Site icon Tua City Mag

Vaccini anti influenza, al via la campagna

influenza vaccini

Al via la campagna del ministero della sanità sui Vaccini Anti Influenza, ecco cosa c’è da sapere

Come ogni anno, è in partenza la campagna del Ministero della salute per il Vaccino Anti Influenza. Fino a fine dicembre la vaccinazione antinfluenzale viene offerta attivamente e gratuitamente a i soggetti più a rischio di complicanze che possono insorgere contraendo il virus dell’influenza. Le persone più direttamente interessate alla campagna sui vaccini anti influenza sono: i soggetti di età pari o superiore a 65 anni; bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni affetti da malattie che aumentano il rischio di complicanze da influenza; bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino in stato di gravidanza; individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti; medici e personale sanitario di assistenza; Donatori di sangue.

Il ministero della sanirà rende inoltre noto che è cominciata il 14 ottobre la sorveglianza epidemiologica per la stagione influenzale 2019-2020 attraverso il sistema Influnet, che si basa su una rete di medici sentinella costituita da medici di Medicina generale (MMG) e di Pediatri di libera scelta (PLS), reclutati dalle Regioni, che segnalano i casi di sindrome  influenzale (ILI) osservati tra i loro assistiti. I medici sentinella e altri medici operanti nel territorio e negli ospedali collaborano inoltre alla raccolta di campioni biologici per l’identificazione di virus circolanti (Sorveglianza virologica).

La raccolta e l’elaborazione delle segnalazioni di malattia è effettuata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) che provvede all’elaborazione a livello nazionale e produce un rapporto settimanale. Le indagini virologiche sui campioni biologici raccolti vengono eseguite dai Laboratori facenti parte della Rete InfluNet e dal Centro Nazionale per l’Influenza (NIC) dell’ISS. 

Exit mobile version