Home Storie DRESS FOR SUCCESS: LA BOUTIQUE CHE REGALA UNA NUOVA CHANCE ALLE DONNE...

DRESS FOR SUCCESS: LA BOUTIQUE CHE REGALA UNA NUOVA CHANCE ALLE DONNE IN DIFFICOLTA’

5109
0
dress for success

Se Cenerentola fosse andata al ballo vestita di stracci, di sicuro per lei non ci sarebbe stato nessun lieto fine. Se Diana Prince non indossasse il suo costume, non potrebbe trasformarsi in Wonder Woman e usare i suoi poteri contro i cattivi della terra. Insomma, se è vero che l’abito non fa il monaco, è anche vero che ci sono situazioni particolari in cui il vestito adatto fa la differenza. Tanto più in contesti professionali davanti ad interlocutori che sono lì a valutarci e sui quali, lo dice la scienza, non abbiamo a disposizione che pochi secondi per fare la nostra, determinante, prima impressione.

Consapevole di tutto questo, e per correre in aiuto a donne che per diversi motivi si trovano in situazioni difficili e i cui problemi non le aiutano certo a dare la migliore buona impressione possibile, è l’associazione Dress For Success,ovvero “Vestiti per il successo”, la cui prima sede italiana è stata aperta da qualche giorno a Roma, in via del Casaletto 400, nella Valle dei Casali.

A parlarci dell’ interessante iniziativa, è colei che l’ ha lanciata, Francesca Jones. “Dress for Success è un’organizzazione internazionale, nata nel 1996 negli USA e che ora conta 152 filiali in 30 Paesi diversi. La nostra sede a Roma, è la prima ad aprire in Italia. La nostra ‘mission’ è aiutare le donne in situazioni svantaggiate a ritrovare innanzitutto fiducia in se stesse e a ripartire per arrivare conquistare un’indipendenza economica, con tutto quello che significa. Per raggiungere questo obbiettivo offriamo, alle donne che si rivolgono a noi, diversi servizi, a cominciare dal cosidetto “suiting“.

Le donne che seguiamo, dai 18 ai 60 anni e che si trovino in situazioni difficili, disoccupate da almeno 4 mesi, possono venire qui e scegliersi l’abito adatto per affrontare il colloquio, quello che sta loro meglio ma anche quello che si sentono meglio addosso, in modo da poter arrivare all’ importante appuntamento del primo colloquio di lavoro fiduciose e a loro agio con se stesse. Se poi dovessero trovare lavoro, per un periodo di tempo, in caso di necessità, la nostra particolare boutique rimane comunque a loro disposizione. Gli abiti che forniamo sono nuovi o seminuovi, donati da privati e aziende, e stiamo creando una rete di volontari che abbiano competenze anche nel settore moda, che possano fornire alle donne che si rivolgono a noi, anche consulenze di stile.”

Ma il mantello di Wonder Woman, non fa altro che tirare fuori i superpoteri che sono già dentro di lei, anche quando veste i grigi panni di Diana Prince. E anche a questo può pensarci Dress For Success: ricordare alle donne in difficoltà che i loro superpoteri sono lì dentro di loro, che attendono di essere scoperti e usati.

“La possibilità di avere l’abito adatto per il colloquio di lavoro è importante, ma è solo una parte del lavoro che svolgiamo con le donne che ci vengono a trovare.” spiega Francesca Jones “A parte la boutique, infatti, abbiamo altri due servizi,:il Career Center, già attivo e il Professional Women Group, in partenza. Con il Career Center stiamo aiutando le donne per tutta quella fase che in genere precede il tanto desiderato colloquio. Le affianchiamo nella focalizzazione delle loro competenze, nel rafforzamento della fiducia nelle loro capacità, nella stesura dei curriculum, nella ricerca di possibilità lavorative. Le accompagnamo insomma in tutta quella fase difficile e a volte frustrante, per chi è fuori dal mercato del lavoro da tempo, che è la ricerca di nuove opportunità.Ma una volta trovato lavoro, continueremo ad affiancare le donne che si rivolgono a noi attraverso workshop e seminari che hanno come obbiettivo aumentare e potenziare le loro competenze e renderle sempre più sicure.”

Chi si può rivolgere a Dress For Success?

“Il centro è aperto da soli cinque mesi. Per ora le donne che si sono rivolte a noi, che devono essere disoccupate da minimo 4 mesi, ci hanno trovato tramite i centri di accoglienza e i social, e le stiamo seguendo mettendo a disposizione una rete di volontari che contiamo di allargare sempre di più. Se qualcuno fosse interessato a darci una mano, cerchiamo persone che abbiano competenze nel coaching, nelle dinamiche aziendali, nella consulenza, ma anche nella moda. Ci occupiamo con il nostro lavoro di tematiche attuali, di problemi molto diffusi nella nostra società: c’è bisogno di aiutarci, di fare rete. Noi puntiamo sull’indipendenza economica che può’ dare alle donne la forza di decidere della propria vita e di liberarsi anche da eventuali situazioni difficili.”

Rispondi