dog film festival

Sono online i bandi per partecipare e iscriversi al primo Dog Film Festival. La rassegna cine-letteraria dedicata all’universo del Cane nelle sue relazioni con il mondo degli umani.

Tre le categorie in concorso, Producers, Lovers e Writers, che saranno giudicate da tre differenti giurie.

Producers: la sezione è rivolta a registi, produttori, distributori e videomakers. Si possono iscrivere lungometraggi per il cinema e la tv, anche di animazione o in versione seriale, cortometraggi (max 30 min.) e documentari. Sono ammesse a concorrere produzioni uscite in sala, in tv o in circuito home video. Dal gennaio 2018 in poi, anche se già presentate o premiate in altri Festival. Le Opere iscritte alla sezione Producers saranno valutate dalla Giuria Cinema del Festival, presieduta da Giampaolo Sodano, e concorreranno per l’assegnazione degli Awards di categoria. L’iscrizione avviene tramite la piattaforma Filmfreeway.

Lovers. Tutti gli appassionati ed amanti del mondo Cane hanno comunque la possibilità di partecipare al Dog film festival. Caricando i propri video di massimo 30 secondi direttamente sul sito, nell’apposita sezione. Il Video Contest sarà aperto sul canale YouTube del Festival dal 5 al 25 giugno; saranno i voti della community social a decretare il vincitore dei DFF Clip Awards.

Writers. La sezione è rivolta agli autori e a tutti coloro che hanno voglia di raccontare storie che hanno un cane protagonista o co-protagonista della vicenda. Possono essere brevi racconti, sceneggiature, scritti teatrali, saggi o altro purché non superino le quindicimila battute, spazi inclusi. Le Opere iscritte alla sezione Writers saranno valutate anche dalla Giuria Letteraria del Festival, presieduta da Paolo Petroni, e concorreranno e concorreranno all’assegnazione dei DFF Writers Awards. Anche in questo caso si possono iscrivere e caricare le opere direttamente sul sito ufficiale.

Due saranno invece le sezioni fuori concorso, con opere scelte direttamente dall’organizzazione del festival:

DFF Heritage, dedicata a premiare il valore culturale di produzioni audiovisive che hanno fatto la storia dei cani nel cinema e nella televisione; inoltre DFF Civil Servants, dedicata a premiare il valore dell’intervento dei cani nella società civile in tre ambiti specifici. Therapy: per le attività svolte a supporto di percorsi di recupero terapeutico-sanitario; b) Security: per le attività svolte a supporto di attività di investigazione, prevenzione e controllo. E anche Search and Rescue: per le attività svolte a supporto di operazioni di pronto intervento e soccorso.

L’iniziativa, ideata da Artix, gode del patrocinio di Croce Rossa Italiana e FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani)

Rispondi