gigi proietti

Nel giorno dell’ultimo saluto a Gigi Proietti, si moltiplicano gli omaggi al grande attore romano. La città non può salutarlo come avrebbe voluto, date le attuali restrizioni dovute all’emergenza Covid.

Gigi Proietti, i funerali in diretta

Le celebrazioni sono iniziate ntorno alle 10 quando il feretro di Gigi Proietti ha lasciato la clinica alle spalle di villa Torlonia, e ha iniziato un breve giro nel cuore della città. La bara è arrivata in Campidoglio, dove ha ricevuto l’omaggio delle istituzioni, anche se ad attenderla non c’era la sindaca Virginia Raggi, bloccata in casa perchè positiva al Covid. La tappa successiva al Globe Theatre di Villa Borghese. In questo teatro che lo ha visto sin dalla sua inaugurazione appassionato direttore artistico, e che sarà a lui intitolato, Gigi Proietti sarà omaggiato da letture di artisti e riceverà il saluto del Teatro di Roma. Ultima tappa, a piazza del Popolo, per la funzione che si svolgerà nella Chiesa degli Artisti. Saranno presenti solo una sessantina di persone tra cui la moglie Sagitta, le figlie Carlotta e Susanna e gli ex alunni del suo amatissimo lavoratorio attoriale. Tutta la mattina di celebrazioni è coperta da una diretta Rai ora in corso.

Il bellissimo omaggio dell’Auditorium

Da ieri poi, un altro luogo importante per la vita artistica della città e anche di Gigi Proietti ha pensato a un ultimo abbraccio virtuale.

Le braccia spalancate che salutano il suo pubblico. Lo sguardo sorridente e luminoso in una delle sue repliche di Cavalli di Battaglia in Auditorium Parco della Musica.

È la foto scelta dalla Fondazione Musica per Roma per salutare il grande attore nel giorno del lutto cittadino. Sarà proiettata giovedì 5 novembre, a partire dalle 17.30, sulla cupola della Sala Sinopoli.

Un omaggio doveroso da parte della Fondazione Musica per Roma ad un artista che per anni ha calcato i palcoscenici dell’Auditorium. Divertendo e appassionando oltre 100 mila spettatori.

Rispondi