Ficarra e Picone nuovo film Santocielo

Esce giovedì 14 dicembre, in sala, giusto in tempo per Natale 2023 al cinema, il nuovo film di Ficarra e Picone: “Santocielo”. Un titolo che segna anche una tappa importante perché cade nel momento in cui i due comici siciliani stanno festeggiando anche con questo film del 2023, i 20 anni di brillante carriera, tra tv, teatro e cinema.

Abbiamo visto in anteprima e ascoltato le parole degli stessi Ficarra e Picone sul nuovo film Santocielo. Rispondendo alle domande dei giornalisti, i due sceneggiatori e protagonisti, che hanno lasciato invece la regia a Francesco Amato, hanno approfondito le tante tematiche toccate dalla loro bella commedia.

Santocielo è un film con una trama bizzarra e protagonisti sopra le righe, ma la cifra di Ficarra e Picone spesso tocca con grazia il registro del surreale e anche in questo caso il risultato è molto godibile.

Santocielo, di cosa parla il nuovo film di Ficarra e Picone

Un angelo pasticcione (Valentino Picone), per delibera dell’assemblea del Paradiso viene mandato da Dio (Giovanni Storti) sulla terra, a salvare l’umanita. L’angelo deve trovare la prescelta e “ingravidarla” col solo tocco della mano di un nuovo Messia. Ma quello che finisce per toccare è un professore di matematica misogino e bacchettone, con una vita piena di fallimenti. Non vi sveliamo di più sulla trama per non togliervi il piacere di scoprirla al cinema in questo Natale 2023, ma il film è molto divertente e da quell’errore iniziale nasceranno una serie di esilaranti conseguenze. Intanto vi raccontiamo cosa ci hanno detto Ficarra e Picone del loro film Santocielo.

Ficarra e Picone raccontano il nuovo film: “Non si possono mettere regole sull’amore”

“Sia noi che il regista avevamo in mente un film sugli angeli, e alla fine è arrivata l’idea giusta. E’ un film che parla di tanti temi attuali. Sicuramente parla d’amore. Il mio personaggio”, dice Salvo Ficarra,” cerca l’amore sin dall’inizio e a un certo punto scopre che ce l’ha dentro di sé, anche se si chiede come è possibile? Ma se ci pensiamo ogni volta che l’amore arriva nella nostra vita ci chiediamo: “com’è possibile?!”, poi c’è il tema del pregiudizio. Il personaggio di Valentino Picone è un personaggio che pregiudica gli esseri umani, poi fa un percorso, si umanizza e comprende meglio così anche la sua mission”.

Film Santocielo: Maria Chiara Giannetta e Barbara Ronchi due personaggi femminili accanto a Ficarra e Picone

“Le due figure femminili sono bellissime”, sottolineano Ficarra e Picone. “Quella della giovane suora interpretata da Maria Chiara Giannetta che non capisce, ma sente un’affinità, riconosce qualcosa in quello che ha davanti. Poi c’è il personaggio di Barbara Ronchi a cui tutti ci siamo affezionati: una psicologa che non ne azzecca una su se stessa. E attraverso di lei si sviluppa anche il racconto del fatto che ci può essere amore anche nella separazione. E poi c’è il tema dei diritti, una delle domande che pone questo film: è giusto regolamentare l’amore? Decidere che cos’è la famiglia?”

“In tema di pregiudizi, secondo me”, dice Valentino Picone, “c’è anche quello che raccontiamo nel modo in cui in un piccolo paesino sperduto, popolato solo da anziani viene presa la più incredibile delle situazioni. Certe volte pensiamo che le persone, solo perché anziane siano retrograde, invece la verità è che spesso chi ha più esperienza, conoscenza di vita, in una parola la saggezza, accoglie le cose con molta più apertura e naturalezza di quanto ci si immagina a causa dei pregiudizi. L’amore è la cosa più naturale del mondo. Il film parla dell’abbattimento dei pregiudizi. Tutti i personaggi hanno pregiudizi, perfino Dio verso l’umanità”.

 “Famiglia è dove c’è amore”

Sicuramente, il tema al centro del film è comunque quello del concetto di Famiglia. “Penso che la famiglia sia dove c’è amore. Poi da chi e da quante persone è composta è una cosa secondaria. E non credo di possa mettere una regola sul concetto d’amore” dice Ficarra e Picone risponde invece su un altro tema proposto dal nuovo film Santocielo: la religiosità.

“La religiosità di Santocielo secondo me riguarda un concetto interiore. Dice il personaggio di Maria Chiara Giannetta “Pregare ci fa stare bene”, la fede va a riempire qualcosa che hai dentro”, e continua: “Non so perché nei nostri film ci sono stati sempre preti, nell’ultimo ho fatto il prete e credevo di fermarmi lì. Io tra l’altro ho fatto il chierichetto. E qui mi sono ritrovato a fare l’angelo. Credo che il tema della religione sia interessante, perché anche qui, permette di scavare e scoprire che il mondo legato alla religione e alla spiritualità è molto più progredito di quello che noi pensiamo. E’ l’interpretazione degli uomini che la vuole arretrata, mettendo le solite barriere, i soliti muri”.

Quando esce il film di Ficarra e Picone di Natale 2023

Arriva nei prossimi giorni in sala Santocielo il film di Natale 2023 di Ficarra e Picone. La data di uscita nei cinema è infatti giovedì 14 dicembre. Si tratta di uno dei titoli più attesi delle feste natalizie e sicuramente punta a un ottimo risultato al botteghino, anche considerando che i numeri dicono che il pubblico, finalmente, è tornato in sala. Il film godrà di una distribuzione importante, garantita da Medusa e sarà visibile in tantissimi cinema sparsi in tutta Italia.

Rispondi