Home MUSICA IL SOGNO DI LAURA PAUSINI: DOPPIA DATA AL CIRCO MASSIMO

IL SOGNO DI LAURA PAUSINI: DOPPIA DATA AL CIRCO MASSIMO

2511
0
Stasera e domani Laura Pausini conquista il Circo Massimo

Pensavate ci fossimo dimenticate di Lei nella rubrica dedicata ai migliori concerti del mese? E invece, puntuali come un orologio svizzero, eccoci qui, a dedicarle un articolo intero. E come non potremmo, d’altronde, nei confronti di chi ha dedicato tutta la sua vita alla musica e ai suoi fan?!

Di chi stiamo parlando? Ma di Laura Pausini, ovviamente!

Dopo l’indiscussa grandezza di sua maestà Roger Waters, e la relativa trionfante apparizione in quel del Circo Massimo, a calcare le stesse scene, e non per uno ma per ben due giorni, sarà proprio lei. Un weekend, quello di sabato e domenica, lungo un sogno. “Il sogno di Laura” per l’appunto. Parafrasando il suo primissimo disco, quando l’allora tredicenne artista non sapeva neanche quanto fosse grande un vero palcoscenico.

E si che ne ha calcati nella sua lunga e fortunata carriera. Fin da quello di Sanremo, nell’ormai lontano ’93, quando debuttò con il brano “La solitudine”. Un sentimento che le ha portato sicuramente fortuna, ma soprattutto che le sarà diventato nel tempo sempre più sconosciuto, vista l’immensità delle folle che di volta in volta la acclamano, e che diciamolo, le vogliono anche un gran bene.

L’amore che il suo pubblico, in effetti, da sempre le dimostra non è solo quell’attaccamento da fan appassionato di musica che chiunque più o meno famoso può vantare di avere, ma si tratta di un legame autentico, che nel tempo Laura Pausini ha coltivato e via via impreziosito.

Un affetto sconfinato che vola oltreoceano, così come i suoi dischi e le rispettive tournée. Dopo il bagno di folla che la attenderà al Circo Massimo infatti, l’avventura continuerà sia negli Stati Uniti che, soprattutto, in America Latina. Quella seconda patria che da sempre la ha accolta a braccia aperte e le ha voluto bene come ad una figlia adottiva.

Una donna certo di cui esser fieri, al di là di ogni confine e gusto musicale. Da quel sorriso smagliante e quasi rassicurante, a quelle braccia protese verso il prossimo, chiunque esso sia. Persone che realmente necessitavano del suo aiuto, come i terremotati abruzzesi per i quali nel 2009 organizzò in pochissimo tempo un concerto, riunendo in un sol palco ben più di 40 artisti. O intere categorie di persone discriminate e insultate, schierandosi da sempre apertamente in difesa di tutta la comunità LGBTQ. Come quando nel 2013 durante un raduno con degli iscritti, ne apostrofò uno, autore di commenti omofobi e razzisti, dicendogli: “Smettila o ti caccio da mio fan club”. O, ancora, come quando nel 2016 addirittura sposò una coppia gay di suoi fan su un palco a Città del Messico, davanti a nientemeno che 12.000 persone.

Una donna unica, trasparente e volitiva, che sa perfettamente in che tipo di mondo vorrebbe vivere e combatte per ciò che è giusto. Insomma, parafrasando…una vera e propria paladina.

Dunque, come non amarla? Soprattutto in un contesto magico come quello del Circo Massimo. E per chi avesse scoperto solo ora del concerto, non disperate: se il 21 è già da tempo sold out, per il 22 c’è ancora tempo.

Rispondi