torino
torino

L’Estate Italiana di Tua Cityu Mag oggi vi porta in una città ricca di storia, fascino, arte e buon cibo. Parliamo di Torino. Per scoprire tutti i tesori, conosciuti e nascosti della città, ci facciamo guidare da Federica Olrandi, torinese doc, che ci svela i lati più belli e a volte più nascosti di Torino.

Federica, raccontaci qualcosa del tuo territorio, cosa lo rende speciale? Perché dovremmo venire a scoprirlo quest’estate?

Il Piemonte è un territorio meraviglioso, ma forse poco considerato come meta per le vacanze estive. Io credo invece possa essere l’incontro perfetto tra relax, arte, cultura, sport e buon cibo. Ed è per questo motivo che mi sento di consigliarlo a chiunque voglia trascorrere delle bellissime vacanze. Che si tratti di pochi giorni o di un periodo più lungo.

Il capoluogo Torino, in particolare, è una città splendida, e chiunque la visiti ne rimane affascinato. Girare il centro a piedi, percorrere i lunghi portici per ripararsi dal sole (o dalla pioggia), sostare in uno dei tanti parchi cittadini, rinfrescarsi e bere al Toret, le mitiche fontanelle verdi. E poi, ancora, visitare mostre e musei. Salire fino a Superga per visitare la Basilica e ammirare Torino dall’alto. Fermarsi a prendere un aperitivo in una delle storiche piazze. E cenare in una delle tante piole tipiche facendo un assaggio di tutti gli antipasti della tradizione. Questo e molto alto si può fare in una vacanza a Torino che ha davvero molto da offrire ai turisti!

Quali sono le cose da vedere assolutamente a Torino secondo te?

Se venite in vacanza a Torino non potete assolutamente perdervi:

la Mole Antonelliana, simbolo della città, con all’interno il Museo del Cinema, il cui allestimento espositivo è talmente unico e particolare da renderlo adatto e piacevole sia per gli adulti che per i bambini; prima di uscire, non dimenticate di prendere l’ascensore panoramico (realizzato in cristallo trasparente) per salire a 85 metri di altezza e godervi la vista di Torino dall’alto!

il Museo Egizio, secondo al mondo per grandezza dopo quello de Il Cairo, è stato da poco rinnovato per rendere l’esperienza di visita ancora più piacevole; è uno dei musei più amati da turisti e non, un vero e proprio viaggio nel passato alla scoperta della meravigliosa civiltà egizia.

la Reggia di Venaria, una delle residenze sabaude, considerata patrimonio dell’Unesco. I giardini che la circondano sono altrettanto belli da visitare, volendo a bordo di un simpaticissimo trenino apprezzato da grandi e piccoli!

la Basilica di Superga che sorge sull’omonimo colle, facilmente raggiungibile in auto oppure con la “dentiera”, la storica tranvia che parte dal quartiere Sassi. Dall’alto si può ammirare una vista unica su tutta la città (il tramonto è il momento ideale)! Potete visitare gli interni della Basilica, salire sulla cupola e, sul retro del complesso, fermarvi al monumento in onore del grande Torino, che ricorda le vittime della tragedia del 1949.

il Parco del Valentino, uno dei polmoni verdi della città. Al suo interno potete fare una passeggiata nel borgo medievale, una ricostruzione molto ben fatta e davvero realistica. Con la sua rocca ispirata ad alcuni castelli del Piemonte, oppure ammirare il giardino roccioso, una vera e propria oasi di tranquillità con ruscelli, stradine, panchine e aree fiorite. Il luogo perfetto per un bel pic-nic o per un momento di relax!

le Piazze e i Caffè Storici, sono da sempre grande orgoglio per i torinesi. Piazza Castello, il cuore del centro cittadino con il suo Palazzo Reale, Piazza San Carlo, il salotto della città con le due chiese gemelle, Piazza Vittorio, con i suoi palazzi porticati e la vista del fiume Po, Piazza Carignano, simbolo del Risorgimento italiano. Ognuna di queste piazze ha i suoi caffè storici che dovete assolutamente ammirare con la scusa di fermarvi per una pausa caffè.

I piatti o i prodotti tipici da assaggiare se veniamo in vacanza da quelle parti?

Se venite a Torino dovete assolutamente fermarvi a mangiare in una delle sue tipiche piole. Ecominciare il pasto con un giro di antipasti: vitello tonnato, le acciughe o i tomini al verde, la carne all’albese, l’insalata russa…E questo solo per cominciare!

Un piatto tipico della tradizione è la famosa Bagna Caoda che vi consiglio di mangiare solo se non avete in previsione incontri romantici, altrimenti optate per i plin, piccoli ravioli di pasta all’uovo, ripieni di carne o verdura! Se invece avete lo stomaco forte non potete perdervi il classico fritto misto alla piemontese. Niente a che vedere con il pesce, ma si tratta di diverse portate, dall’antipasto al dolce, tutto rigorosamente fritto! Per terminare in bellezza una buonissima fettina di Bonet, un budino a base di cioccolato e amaretti. Insieme al caffè, poi, fatevi portare il Bicerin, che in piemontese significa “bicchierino”, una nota bevanda analcolica torinese a base di caffè, cioccolato e latte (si dice fosse la preferita del conte Camillo Benso di Cavour!).

Le esperienze più belle da fare?

A Torino si trovano numerosi tour organizzati che portano i visitatori alla scoperta della città in maniera inedita! Torino Sotterranea e Torino Magica, ad esempio, entrambi dell’agenzia Somewhere, sono due itinerari a piedi che, scendendo nelle gallerie di Pietro Micca nel primo e passeggiando per le vie del centro il secondo, vi daranno l’occasione di conoscere i segreti più nascosti della città!

Verso sera, poi, vi consiglio di godervi il tramonto sorseggiando un drink o cenando a 150 mt di altezza, sulla sommità del recente grattacielo Intesa Sanpaolo. Il Piano35, infatti, è sia Lounge Bar che ristorante stellato e offre ai propri clienti un’esperienza davvero unica!

Qual è in assoluto il tuo posto del cuore e perché è il tuo luogo preferito?

Il mio posto del cuore è il Quadrilatero Romano, zona storica e pedonale nel centro di Torino. Amo perdermi nelle sue vie lastricate, imbattermi in negozietti particolari, pranzare con una crepe, una fetta di pizza o un tiramisù da asporto.

Ammirare i palazzi medievali e sedermi su una panchina in una delle piccole piazze, vedere i resti della civiltà romana tra le rovine del teatro e la ben conservata Porta Palatina. Prendere un aperitivo in uno dei tantissimi locali che la popolano.

Poco più in là il mercato di Porta Palazzo (il mercato all’aperto più grande d’Europa) con la sua multiculturalità. E banchi di prodotti provenienti da tutto il mondo. E, all’interno della piazza, troviamo il nuovissimo Mercato Centrale. Una struttura di 4.500 mq divisa su tre piani con 28 botteghe degli artigiani, aule didattiche, laboratori e uno spazio dedicato agli eventi. Proseguendo per Borgo Dora alle spalle di Porta Palazzo, ogni sabato è possibile imbattersi nel Balon (e ogni seconda domenica del mese nel Grand Balon), famosissimo mercato dell’usato e dell’antiquariato, meta di collezionisti, appassionati e curiosi, con bancarelle e negozi con ogni sorta di mobile, soprammobile e oggetto vintage, vestiti second hand, vinili, libri e riviste d’epoca.

Un posto davvero poco conosciuto delle tue parti che merita una visita, e perché?

Quando si parte alla scoperta di una città nuova, difficilmente viene in mente di andare a curiosare al cimitero. Il Cimitero Monumentale di Torino, invece, merita una visita perché ricco di tombe di personaggi famosi e luoghi avvolti da leggende e mistero. La Civetta di Torino, ad esempio, organizza dei tour guidati alla scoperta di ogni angolo del cimitero e vi incanterà raccontandovi storie tra mito e realtà, tra personaggi realmente esistiti e leggende metropolitane, sempre con grande attenzione alla storia e all’arte, ma con un mix di pittoresco di sacro e profano, facendovi scoprire tante curiosità sulla città che passano proprio attraverso questo luogo.

Se in quest’estate 2021 volete visitare altre città d’arte, consultate anche le tappe dell’Estate Italiana a Firenze e a Milano.

Rispondi