Site icon Tua City Mag

La scogliera dei misteri e il fascino della Bretagna

bretagna scogliera dei misteri

C’è una serie franco belga che sta ottenendo molto successo di pubblico su Rai Uno: “La scogliera dei misteri”. Una fiction che esplora un giallo di molti decenni prima e che tiene inchiodati alla poltrona gli spettatori non solo grazie alla storia appassionante ma, molto probabilmente, anche grazie alle location mozzafiato in cui questa storia si svolge.

Dove si trova la vera scogliera dei misteri in Bretagna

Siamo in Bretagna e la ‘scogliera dei misteri’ è uno dei tanti bellissimi tratti di costa selvaggia e perennemente battuta dai venti della penisola del Quiberon, che si estende nel golfo di Morbihan.

In questo ultimo lembo di Francia nordoccidentale, affacciato sull’Atlantico, la maestosità del paesaggio naturale domina ancora, interrotto qui e là da piccoli villaggi di pescatori o, più all’interno, da borghi medievali in cui il tempo si è fermato.

L’attrattiva più grande della zona è sicuramente la costa del Quiberon. Imponente, alta e frastagliata, che ripiega continuamente l’ultimo lembo di terra in anse, calette spesso minuscole di sabbia, e grotte naturali.

Il paradiso dei surfisti

Le onde si infrangono senza sosta sulla roccia e inondano arenili coperti dall’acqua per gran parte della giornata.

La Bretagna ha tutto il fascino di una terra di confine, anzi di più, del finis terrae. Qui si può percepire il limite che disegna la natura con le onde alte dell’oceano.

Il golfo di Morbihan è infatti considerato in Francia anche il paradiso dei surfisti, che qui si danno appuntamento per sfidare il moto perenne dell’ oceano, domarlo, e sfruttarlo per divertirsi.

Borghi medievali dove il tempo si è fermato

Il capoluogo di questo pezzo di Francia che è già nord Europa è Vannes, una piccola cittadina del tipo che si incontra in quelle latitudini: mura medievali a protezione di un pugno di case, tetti spioventi in ardesia, un torrente che scorre in mezzo alla ‘città’, stradine lastricate, tranquillità irreale. Un salto indietro, nel tempo sospeso di una passeggiata, in un piccolo, placido, centro che è rimasto com’era secoli fa.

I menhir di Carnac, la  Stonehenge della Bretagna

Ma se i viaggi nel tempo sono la vostra passione dovete spostarvi poco più là e arrivare a Carnac. La cittadina è un piccolo centro che non si distingue particolarmente da altri piccoli centri, ma custodisce un tesoro, visitato ogni anno da milioni di turisti.

Qui, nell’entroterra della scogliera selvaggia del Quiberon, c’è infatti un’area che custodisce centinaia di menhir risalenti all’epoca preistorica, del tutto simili a quelli di Stonehenge.

Carnac è considerata l’area archeologica più estesa e rilevante della Bretagna, ma sparsi in tutta la regione si è calcolata la presenza di oltre 3000 di questi misteriosi e affascinanti monoliti che non fanno che aggiungere fascino primordiale a questa regione.

Exit mobile version