Home Economia e Lavoro Fare branding con le tazze personalizzate con logo

Fare branding con le tazze personalizzate con logo

173
0

Le tazze personalizzate rappresentano un must nel mondo dei gadget promozionali, e possono essere sfruttate dalle aziende per fare branding. Stiamo parlando di un vero e proprio evergreen, soprattutto se declinato nella versione mag: la tazza che può accogliere un buon tè o il caffè americano, ma anche una tisana e, ovviamente, ogni altro genere di bevanda. Le tazze si fanno apprezzare, tra l’altro, anche per il loro valore ecologico, un po’ come le borracce, dal momento che permettono di ridurre in modo significativo il ricorso ai supporti in plastica come i bicchieri.

I vantaggi offerti dalle tazze

Le tazze regalano numerosi benefici sia dal punto di vista pratico che sul piano economico: per esempio, possono essere messe senza problemi in lavastoviglie, dal momento che le tecniche più recenti assicurano una consistente resistenza del colore. La versatilità è un altro punto di forza che merita di essere messo in evidenza: una tazza, infatti, potrebbe essere utilizzata anche come contenitore portapenne, ovviamente molto originale. Insomma, le tazze personalizzate, soprattutto se accostate a gadget come le shopper o gli articoli di cancelleria, rappresentano la soluzione più utile e spontanea per fare branding con efficacia e in modo semplice.

Quali tazze scegliere

Nel novero delle tazze personalizzabili con logo che il mercato mette a disposizione, sono decisamente di tendenza i modelli dotati di superficie termosensibile: sono, per intenderci, quelle dotate di fondo nero che cambiano colore quando si versa al loro interno una bevanda calda. A quel punto viene mostrato un disegno che rivela il brand. Come si può facilmente intuire, si tratta di una tipologia di tazza alquanto originale. Non meno apprezzabili sono le tazze che presentano una superficie a effetto lucido e cromato, con il logo che è in risalto, tra colori che contrastano, in virtù della tecnica di sublimazione. La tazza può essere personalizzata con l’aggiunta di tonalità cromatiche fluo, che hanno la peculiarità di poter essere viste senza difficoltà anche quando è buio. In alternativa si può pensare di lasciare l’esterno bianco e prevedere vari colori all’interno. Nulla vieta, poi, di colorare anche il manico.

Le tazze e gli altri gadget da personalizzare

Ma dove si potrebbero comprare le tazze da personalizzare? Per esempio sul sito Gadget365, che da diversi anni propone ai propri clienti un assortimento decisamente eterogeneo di proposte a cui attingere per l’acquisto di gadget promozionali. Prezzi bassi e alta qualità: è questo il binomio vincente che caratterizza questa realtà che ha sede a Gorla Minore, in provincia di Varese, e che si avvale della collaborazione con fornitori asiatici per offrire la massima convenienza.

La sublimazione

La sublimazione è una delle tecniche di lavorazione che vengono usate più di frequente per personalizzare le tazze, a maggior ragione quando si tratta di tazze di porcellana. Questa tecnologia, infatti, è in grado di trasferire immagini e colori, più o meno complesse, in modo che gli stessi rimangano impressi sulla superficie. Il colore liquido ha la capacità di sublimare in gas, e di conseguenza può essere applicato nei punti in cui è necessario con la massima precisione. Ne deriva un risultato perfettamente visibile e di alta qualità; questa tecnica, per altro, si dimostra altamente performante quando c’è bisogno della quadricromia sui fondi bianchi. Una soluzione alternativa alla sublimazione può essere individuata nella tampografia, che ha il pregio di richiedere tempi più brevi. Con la tampografia, in sostanza, il logo o l’immagine vengono trasferiti direttamente sulla superficie della tazza. Vista la rapidità di lavorazione, si possono ottenere risultati in serie; c’è, però, la controindicazione che la colorazione è una sola. Per le rifiniture monocromatiche più piccole si può fare riferimento, infine, alla tecnica del laser.

Tazze piccole o grandi?

Come si è accennato in precedenza, la tradizionale mug è una delle tazze che vengono più richieste. Nulla vieta comunque di optare per le classiche tazzine da caffè con tanto di cucchiaino e piattino, sempre in ceramica. Le tazze di ceramica, in effetti, sono in grado di trattenere il calore in modo impeccabile, grazie al materiale resistente con cui sono realizzate: sinonimo di versatilità e longevità. In alternativa, si possono scegliere i modelli in acciaio inox o in alluminio, che si collocano a metà strada tra una tazza vera e propria e una borraccia termica.

Rispondi