Site icon Tua City Mag

Elezioni Roma, ballottaggio: Roberto Gualtieri, il programma

elezioni roma ballottaggio roberto gualtieri programma

Ci siamo, la capitale sta per conoscere il nome del suo nuovo sindaco. I romani sono chiamati ad esprimersi nell’ultimo atto di queste elezioni di Roma, attraverso il ballottaggio tra Roberto Guarnieri ed Enrico Michetti.

I due candidati messi in campo rispettivamente dalla coalizione di centrosinistra e da quella di centrodestra, sono arrivati al secondo turno, raccogliendo circa il 30% dei suffragi l’uno (Michetti), il 27% l’altro (Gualtieri).

In questo ballottaggio per il sindaco di Roma saranno fondamentali due fattori: portare alle urne almeno una parte di quei romani che le hanno disertate domenica  4 ottobre (circa il 50% degli aventi diritto), e convincere chi aveva votato per gli altri due candidati in campo: Carlo Calenda e Virginia Raggi. Chi sarà riuscito nell’impresa, lo capiremo da come finirà il voto di domenica 17 e lunedì 18 ottobre.

Se avete dubbi su chi votare, alla vigilia dell’apertura dei seggi, Tua City Mag vi propone una breve sintesi dei programmi dei due candidati a sindaco di Roma.

Il programma di Roberto Gualtieri sindaco di Roma

Al centro del programma di Roberto Gualtieri candidato sindaco di Roma è l’idea della ‘Città in 15 minuti’.

Un’idea piuttosto avveniristica partendo dal dato di fatto della complessità e dei guai della capitale di oggi.

Ma vediamo nel dettaglio, cosa vuol dire esattamente ‘la città in 15 minuti’? Quali sono le idee di Roberto Gualtieri per Roma?

La città dei 15 minuti è, di fatto, l’idea di una città policentrica. In cui i servizi non siano concentrati in zone centrali, anche dei singoli municipi, ma siano il più possibile decentrati, in modo da arrivare in tutte le zone della città.

Questo si potrà attuare, secondo Gualtieri, attraverso un decentramento amministrativo, riconoscendo più competenze ai municipi.

Andando sulle note più dolenti, come affronterebbe Roberto Gualtieri l’enorme questione dei rifiuti?

L’dea del candidato del centrosinistra è quello di potenziare il più possibile la raccolta differenziata. E nel frattempo dotare Roma di propri impianti di trattamento e riciclaggio dei rifiuti in modo da arrivare all’autonomia in 5 anni.

Nel frattempo, si promette anche un sostanzioso taglio della TaRi.

Per quanto riguarda i trasporti, si punta sul ferro, potenziando la rete tamviaria, terminando la metro C e prolungando l’orario di servizio notturno della A e della B (che si vuole prolungare fino a Casal Monastero). E poi, mobilità sostenibile con l’aumento delle piste ciclabili.

Per la gestione dell’ingente patrimonio culturale della città, si prevede di creare in Campidoglio un apposito Consiglio per la Cultura.

Oltre a questo, in tutti i territori della città ci si impegnerà per la riqualificazione di spazi pubblici abbandonati, per trasformarli in spazi culturali o di socialità, potenziando al contempo la rete delle biblioteche comunali.

Ampio spazio nel programma del candidato sindaco di Roma Roberto Gualtieri è dedicato all’economia circolare e la rigenerazione energetica. Mentre il verde pubblico sarà salvato potenziando il Servizio Giardini.

Si propone di potenziare anche gli spazi di coworking, per incentivare e rafforzare lo smartworking e tenere aperte più scuole possibili nell’orario pomeridiano.

Ci si impegna in un’opera di riqualificazione dell’edilizia scolastica. Sugli asili, altro servizio sicuramente insufficiente a Roma, ci si impegna ad aumentare i posti disponibili e ci si pone l’obbiettivo della gratuità del servizio.

Per i giovani,  si prevede la possibilità di accesso a servizi ed eventi, come trasporti pubblici e musei, a prezzi scontati.  E l’istituzione di un ‘sindaco della notte’ e di un coordinamento di sicurezza da istituire nei municipi, per gestire la ‘mala movida’.

Su tutto questo l’idea di proporre un ‘Patto per Roma’, con regione e stato per riconoscere maggiori poteri e risorse per la gestione della capitale.

Il programma completo di Roberto Gualtieri candidato sindaco di Roma del centrosinistra lo trovate qui.

Exit mobile version