Site icon Tua City Mag

Ilaria Spada racconta “Notti in bianco, baci a colazione”, pre apertura della Festa del Cinema

ilaria spada notti in bianco baci a colazione

Notti in bianco, baci a colazione: Ilaria Spada e Alessio Vassallo.

Primo evento di pre apertura della Festa del Cinema di Roma 2021 è “Notti in bianco e baci a colazione”di Francesco Mandelli,  tratto dall’omonimo best seller di Matteo Bussa, è una bella storia che racconta la vita complicata di una famiglia come tante.

Matteo e Paola, innamorati, sposati, genitori di tre bambine, due cani a cui in corsa se ne aggiunge un altro, lavoratori in un mondo precario come quello dell’editoria e del fumetto, fanno del loro meglio per ‘mandare avanti la baracca’.

La peculiarità della loro situazione è che a lavorare di più è Paola, che scrive sceneggiature per comics e thriller. Lavora di notte, dorme di giorno e cerca di ritagliarsi, non sempre con successo, il pomeriggio per stare un po’ con le figlie. A occuparsi della casa e delle bambine è prevalentemente Matteo che, pur sfiduciato, non rinuncia al suo lavoro di disegnatore, a cui si dedica ogni giorno all’alba, quel paio d’ore prima che inizi un’altra lunga e piena giornata da papà a tempo pieno.

Ilaria Spada: “Molti genitori si ritroveranno nella storia che raccontiamo”

Un menage complesso, come quello di tante altre famiglie, che mette alla prova equilibri e scelte di vita. Una storia, in cui sicuramente in tantissimi si riconosceranno.

Come confessa di essercisi riconosciuta subito, la protagonista di “Notti in bianco, baci a colazione”, ovvero Ilaria Spada. L’attrice di Latina è mamma di due bambini, Ettore e Ian, avuti dal marito Kim Rossi Stuart. E non ha fatto fatica a calarsi nel mondo di Paola e Matteo, rivedendoci anche diverse dinamiche della sua quotidianità.

Ilaria Spada, come ti sei approcciata al ruolo di Paola?

Francesco Mandelli mi ha fatto letteralmente innamorare di questa storia. Eravamo in ufficio e lui ha iniziato a raccontare e io sono rimasta incantata. Mi ha colpito subito perché ho trovato molti punti in comune con la mia esperienza della maternità.

Pur essendo mamma da ormai qualche anno, ancora, sul lavoro, non mi era mai capitato di calarmi nel ruolo di una mamma. E la protagonista di questa storia non è una mamma idealizzata, ma una mamma vera che conosce e sperimenta le difficoltà che molte sperimentano, anzi sperimentiamo.

Quali, per esempio?

Il senso di inadeguatezza a volte, questa lotta continua per essere all’altezza di quello che ti senti di dover essere. Questo voler essere sempre perfetti, efficienti, che è un obiettivo irrealistico. Ma anche l’incredibile bellezza delle emozioni che sperimenti ogni giorno.

Tutto questo viene raccontato in un tono leggero, che però non risparmia anche momenti di emozione che aiutano a far capire meglio certe situazioni. Molti genitori si ritroveranno nella vita di Matteo e Paola, nella sua complessità, ma anche in situazioni a volte surreali, perché il tragicomico fa parte della quotidianità delle famiglie.

Quanto ti ha aiutato essere mamma nella realtà, per calarti meglio nella parte della protagonista di Notti in bianco, baci a colazione?

Certo. Questo film per me è stato un lavoro importante, anche perché è riuscito a catturare degli stati d’animo che sono propri anche della mia vita in questo momento, e che prima non avevo sperimentato . Anche se Paola è una persona reale, e mi sono sforzata di usare le tante informazioni che avevo su di lei, di certo in questo personaggio sono riuscita a mettere del mio. In particolare, condivido alcune sue fragilità, che poi sono gli aspetti che ci accomunano tutti.

Perchè andare a vedere “Notti in bianco, baci a colazione”?

Per tutti i motivi che abbiamo detto e poi perchè ci lascia un sapore bello, dolce che ci fa sentire con il cuore in pace. E credo che al momento questo sia un pò un azzardo. Siamo praticamente immersi nella negatività e nell’aggressività ogni giorno. La cultura è un elemento che dovrebbe aiutarci anche a migliorare la nostra vita, perchè ci forma. In questo film, pur analizzando tante sfaccettature, vediamo quanta umanità e quanta bellezza c’è intorno a noi e nelle nostre giornate. E credo che questa scelta si possa definire anche un pò controcorrente.

Tua City Mag vi racconta la Festa del Cinema di Roma in collaborazione con:

Sanitaria Ortopedia Monti di Creta,

Stil Novo Club Roma,

ASD Hvallo Martignano

Exit mobile version