Home News CityLab971, la nuova vita dell’ex Cartiera Salaria

CityLab971, la nuova vita dell’ex Cartiera Salaria

348
0
citylab971

Grazie al progetto CityLab971, gli enormi spazi dell’ex Cartiera Salaria riprendono vita e vengono restituiti alla città, trasformandosi in un nuovo hub culturale. Porte aperte da sabato 15 giugno

Sono tanti gli spazi abbandonati e inutilizzati in ogni angolo della città. Moltissimi sono ex stabilimenti industriali in attesa di riqualificazione e di poter svolgere un ruolo del tutto nuovo nel territorio urbano. Per uno di questi, è venuto finalmente il momento di una nuova vita. Stiamo parlando dell’ex cartiera Salaria in via Salaria 971 che, da oggi, diventa uno spazio aperto ad attività creative, ludiche, culturali e torna a vivere proponendosi come uno spazio di incontro per il quartiere con il nome di CityLab971.

A fare il miracolo è Urban Value, una  società che dal 2009 si è specializzata nella realizzazione di progetti di rigenerazione e valorizzazione nel breve periodo di immobili in disuso o abbandonati, reduce dal successo di due importanti progetti di riqualificazione: il Prati Bus District e il Ragusa Off al Tuscolano.

La sfida, anche nel caso di CityLab971, è stata riuscire a restituire alla città di Roma l’ex Cartiera Salaria abbandonata da oltre dieci anni, con l’obiettivo di contribuire alla creazione di nuove opportunità e valore per il territorio.

L’ex Cartiera, situata in un contesto fortemente depresso in stato di abbandono da molti anni. Per i prossimi 3 anni, l’immobile di via Salaria 971 rinascerà come “CITYLAB 971”, attraverso un percorso che da oggi per i prossimi 12 mesi riattiverà gradualmente le varie aree dell’immobile, trasformandole in un versatile contenitore innovativo, culturale e sociale. Uno spazio urbano contemporaneo, dinamico e cosmopolita, pronto a contaminare stili, attività e linguaggi e a permettere al più ampio pubblico di riappropriarsene a beneficio della comunità e del territorio

Sviluppo culturale, musica, sperimentazione ed energie positive saranno i pilastri attorno ai quali, in un crescendo, nell’arco dei prossimi 3 anni, si andrà a costruire l’articolato calendario di attività che prenderanno vita nei nelle quattro aree principali dell’ex Cartiera: le corti (estate 2019), i padiglioni (autunno 2019), il corpo centrale (inverno 2019) e l’esterno (estate 2020).

In ciascuno di questi spazi, secondo l’ormai collaudato modello Urban Value,si alterneranno in modo sistematico attività temporanee sul successo delle quali verrà frammentato l’investimento per recuperare tutto l’immobile.

CITYLAB 971 si articola su 20.000 mq tra spazi interni ed esterni che accoglieranno i vari progetti per i tre anni di attività. La gestione dei contenuti sarà affidata a Visionart, società specializzata in eventi culturali e attività aperte al pubblico, che daranno spazio al maggior numero di attori rendendo il progetto estremamente inclusivo.

Molti sono i progetti già confermati, una parte dei quali come gli appuntamenti musicali presso le corti, l’avvio dell’Orto 2.0, Agorà, e l’Art District, prenderanno il via già dalle prossime settimane, seguiti poi nei mesi successivi dall’apertura di Itaca e dell’Arena Estiva la prossima estate.

I primi spazi a essere riattivati saranno le corti che a partire da sabato 15 giugno con il concerto de “Lo Stato Sociale” si trasformerà in una arena estiva e in uno spazio per incontri ma anche installazioni di visual art, eventi aziendali, aree ludiche, mercatini, festival, sport, fitness, fotografia.

Rispondi