salone del libro torino

Continuano le tappe romane della rassegna SalTo: il Salone del Lbro di Torino torna a Roma, alla libreria Tuba domani

Prosegue SalTo Notte, la rassegna estiva del Salone del Libro di Torino che attraversa l’Italia per dare voce a editori, autori italiani e stranieri, e abitare in tarda serata alcuni spazi simbolici della cultura che, tra fatica e incertezza, stanno ripartendo.

Dopo le puntate trasmesse da Torino, Roma e Milano martedì 21 luglio si torna a fare tappa a Roma, alla Libreria Tuba, come sempre alle 22.00. Come per i precedenti appuntamenti, gli incontri saranno disponibili in streaming su salonelibro.it, sul canale YouTube e sulla pagina Facebook del Salone.

Il Salone del Libro di Torino da Tuba: il programma

Tra gli autori che interverranno: Margaret Atwood racconterà con Loredana Lipperini il suo secondo romanzo Tornare a galla, recentemente ripubblicato da Ponte alle Grazie, che tocca temi molto cari alla grandissima scrittrice canadese: l’emergenza ambientale, le voci delle donne, la capacità di guardare al passato per prefigurare un futuro che raccoglie e amplifica la ferocia della storia.

Suad Amiry, scrittrice palestinese, ripercorrerà, insieme a Paola Caridi, un viaggio a Giaffa, centro dei problemi, delle guerre, delle rivoluzioni e delle soluzioni, a partire da Storia di un abito inglese e di una mucca ebrea (Mondadori).

 Igiaba Scego partirà da due storie lontane nel tempo – una donna nera, a Roma, nella seconda metà dell’Ottocento e una donna nera a Roma nei giorni nostri – per riflettere, insieme a Loredana Lipperini, sul nostro rimosso coloniale e raccontare un mondo antico in cui viaggiare e spostarsi era un diritto per tutti (in collaborazione con Bompiani).

Lo scrittore, traduttore ed editore bulgaro Ilija Trojanow esplorerà, insieme a Helena Janeczek, la figura di Sir Richard Francis Burton: diplomatico, spia, orientalista, traduttore, è una delle figure più romanzesche ed eccentriche del diciannovesimo secolo (in collaborazione con Fiera Internazionale del Libro di Francoforte ed EDT).

 Annalisa Camilli racconterà insieme a Loredana Lipperini una serie di inchieste sulla pandemia che ha realizzato per Internazionale, nelle quali affronta tematiche di lavoro, le difficoltà in cui si sono trovate e si trovano le donne, le vecchie e nuove povertà.

Rubriche fisse

Le rubriche ricorrenti della rassegna ci saranno anche nella serata da Tuba. In “Carosello” gli acquerelli di Nicola Magrin e le parole di Ester Armanino diventeranno la storia di una balena che sogna le montagne e di un bambino che non ha mai visto il mare (in collaborazione con Salani).

Per la rubrica “I Libri della Notte” Benedetta Tobagi racconta Giona (Piemme) e Barbara Baraldi racconta Sentenza artificiale (Chiarelettere).

A introduzione dell’intervento di Margaret Atwood, Viola Graziosi leggerà un estratto de Il racconto dell’ancella (Ponte alle Grazie): attrice per il teatro, il cinema e la televisione, Graziosi sta portando in scena un monologo teatrale tratto proprio dal capolavoro di Atwood, con la regia di Graziano Piazza.

La serata si aprirà con un saluto di Barbara Leda Kenny, una delle fondatrici di Tuba, e si concluderà con una lettura di Va’, metti una sentinella (Feltrinelli) di Harper Lee a cura di Elena Radonicich (in collaborazione con Emons).

I video degli incontri rimarranno disponibili sul sito e sul canale YouTube del Salone del Libro di Torino anche dopo la messa in onda in streaming.

Rispondi