willy monteiro

Stamattina a Paliano un madre e un padre daranno l’ultimo addio al loro figlio di 21 anni, strappato a questo mondo da una furia cieca e omicida nella notte di sabato scorso a Colleferro.

Ma la vicenda di Willy, il ragazzino coraggioso ucciso per difendere un amico e che abbiamo imparato a conoscere da una foto in cui sorride alla vita, ha commosso tutta Italia e i funerali del ragazzo, in programma oggi, non spengeranno si spera, l’onda di indignazione e commozione che la sua vicenda ha fatto crescere in questi giorni.

Oggi a Paliano ci sarà una celebrazione che per la volontà della famiglia sarà off limits per fotocamere, videocamere e smartphone, perchè la straziante fine di Willy è già stata esposta in ogni modo.

Una decisione in linea con il comportamento dignitoso e silenzioso che sinora hanno mantenuto i Monteiro. Mentre tutti intorno a loro hanno parlato, detto la loro, testimoniato, dichiarato, loro hanno sofferto in silenzio, ma a nessuno sfugge che i protagonisti delle tragedia sono proprio loro. E che non devono essere lasciati soli.

L’onda di solidarietà attorno alla famiglia di Willy è partita subito ed è cresciuta sempre di più. Le istituzioni si sono pronunciate per prime, oggi il presidente del consiglio sarà pesente al’ultimo saluto al ragazzino massacrato dal branco, la Regione Lazio ha annunciato quasi subito che si sarebbe fatta carico delle spese legali e sarebbe stata vicina alla mamma, al papà e alla sorella di Willy, ma molte sono anche le iniziative che si stanno moltiplicando dal basso.

Sulla piattaforma GoFoundMe è stata lanciata la raccolta fondi “Giustizia per Willy”. A crearla sono state Giulia, Linda e altri ragazzi che hanno conosciuto Willy a Paliano che spiegano:

“Abbiamo deciso di fare qualcosa in questa difficile e delicata situazione.  I fondi raccolti tramite questa campagna potranno essere prelevati solo e soltanto dalla famiglia di Willy. Entreremo in contatto con loro e li inviteremo a prelevare quando sarà possibile. Adesso vivono, come si può immaginare, una fase difficilissima. Noi vogliamo fare qualcosa, adesso, e vi invitiamo a donare per fare giustizia”.

Nel momento in cui scriviamo sono stati raccolti circa 3000€.

Solidarietà anche dalla capitale, dove viene lanciata una raccolta fondi dal Gruppo social del quartiere Trieste. A spiegare cosa lega questo territorio al dolore di Paliano, in un post è l’amministratore del gruppo facebook che scrive

“Willy Monteiro il ragazzo ucciso a Colleferro e’ il figlio della signora che da anni aiuta in casa diverse persone del nostro Quartiere, è una persona dolcissima e di enorme dignita’. La Signora Lucia appena arrivata in Italia e fino alla nascita dei suoi figli, ha lavorato per molti anni fissa presso un paio di famiglie di questo quartiere, che ama molto e conosce bene”.

Se voleste contribuire ad una donazione per la famiglia con causale: “Donazione in memoria di Willy – Gruppo Facebook Quartiere Trieste Salario II Municipio”, trovate le coordinate bancarie nel post del gruppo raggiungibile qui.

Rispondi