Parte oggi la nuova edizione della rassegna Internazionale a Roma: fino a domenica al Palazzo delle Esposizioni i documentari per capire il mondo

Al Palazzo delle Esposizioni da oggi, e fino al 13 ottobre, arriva la 9° edizione della rassegna dei documentari di Internazionale a Roma, a cura di CineAgenzia per Internazionale.

In sala cinema del palaexpo saranno presentati otto documentari che offrono uno sguardo sull’attualità mondiale con lo scopo di informare, coinvolgere e far riflettere il pubblico.

La rassegna Internazionale a Roma è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Quest’anno la sfida è stata quella di trovare temi originali, non ancora trattati, come ad esempio quello della genetica affrontato dal doc Human Nature, che presenta le impressionanti e inquietanti prospettive della tecnologia CRISPR, oppure la drammatica questione degli abusi sessuali sui minori nella Chiesa con Prey, tema che in Italia trova poco spazio anche a fronte di casi eclatanti, come quello narrato nel film. Con Sakawa e Leftover Women si va in Africa ed Estremo Oriente: il primo è uno sguardo senza moralismi dietro le quinte delle truffe online, grazie alle quali sopravvivono i giovani ghanesi, il secondo il toccante ritratto di tre giovani cinesi alle prese con gli sprezzanti giudizi delle famiglie e della società sulle donne non sposate.

L’altro faro che guida l’edizione di quest’anno di Internazionale a Roma è naturalmente l’attualità, e nel montante clima di disumanità e razzismo è indispensabile guardare ancora al Mediterraneo e trattare di migrazioni: Midnight Traveler è la coinvolgente cronaca in prima persona dell’odissea dall’Afghanistan all’Europa di una famiglia, il documentario è stato filmato con dei semplici cellulari, ma ha suscitato l’acclamazione nei maggiori festival; Mission Lifeline porterà il pubblico a bordo della nave di una ONG tedesca impegnata nei salvataggi nel canale di Sicilia, ma anche tra i manifestanti che in Germania gridano “Lasciateli annegare”. Le opinioni oggi restano questione di informazione, sempre più confusa con la propaganda: l’impegno del collettivo online di citizen journalists al centro di Bellingcat – Truth in a Post-Truth World è più che mai prezioso in questo inquietante scenario. Per finire, un documentario che riassume ciò che si cerca in ogni film: una grande storia, personaggi indimenticabili e racconti che illuminino il nostro tempo, proprio come la parabola di Chelsea Manning da Wikileaks alla sua transizione di genere e all’impegno politico, ripercorsa con formidabile intimità in XY Chelsea.

IL PROGRAMMA COMPLETO DI INTERNAZIONALE A ROMA

martedì 8 ottobre, ore 21.00, Internazionale a Roma apre con Mission Lifeline di Markus Weinberg e Luise Baumgarten Germania, 2019, 68’ v.o. con sottotitoli in italiano presentano i registi, Annalisa Camilli (Internazionale) e Stefano Campanoni (CineAgenzia) Nel 2018 la Lifeline con 224 profughi a bordo è stata una delle prime navi a cercare a lungo un porto che le permettesse di attraccare. Per due anni il regista ha seguito Axel Steier e la ong Mission Lifeline tra la Germania e il Mediterraneo, dove l’impegno a salvare i migranti si trasforma in una lotta per riaffermare l’ideale europeo.

mercoledì 9 ottobre, ore 21.00 Prey di Matt Gallagher Canada, 2019, 84’ v.o. con sottotitoli in italiano presenta Stefania Mascetti (Internazionale) Quando era ragazzo Rod MacLeod è stato abusato sessualmente per anni da un prete cattolico a Toronto, in Canada. Ora, a cinquant’anni di distanza, cerca giustizia in un’aula di tribunale, per fare luce sulle responsabilità e le complicità che hanno reso possibile questa e tante altre violenze.

giovedì 10 ottobre, ore 21.00 Bellingcat – Truth in a post-truth world di Hans Pool Paesi Bassi, 2018, 89’ v.o. con sottotitoli in italiano presenta Jacopo Zanchini (Internazionale) Dal disastro del volo MH17 alle atrocità della guerra in Siria, un gruppo di citizen journalist sparsi in tutta Europa cerca di verificare le notizie più controverse e oscure dell’attualità internazionale. Sfruttando strumenti e dati online accessibili a tutti, il collettivo Bellingcat porta avanti le sue inchieste per contrastare la disinformazione e rinnovare il giornalismo.

venerdì 11 ottobre, ore 21.00 Human nature di Adam Bolt Stati Uniti, 2019, 107’ v.o. con sottotitoli in italiano presenta Elena Boille (Internazionale) È la più grande rivoluzione scientifica del ventunesimo secolo: l’editing del genoma che permette la correzione di una sequenza di DNA. Questa tecnologia, nota come CRISPR, ha dato agli scienziati un controllo senza precedenti sugli elementi fondamentali della vita. In che modo cambierà il nostro rapporto con la natura? E cosa significherà per l’evoluzione umana?

sabato 12 ottobre, ore 18.30 Sakawa di Ben Asamoah Belgio, 2018, 81’ v.o. con sottotitoli in italiano presenta Francesca Sibani (Internazionale) In Ghana arrivano i rifiuti elettronici provenienti da tutto il mondo. In queste discariche si nasconde un tesoro: i dati personali contenuti nel disco rigido dei computer. Grazie a questi dati, giovani del posto riescono a contattare gli ex proprietari sparsi tra Europa e America, e a estorcergli denaro simulando improbabili storie d’amore. Il mondo delle truffe sul web raccontato dai suoi protagonisti.

sabato 12 ottobre, ore 21.00 Leftover women di Shosh Shlam e Hilla Medalia Israele, 2019, 84’ v.o. con sottotitoli in italiano “Avanzi”: così i cinesi chiamano le donne, spesso istruite e in carriera, che arrivate quasi a trent’anni non sono ancora sposate. Un ritratto della società cinese e di tre giovani determinate a vivere e ad amare alle loro condizioni.

domenica 13 ottobre, ore 18.30 Midnight traveler di Hassan Fazili Stati Uniti, Qatar, Canada, Regno Unito, 2019, 86’ v.o. con sottotitoli in italiano Quando i talebani lo minacciano di morte, il regista Hassan Fazili decide di fuggire dall’Afghanistan con la moglie e le due figlie. È l’inizio di un lungo e drammatico viaggio verso l’Europa, documentato in prima persona con un semplice cellulare.

domenica 13 ottobre, ore 21.00 XY Chelsea di Tim Travers Hawkins Regno Unito, 2019, 94’ v.o. con sottotitoli in italiano presenta Alessio Marchionna (Internazionale) Dopo aver provocato la più grande fuga di segreti militari nella storia degli Stati Uniti, e aver passato sette anni in carcere, durante i quali ha deciso di cambiare sesso, Chelsea Manning viene rilasciata nel 2017. Il ritratto di una ribelle all’inizio della sua nuova vita in un mondo tutt’altro che accogliente.

Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema scalinata di via Milano 9 a, Roma

www.palazzoesposizioni.it

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI I posti verranno assegnati a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni proiezione. Possibilità di prenotare riservata ai soli possessori della PdE card. L’ingresso non sarà consentito a proiezione iniziata.

Rispondi