Marina Cicogna David di Donatello
Marina Cicogna David di Donatello

“Protagonista fiera e anticonformista, intellettuale e avventuriera del cinema e dell’arte, Marina Cicogna, nata in una famgilia intessuta di passione per la settima arte, ha segnato senza alcun dubbio la storia del nostra cinematografia e del costume. Ribelle chic, pioniera in un lavoro, quello del produttore, tutto maschile, ambasciatrice del nostro cinema per Film Italia, fotografa e viaggiatrice eccellente, icona della Made in Italy, Marina Cicogna ha brillato per il suo genio nell’individuare talenti non conformi e ci ha regalato titoli da storia del cinema come L’uomo del banco dei pegni e Belle de jour, C’era una volta il West, Teorema, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, La classe operaia va in Paradiso, Mimì Metallurgico o Metti, una sera a cena. Un David di Donatello alla Carriera che siamo onorati di consegnare a una donna unica e visionaria”.

Con queste parole Piera Detassis, presidente dell’Accademia del Cinema Italiano ha annunciato nei giorni scorsi la scelta di conferire il Premio David di Donatello alla carriera a Marina Cicogna, già escritta dal New York Times come “la prima grande produttrice cinematografica italiana” e “una delle donne più potenti del cinema europeo.”

David di Donatello a Marina Cicogna, la produttrice del grande cinema italiano

A lei si deve la realizzazione di alcuni dei titoli più importanti della storia del cinema italiano. Marina Cicogna ha infatti lavorato con tanti mostri sacri della settima arte: da Sergio Leone (C’era una volta il West) a Lina Wertmuller (Mimì metallurgico ferito nell’onore, Film d’amore e d’anarchia), da Giuseppe Patroni Griffi (Metti, una sera a cena), a Pier Paolo Pasolini (Teorema, Medea). E ancora Vittorio De Sica (Lo chiameremo Andrea, Una breve vacanza), Francesco Rosi (Uomini contro) e Franco Zeffirelli (Fratello sole, sorella luna), fra gli altri.

Con Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri ha vinto il premio Oscar per il Miglior film straniero, il David di Donatello per il Miglior film e il Grand Prix Speciale della Giuria a Cannes. Sempre insieme a Elio Petri si è aggiudicata la Palma d’oro con La classe operaia va in paradiso

Rispondi