decreto ristori

Fase 2, oggi in Senato si discuterà una mozione sulla necessità di sostere il lavoro per le donne, sulle cui spalle sta gravando la crisi economica legata all’emergenza sanitaria

Fase 2, che ne sarà del lavoro delle donne? La preoccupazione sul tema è molta.

La crisi economica che segue l’emergenza sanitaria rischia di lasciare a casa moltissimi lavoratori, ma ancor di più lavoratrici. Le ragioni sono moltissime, con le scuole ancora chiuse in molte famiglie ci si dovrà organizzare per rimanere a casa con i figli e la scelta in molti casi ricardrà sulle donne, non foss’altro che per la differenza di retribuzioni, che ancora sussiste rispetto agli uomini.

Inoltre, già in condizioni non emergenziali, le donne si trovano più degli uomini ad occupare posizioni lavorative precarie che in un momento di crisi economica, sono le prime ad essere a rischio. Insomma, i motivi per ragionare sul lavoro delle donne nella Fase 2 non mancano, ed è per questo che oggi pomeriggio in Senato si discuterà una mozione sul tema. Tra le misure a sostegno del lavoro delle donne nella fase 2 che saranno discusse in Senato, come spiega la senatrice Valeria Valente firmataria della mozione a Repubblica , c’è la proposta del riconoscimento economico del lavoro domestico (per uomini e donne), ma anche un ripensamento dei congedi parentali e una regolamentazione diversa dello smart working, modalità lavorativa che già prima del lockdown vedeva impegnata una maggioranza di lavoratrici donne.

Rispondi