Home TUACITYMAG CONSIGLIA Fondazione Vela: “Insieme per tutti i bambini”

Fondazione Vela: “Insieme per tutti i bambini”

970
0
Fondazione La Vela

La Fondazione Vela è un motore di solidarietà in aiuto dell’infanzia. Un’ idea portata avanti con generosità ed energia da nove donne, che hanno a cuore il futuro dei bambini e quindi quello di tutti.

Nove donne, nove mamme romane, con una cosa in comune: un cuore che batte per i bambini in condizioni di disagio. Dall’Europa all‘Africa, al SudAmerica, il loro amore per l’infanzia in difficoltà ha travalicato confini, regalato speranze e costruito futuro. Sono loro: Anna Maria Faini, Rosalba Coletta, Patrizia Carlacci, Viana Arba, Maria Fanelli, Simonetta Mestici, Monica Micò, Marisa Ponti, e Rosa Foceri, il cuore pulsante e il motore inarrestabile della Fondazione Vela onlus.

Cuore di mamme, innanzitutto, cuore di donne che si preoccupano dell’infanzia e dell’adolescenza, laddove non se ne preoccupa nessuno, come scopriamo in questa bella intervista collettiva.

Andiamo a trovare le intraprendenti donne ai comandi della Fondazione Vela, in un pomeriggio di marzo, per capirne un pò di più. Ci danno appuntamento alla sede della Fondazione, nel cuore del quartiere Esquilino. Ci ritroviamo subito in un bell’ambiente accogliente, fatto di calore umano e curiosità per il mondo. E man mano che arrivano le ‘ragazze’, ci accorgiamo che più che un pomeriggio di lavoro, si tratterà di passare un pò di tempo a parlare con delle amiche affiatate, determinate e che si sono unite per un obiettivo comune.

L’amicizia, infatti, è alla base di tutto quello che è riuscita e riuscirà a fare la Fondazione Vela. L’amicizia e lo scambio di idee ed energie, il fare rete tra donne, il mettere in gioco tempo e creatività, per migliorare passo passo, donazione dopo donazione, serata benefica dopo serata benefica, il mondo.

Come nasce la Fondazione Vela?

Nasce dalla nostra amicizia. Si può dire che ci siamo conosciute sui banchi di scuola…dei nostri figli! Avevamo tutte i figli che frequentavano la stessa scuola, l’Istituto Pio XII dei Fratelli delle scuole cristiane. Ci siamo conosciute così e, a dire il vero, anche la Fondazione, o meglio la sua idea, è nata così. A scuola organizzavamo attività extrascolastiche per i ragazzi, all’oratorio, attività di intrattenimento, gare sportive. L’abbiamo fatto per tanti anni, mentre i nostri figli crescevano. Ci piaceva dare una mano così, ci divertivamo e avevamo la soddisfazione di vedere che quello che facevamo era davvero utile ai bambini e ai ragazzi.

Dalla scuola dei vostri figli come siete arrivate alla costituzione della Fondazione Vela?

A un certo punto, ovviamente, i nostri ragazzi sono cresciuti, sono usciti dalla scuola, ma ci rendevamo conto che tutte quelle attività, quel lavoro che avevamo fatto per tanti anni, era stato un buon lavoro, che aveva dato i suoi frutti, ne eravamo convinte. E così abbiamo pensato di fare un passo in più, di pensare a qualcosa di più grande, di aiutare un numero maggiore di bambini e ragazzi. Abbiamo messo insieme di nuovo la nostra amicizia, il nostro entusiasmo, le nostre energie e le nostre idee, e così è nata La Vela.

Che cosa fa esattamente la Fondazione Vela?

La Fondazione Vela ha un suo preciso obiettivo:aiutare i bambini e i ragazzi che si trovano in condizione disagiata, migliorare un pò le loro vite. Portare aiuti là dove c’è infanzia e adolescenza in difficoltà, questa è la nostra missione. Per raggiungere questo obbiettivo ci occupiamo di raccogliere i fondi necessari attraverso l’organizzazione di attività ed eventi, il cui ricavato va poi a finanziare i progetti che riteniamo più importanti.

Come scegliete i progetti da finanziare?

Noi ci impegniamo con il nostro tempo, le nostre energie, le nostre idee e le nostre reti a raccogliere fondi, e con questi fondi finanziamo solo i progetti che ci sembrano più interessanti, efficaci e affidabili. Scegliamo con cura cosa finanziare, perché vogliamo essere sicure che ogni centesimo che raccogliamo arrivi dove deve arrivare. Uno degli elementi importanti per noi, per scegliere cosa finanziare, è che siano progetti in cui sia presente uno o più referenti sul posto, per questo spesso il nostro canale di collaborazione è costituito da missionari che vivono in quei contesti e da cui parte l’iniziativa. Un aspetto che ci interessa molto, quando scegliamo cosa finanziare, è che il nostro aiuto non resti fine a se stesso, ma abbia la possibilità di generare utilità anche per il futuro. Per questo spesso ci concentriamo non solo su aiuti come il cibo o i vestiti, ma su asili nido, istruzione, formazione. Perché il seme gettato con i nostri fondi, possa dare fiori e frutti oggi, ma anche domani. Cerchiamo di fare il massimo con quello che raccogliamo. E ci siamo accorte che davvero, spesso con poco si può fare tanto, se i soldi vengono usati nel modo giusto.

Raccontateci qualche progetto realizzato grazie alla Fondazione Vela

Abbiamo finanziato ormai tanti progetti interessanti in giro per il mondo: in Europa, in Sudamerica, in Africa. In Ciad, per esempio, sosteniamo una scuola agricola che accoglie i ragazzi dei villaggi vicini, li forma sul piano teorico e pratico dando loro i mezzi per imparare a coltivare un terreno e renderlo fruttuoso. Quando iniziano a lavorare, con i proventi del loro raccolto, per prima cosa, si pagano gli strumenti che mette loro a disposizione la scuola, in modo che la scuola poi possa ricomprare strumenti per gli altri studenti. Solo descrivendolo si intuisce già quanto può essere utile e concreto un progetto come questo. “Aiutiamoli a casa loro”? Ecco, si fa così. Fornendo a questi ragazzi le conoscenze e i mezzi per emanciparsi dalla miseria e poter guardare al futuro con un pò di speranza. I ragazzi e le ragazze di questa scuola, una volta che avranno terminato il percorso di formazione, saranno in grado di trovarsi un lavoro e contribuire a mantenere oltre a se stessi, le loro famiglie. Ma di progetti così, in giro per il mondo, ne abbiamo finanziati diversi: in Brasile abbiamo portato l’acqua in una scuola costruendo un pozzo, in Madagascar abbiamo finanziato un’altra scuola, in Montenegro abbiamo sostenuto il progetto di un doposcuola interetnico portato avanti dalle suore francescane con l’intenzione di lavorare sulla pacifica convivenza e accettazione tra le varie componenti del mosaico etnico religioso che abita quella nazione agitata.

Vi occupate solo di progetti all’estero?

In realtà non è una scelta precisa, non c’è nessuna preclusione, è capitato. Il fatto è che, per il momento, ci sono stati proposti solo progetti all’estero, che abbiamo ritenuto veramente interessanti e affidabili. Inoltre, ci ha guidato anche un criterio pratico: guardando fuori dai nostri confini non solo c’è moltissimo da fare ma, quando si fa, basta veramente quello che per noi è poco, a cambiare delle vite. Insomma, con poco, si può fare tanto in molti paesi. Ma per noi non c’è nessuna differenza, a noi interessa essere utili all’infanzia e all’adolescenza in situazioni di disagio, saremmo veramente molto felici di finanziare progetti anche in Italia, su Roma per esempio. Aspettiamo solo proposte interessanti. Anzi, se qualcuno avesse qualche iniziativa da segnalarci, saremmo felici di vagliarle. Potete contattarci tramite la email: info@fondazionevela.it.

C’è ancora tanto da fare per aiutare bambini e ragazzi in difficoltà nel mondo, ma anche più vicino a casa nostra. E l’aiuto di tutti è prezioso. E importante. Ed è importante sempre, trovare un interlocutore affidabile, che si assicuri di far arrivare la generosità di chi dona, esattamente dove deve arrivare. Basta guardare i sorrisi dei bimbi aiutati dai progetti della Fondazione Vela, per capire quanto queste donne abbiano fatto per contribuire a costruire speranza e futuro in contesti in cui è difficile intravederli.

Se volete partecipare anche voi alle loro iniziative, o proporre progetti interessanti alla Fondazione Vela Onlus, contattatele all’e-mail:info@fondazionevela.it o al tel.: +39 339.4972602. Per rimanere aggiornati su tutti loro eventi e iniziative, potete seguirle sul sito
http://www.fondazionevela.it/ e sulla loro pagina facebook: qui.

Per donare il vostro 5X1000:

fondazione la vela

#TuaCityMag #Adv

Rispondi