Takemusu  Dojo, situato in via Kossuth 13 in zona Portuense, sarà l’epicentro di un evento unico, sabato 9 marzo, dalle 16 alle 19. Donne Vino Sake è un’occasione straordinaria per celebrare e valorizzare il contributo delle donne nel mondo affascinante e dinamico del vino e del sake. L’evento propone un programma coinvolgente, riunendo figure di spicco tra giornaliste, influencer, sommelier specializzate in vino e sake, e dinamiche viticoltrici. Si parte con un talk coinvolgente, offrendo alle donne l’opportunità di condividere storie, prospettive e successi in un settore spesso dominato da voci maschili. A condurre il talk la giornalista Valentina Di Nino e tra gli ospiti Floriana Giardino, Maria Romana Barraco, Maria Cristina Massaro e altre. La peculiarità distintiva di “Donne Vino Sake” risiede nella profonda esplorazione delle similitudini tra il mondo vinicolo e quello del sake.

Questo evento innovativo si prefigge di mettere in luce le affinità sorprendenti tra le due tradizioni, sottolineando i legami che spesso sfuggono all’occhio comune. Interessantissima sarà la degustazione guidata, un’esperienza sensoriale unica che consentirà ai partecipanti di immergersi nei bouquet sofisticati di tre selezionati vini e tre raffinati sake. Il tutto sarà sapientemente abbinato a sapienti accostamenti gastronomici, enfatizzando la sinergia tra bevande e elementi food.

“Donne Vino Sake” si preannuncia come un incontro straordinario, dove l’ispirazione e la scoperta si fondono per creare un’esperienza memorabile. Un’opportunità imperdibile per gli appassionati di vino e sake, nonché per coloro che desiderano esplorare il ruolo significativo delle donne in questi settori affascinanti. Un’occasione particolare per immergersi nelle similitudini che uniscono il mondo del vino e del sake. Due tradizioni millenarie, apparentemente distinte, rivelano sorprendenti paralleli nel loro processo di produzione. La cura meticolosa, la selezione delle materie prime e la maestria artigianale con cui vengono creati sia il vino che il sake emergono come elementi unificanti. Attraverso questa celebrazione unica, intendiamo approfondire la comprensione delle connessioni sottostanti tra queste bevande, invitando gli appassionati a scoprire l’arte e la scienza comuni che permeano entrambe le tradizioni. Nel corso del talk e della degustazione guidata, illustreranno le sfumature aromatiche e gustative che accomunano queste due eccellenze. Un’occasione unica per esplorare le similitudini nei profili di gusto, nella complessità sensoriale e nei processi di fermentazione, creando un ponte tra il mondo vinicolo occidentale e la tradizione giapponese del sake.

Donne Vino Sake, la loacation: il Takemusu Dojo, un frammento di Giappone nel cuore di Roma

“Donne Vino Sake” si propone così di avvicinare gli intenditori e gli appassionati a una comprensione più approfondita delle connessioni inaspettate tra vino e sake, il tutto in una location piena di fasciono, il Dojo creato da  Carlo Cocorullo, V Dan e Maestro di Aikido che  ha fondato il suo dojo otto anni fa e da allora è stato sempre in prima linea nella promozione di quella che è la vera anima di un posto poliedrico in cui praticare arti marziali, scoprire le mille sfumature del Giappone tra cultura, teatro Kyogen, Ikebana e altro. Contenitore di concept, eventi, exhibit e laboratori incentrati sul mondo nipponico, il Takemusu Dojo è il posto perfetto per un evento all’insegna delle cultura e delle connessioni tra italia e Giappone come i paralleli di vino e Sakè. Basta varcare la soglia, sfiorare la delicatezza delle porte in carta di riso per sentire nel profondo le meraviglie di un mondo lontanissimo. L’associazione sportiva dilettantistica Takemusu Aikido Roma, è nata con lo scopo di promuovere e diffondere il Takemusu Aikido. I soci fondatori sono praticanti di aikido che attraverso la sinergia della competenza culturale e tecnica promuovono l’aikido attraverso corsi, manifestazioni, eventi e partecipazione a stage nazionali ed internazionali.

RispondiAnnulla risposta