Home Arte MANTEGNA IN MOSTRA A ROMA

MANTEGNA IN MOSTRA A ROMA

2019
0
Le Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini, inaugurano la nuova stagione portando per la prima volta a Roma il celebre “Ecce Homo” (1500 circa) di Mantegna.
MANTEGNA A ROMA

Fino al 27 gennaio 2019, a Palazzo Barberini due mostre frutto di una politica di scambi incrociati tra musei: “La stanza di Mantegna”, a cura di Michele Di Monte, e “Gotico americano. I maestri della Madonna Straus”, in cui sono esposte alcune tra le opere più importanti del Museum of Fine Arts di Houston.

GOTICO AMERICANO

La prima sala del percorso espositivo è dedicata al “Gotico americano, I maestri della Madonna Strauss” ed in particolare a due tavole rare del Trecento italiano. La Madonna con il Bambino del Maestro Senese, mai esposta prima in Europa, e la Madonna con il Bambino del Maestro della Madonna Straus. Due opere complementari a cui è stato accostato un terzo dipinto che compone il trittico, la Madonna con il Bambino del Maestro della Madonna di Palazzo Venezia.

“Queste sono opere su legno del Trecento di enorme pregio e qualità. Questo è un prestito importante proprio perché Sono opere fragili ma in perfetto stato di conservazione che vengono prestate molto raramente. Verosimilmente per rivederle in futuro si dovrà visitare il Museum of Fine Arts di Houston.”

Spiega Flaminia Gennari Santori, direttrice delle Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma.

LA STANZA DI MANTEGNA

In “La stanza di Mantegna.” sono invece esposte sei opere date in prestito dal Musée Jacquemart-André, la più importante collezione d’arte italiana a Parigi dopo il Louvre.

Protagonista assoluto del ristretto numero di capolavori esposti è indubbiamente il volto sofferente del Cristo raffigurato da Andrea Mantegna in Ecce Homo, chiara sintesi di inizio Cinquecento tra le esigenze della pittura devozionale e la ricostruzione scientifica delle forme anatomiche.

Aggiunge Flaminia Gennari Santori:

“In questa stanza è esposta una parte di un periodo dell’arte, un nucleo d’opere padovane realizzate nella seconda metà del ‘400, che non è rappresentato in un nessuna collezione romana. Nella mostra abbiamo voluto mantenere proprio l’idea della stanza del collezionista. E’ quindi un’occasione di vedere opere inestimabili, parte di quel collezionismo internazionale di fino ‘800 che ha trasformato ciò che sappiamo dell’arte del Rinascimento e del post Rinascimento.”

Accanto all’Ecce Homo, un’altra opera attribuita al Mantegna, la più giovanile Madonna con il Bambino tra i santi Gerolamo e Ludovico di Tolosa, che testimonia un momento molto anteriore della sua carriera e di grande legame con Bellini.

Quando: dal 27 settembre 2018 al 27 gennaio 2019
Orari: martedì/domenica 8:30- 19:00. Lunedì chiuso.
Costo d’ingresso: Intero 12 € – Ridotto 6 €

Rispondi