amministrative 2021 candidati sindaco roma
Campidoglio

Con la presentazione delle liste inizia l’ultimo mese per la corsa al Campidoglio. Per le elezioni comunali di Roma 2021 si registra già un primo record: sono ben 22 i candidati che aspirano alla poltrona di primo cittadino. Anche se, la corsa vera, sarà a quattro, vediamo chi sono le donne e gli uomini che sognano il Campidoglio.

Comunali Roma: la vera corsa è a quattro

I principali candidati alla carica di sindaco di Roma sono quelli espressi dalle maggiori forze politiche del paese. La rosa dei pretendenti con più chance di conquistare il Campidoglio è infatti in realtà ridotta a quattro nomi.

Enrico Michetti è il candidato della coalizione di centro destra. L’aspirante sindaco si candida in ticket con una candidata prosindaco, la magistrata Simonetta Matone. Enrico Michetti è avvocato, nel curriculum vanta molte esperienze di consulenze alle pubbliche amministrazioni ed è conosciuto a Roma anche per i suoi interventi radiofonici dalle frequenze di Radio Radio.

Roberto Gualtieri è il candidato del centrosinistra. L’ex ministro dell’economia è uscito vincente dalle primarie ed è appoggiato nella sua corsa al Campidoglio da un’ampia coalizione che abbraccia un po’ tutte le anime della sinistra, da quella più movimentista a quella più moderata.

Virginia Raggi: la sindaca uscente ha annunciato già nell’agosto del 2020 l’intenzione di ricandidarsi per il secondo mandato. Sebbene la sua ricandidatura abbia inizialmente provocato un terremoto interno, oggi è la candidata del Movimento 5 Stelle e spera di proseguire il lavoro iniziato cinque anni fa.

Carlo Calenda è stato il primo dei candidati sindaco alle comunali di Roma 2021 a ‘scendere in campo’. A sostenere la corsa dell’ex Ministro dello Sviluppo Economico c’è il suo partito Azione, ma anche i renziani di Italia viva e Più Europa.

Comunali Roma, i 18 candidati sindaco oltre i big

Dietro i quattro contendenti più importanti ci sono ben altri 18 candidati sindaco, a capo di liste, gruppi e gruppuscoli che sognano di diventare primi cittadini della capitale. Ecco chi sono.

Alcuni sono già noti per il loro impegno e attivismo. E’ il caso della dottoressa Elisabetta Canitano, ginecologa che si batte da molti anni per i diritti delle donne con particolare impegno sull’applicazione della legge sull’aborto. Si candida a sindaco con la lista Potere al Popolo.

Corre da sola con la nuova lista REvoluzione anche Monica Lozzi, presidente del VII municipio e uscita con gran fracasso dal Movimento 5 Stelle.

Si candida alla poltrona di sindaco di Roma, con la sua lista, ‘Roma ti riguarda’, anche Paolo Berdini, noto urbanista e assessore- lampo della Giunta Raggi.

Ambisce a guidare la città anche Micaela Quintavalle, la pasionaria ex sindacalista e autista Atac che è la capolista del ‘Partito Comunista’ di Marco Rizzo.

In corsa anche Fabrizio Marrazzo, noto attivista per i diritti del mondo lgbtq+ che si candida come capolista del Partito Gay.

Cristina Cirillo è  invece candidata con il Pci, dal 2018 segretaria romana del Partito comunista.

Margherita Corrado, eletta coi 5S al Senato, passata al Misto, è candidata sindaco per la lista “Attiva Roma”.

Corre per il Campidoglio anche Franco Grisolia del Partito comunista dei lavoratori.

Altro candidato sindaco è Rodolfo Concordia segretario regionale della Dc nel Lazio.

In corsa per vincere le elezioni comunali di Roma, per l’Italia dei valori, anche Rosario Trefiletti, ex sindacalista e componente del Cnel.

Paolo Oronzo Magli è il candidato del Movimento politico Libertas. Cattolico e cristiano, ha 71 anni.

Fabiola Cenciotti pilota d’aereo, sposata e 2 figli, è candidata sindaco di Roma per il Popolo della Famiglia

Gilberto Trombetta punta al Campidoglio con la sua lista Riconquistare l’Italia. La sua candidatura è sostenuta da Vox e Italexit.

Gian Luca Gismondi avvocato, corre per l’Msi.

Luca Teodori è il candidato sindaco segretario del partito 3V,  anti vaccinista e contrario al Green Pass.

Sergio Iacomeni fondatore del Gruppo storico romano, è il candidato primo cittadino per la Lista Nerone

Infine, Giuseppe Cirillo, conosciuto anche come Dr. Seduction. Sessuologo, vuole conquistare la poltrona di primo cittadino della Capitale col Partito delle buone maniere.

Rispondi