Il Gelato Festival sbarca a Villa Borghese. Oggi e domani, la gara a colpi di coni e coppette, tra 14 giovani talenti della gelateria europea.

Gusti innovativi, accostamenti inusuali, ingredienti curiosi come il popcorn: il tour del Gelato Festival 2019 fa tappa a Villa Borghese portando nella capitale i migliori 14 gelatieri artigianali “under 30” al mondo che si sfideranno all’ultima coppetta per la gara “Next Generation”. L’evento che per due giorni trasformerà la Città Eterna nella capitale del gelato si terrà in via delle Magnolie all’interno di Villa Borghese sabato 13 e domenica 14 aprile (orario dalle 11 alle 19). Sarà uno degli scorci più caratteristici di Roma, mèta di passeggio per residenti e turisti, ad ospitare il villaggio del Gelato Festival con 14 giovanissimi gelatieri provenienti da 7 Paesi (Belgio, Bulgaria, Croazia, Olanda, Spagna, Svezia e Ungheria), ognuno dei quali porterà in assaggio un gusto inedito. Tra questi il gelato al popcorn, alla pesca e basilico o al lampone speziato fermentato, il cheesecake all’arancia rossa e quello con limone e carote, il biscotto e caramello. E ancora: gelato alle mandorle caramellate e vaniglia, oppure alla mandorla e albicocca. Fuori gara ma in degustazione, invece, i gusti dell’Associazione Italiana Gelatieri selezionati da Eugenio Morrone.

Novità di quest’anno, verrà portato in tour il cucchiaino di Cosimo I de’ Medici, una riproduzione in argento – opera dell’artigiano orafo fiorentino Paolo Penko usando un autentico punzone del ‘500 – del primo cucchiaino da gelato della storia, con incisi lo stemma della famiglia Medici e i due simboli dell casata, la vela e la tartaruga. Domenica pomeriggio va invece in scena il cooking show dello chef stellato Massimo Viglietti (“Achilli al Parlamento”) che preparerà un piatto in abbinamento ai gusti della tradizione siciliana di Elenka.

La manifestazione è un’occasione unica per scoprire i segreti del mondo del gelato fra assaggi, iniziative a tema e laboratori didattici allestiti all’interno dei tre grandi food truck da 13 metri, incluso il “Buontalenti” che rappresenta il più grande laboratorio mobile di produzione di gelato al mondo. Un biglietto da 10 euro (ridotto per i bimbi sotto il metro) disponibile anche in prevendita sul sito, darà diritto all’assaggio di tutti i gelati in gara, nonché alla partecipazione alle attività del villaggio.

La tappa romana rappresenta una finale, poiché il vincitore della “Next Generation” si aggiudicherà un posto tra i 36 finalisti del Gelato Festival World Masters 2021, la sfida per i migliori gelatieri artigianali del pianeta. Si tratta del principale torneo internazionale di categoria – un percorso con centinaia di prove in quattro anni su cinque continenti, con giurie tecniche e popolari per aggiudicarsi il titolo di campione mondiale – ma anche un progetto di posizionamento strategico del gelato artigianale e di tutta la filiera.

Tutte le info:qui.

Rispondi