A Roma parte l’iniziativa Calice Sospeso, per aiutare le enoteche e i wine bar ma anche un gesto di solidarietà verso i più indigenti

C’è anche il Crash Roma tra i wine bar e le enoteche della Capitale che aderiscono al “Calice Sospeso”, l’iniziativa solidale promossa da Puntarella Rossa pensata per riservare un pensiero speciale ai propri clienti più affezionati in queste settimane di lockdown, ma anche e soprattutto per rispondere con un gesto concreto alle difficoltà economiche del settore della ristorazione, tra le attività commerciali senza dubbio più colpite dall’emergenza Covid-19.

Proprio come per il classico “caffè sospeso” della tradizione napoletana, con il calice sospeso è possibile aiutare economicamente le enoteche aderenti e chiuse ormai da settimane, acquistando una simbolica consumazione di vino ritrovandosi così un vero e proprio credito da poter utilizzare appena sarà possibile nuovamente andare al locale. A questo credito, inoltre, il wine bar aggiungerà un bonus omaggio di 5 euro che il cliente potrà spendere a partire da quello stesso giorno.

Ecco come funziona. Ci sono 3 opzioni di contributi: il Calice sospeso (10€), la Bottiglia Sospesa (25€) e la Cantina Sospesa (contributo libero oltre i 25€).

Per aderire all’iniziativa è sufficiente inviare una mail all’indirizzo puntarellarossawineclub@gmail.com indicando il nome del locale a cui destinare il contributo e la scelta della formula (calice, bottiglia o cantina). Dallo staff di Puntarella Rossa si riceveranno tutte le informazioni per effettuare il bonifico e degli esclusivi vantaggi come clienti che hanno voluto sostenere in modo attivo e concreto i wine bar e le enoteche aderenti.

“E’ un onore e una grande opportunità aderire come Crash Roma a questo virtuoso progetto – spiega il proprietario e fondatore Emiliano Locuratolo – In momento così difficile in cui all’emergenza sanitaria ha ben presto fatto seguito la stangata economica per noi imprenditori del settore food & drink, è sicuramente un segnale positivo e un sostegno concreto in attesa di poter riaprire le porte dei nostri locali e al tempo stesso ci permette di fare a nostra volta del bene ai chi ne ha più bisogno”.

“E poi, è un modo per sentirci ancora più vicini ai nostri clienti più affezionati – continua il giovane imprenditore – che anche grazie a questa iniziativa ci sentiamo di coccolare a distanza con i nostri prodotti e le nostre eccellenze, con lo stesso spirito con il quale nelle scorse settimane abbiamo inaugurato il nostro speciale servizio Delivery. Stiamo vivendo tutti un momento storico veramente difficile, ma quando tutto questo sarà passato il Crash Roma tornerà ad accogliere artisti, eventi, il calore della convivialità e il piacere dello stare insieme con ancora più entusiasmo”.

Continua infatti il servizio di consegna a domicilio del Crash Roma su Roma e in tutta Italia: un delivery che consegna rigorosamente a temperatura i migliori vini selezionati da un catalogo introvabile nella grande distribuzione e in continuo aggiornamento.

Con il Wine Delivery del Crash Roma si può inoltre usufruire anche di un esclusivo servizio di sommellerie personalizzato, richiedendo al momento dell’ordine (e in modo assolutamente gratuito) la consulenza dei sommelier del Crash, esperti professionisti del settore pronti a consigliare non solo il prodotto più adatto ma anche tutti i suggerimenti e le indicazioni per godere al meglio di questa straordinaria esperienza di tasting.

Insomma, anche nel mondo delle enoteche e dei wine bar ci si da da fare per fronteggiare l’emergenza, anche dando una mano ai meno fortunati. L’iniziativa ‘calice sospeso’ è un aiuto concreto a sostegno delle enoteche e wine bar di Roma, ma anche un grande gesto di solidarietà per i più indigenti. Con il Calice Sospeso lanciato da Puntarella Rossa, infatti, si partecipa anche alla raccolta fondi a favore di INTERSOS, l’organizzazione non governativa umanitaria e senza scopo di lucro che proprio sul territorio della Capitale si trova da tempo in prima linea per autare chi si trova senza casa e in difficoltà economica.

RispondiAnnulla risposta