

Ci spostiamo poi in Francia con la fantascienza de L’impero di Bruno Dumont che narra dell’arrivo in un villaggio francese di alcuni extraterrestri sotto copertura e in procinto di scatenare una battaglia. Un curioso mélange tra la fantascienza alla Star Wars e il ritratto umano di una comunità con Fabrice Luchini.

Grandi ritorni al cinema a giugno 2024: Inside Out 2, ma anche i Bad Boys e Shyamalan (figlia)

E a proposito di genere fantascientifico ci spostiamo negli Stati Uniti con il thriller sci-fi The animal kingdom di Thomas Cailley con Adèle Exarchopoulos, un’avventura selvaggia e sensoriale tra un padre e il figlio, in un mondo in cui alcuni umani hanno iniziato a mutare in altre specie animali; ci imbattiamo inoltre nel grande ritorno firmato da Adil El Arbi, Bilall Fallah, quello di una celebre fantastica coppia e del loro iconico mix di azione e ironia; parliamo di Bad boys – Ride or die, quarto capitolo della saga con Will Smith e Martin Lawrence dove stavolta sono i ricercati..

Dalla saga dei bad boys passiamo poi al documentario di Sean Price Williams dal titolo The sweet east, un viaggio in America attraverso le tante sette e i tanti culti che la popolano. Una particolare prospettiva dell’America con Earl Cave, Ayo Edebiri, Jacob Elord e Jeremy O. Harris.

E i titoli statunitensi in uscita il 13 giugno terminano con The watchers tratto dal romanzo di A.M. Shine. Questo fantasy/horror prodotto dal creatore de Il Sesto Senso, M. Night Shyamalan, una firma che è una garanzia, è l’esordio alla regia della figlia, Ishana Shyamalan: il talento sarà ereditario? Il film racconta di Mina, un’artista di 28 anni, interpretata da Dakota Fanning, che rimane bloccata in una foresta estesa e immacolata nell’Irlanda occidentale.

E a proposito di artisti, il 18 giugno ci aspetta in sala il film evento sul nuovo Michelangelo, Jago. Jago into the white di Luigi Pingitore narra infatti la vita, i viaggi, i sogni e le ambizioni di un giovane scultore italiano seguito da oltre un milione di follower.

Due il 19 giugno sono le uscite che ci attendono, entrambe targate Walt Disney. E’ grande l’attesa per Inside Out 2, la fortunata storia ideata e diretta da Pete Docter e Kelsey Mann, con le voci italiane di Pilar Fogliati, Deva Cassel, Marta Filippi e Federico Cesari . Questo bellissimo film d’animazione che ha fatto la storia recente vedrà l’ingresso di una nuova emozione nella vita dell’adolescente Riley: Ansia.

Film al cinema giugno 2024: Inside Out 2 quando esce

E poi ancora The bikeriders che racconta le vicende dei membri di un club motociclistico del Midwest. Con Michael Shannon (II), Austin Butler, Tom Hardy e Jodie Comer diretti da Jeff Nichols. E il numero sette si ripete anche con i film in sala del 20 giugno: partiamo dai titoli con al centro il mondo femminile: La treccia e Four daughters.

Il primo racconta di tre donne che si ribellano alla sorte che è stata loro assegnata e che decidono di lottare, tessendo inconsapevolmente una rete di speranza e solidarietà. Un film di Laetitia Colombani con produzione tra Francia, Canada, Italia e Belgio.La seconda racconta di una donna tunisina che si trova a fronteggiare la scomparsa di due delle sue figlie. L’opera di Kaouther Ben Hania con Ciao Sabri, Majd Mastoura, Ichrak Matar e Eya Chikhaoui è quindi un film dossier prodotto da Francia, Tunisia, Germania ed Arabia Saudita su una società misogina pronta al sacrificio.

E a proposito di sorelle troviamo anche una storia di ribellione in Amen di Andrea Baroni. Con Grace Ambrose, Francesca Carrain, Valentina Filippeschi e Silvia D’Amico si narra di tre sorelle in un casolare di campagna, isolate dal mondo, con un padre inflessibile e una nonna dedita alle Sacre Scritture.E dalle Sacre Scritture passiamo ad una moderna tragedia greca. Parliamo de Gli immortali di Anne Riitta Ciccone. Chiara lavora come tecnico delle luci per uno spettacolo di teatro-danza dedicato a Dioniso, quando Vittorio, suo padre, piomba nella sua vita con un male che sembra una punizione divina. David Coco, Gelsomina Pascucci, Pirjo Lonka e Roberta Sardella sono al centro di questo dramma dagli stili e i ritmi del cinema di fantascienza.

Quando esce al cinema Hit man, il nuovo film di Richard Linklater

Continuando la nostra carrellata con le uscite del 20 giugno troviamo anche The great escaper di Oliver Parker con i due premi Oscar Michael Caine e Glenda Jackson.Interpretata tra gli altri da Laura Marcus e Wolf Kahler la pellicola è ispirata a fatti realmente accaduti. Il soggetto prende spunto da una storia vera: la fuga dalla casa di cura del veterano novantenne Bernard Jordan.L’amante dell’astronauta di Marco Berger invece ci racconta del nascere di un amore gay tra due giovani. Una commedia con Javier Orán, Lautaro Bettoni, Mora Arenillas e Ivan Masliah.

E poi troviamo Rite here rite now, film evento musicale realizzato da Tobias Forge e Alex Ross Perry nel corso dei due spettacoli sold-out dei GHOST al Forum di Los Angeles.Il 26 giugno invece sul grande schermo ci attende l’horror di Michael Sarnoski A quiete place- giorno 1 con Lupita Nyong’o, Denis O’Hare, Alex Wolff e Djimon Hounsou in cui si vivrà il giorno in cui il mondo è piombato nel silenzio.

Il 27 giugno sono due i film, entrambi dagli Stati Uniti al cinema: Fremont di Babak Jalali e Hitman- Killer per caso di Richard Linklater. Il regista Jalali narra la vicenda di una ragazza che cerca una comunità all’interno di Fremont, una città della Bay Area. Un’opera pacata, romantica e dal gusto retrò che ha come sfondo uno spaccato dell’America di oggi con Anaita Wali Zada, Jeremy Allen White, Gregg Turkington e Hilda Schmelling. Hitman invece è un famoso killer professionista che lavora ora per la polizia e decide di infrangere le regole quando decide di aiutare una donna. Si tratta di una commedia romantica travestita da thriller poliziesco, con una sceneggiatura ben strutturata con Adria Arjona, Glen Powell Retta e Austin Amelio. Buon giugno 2024 cinematografico e arrivederci al prossimo mese.

Cinema giugno 2024: quando esce Hit man il nuovo film di Richard Linklater
Hit Man. (L to R) Adria Arjona as Madison Masters and Glen Powell as Gary Johnson.

Rispondi