Cinema: il film da vedere a maggio 2024

Bentornati con il nostro appuntamento mensile con il cinema e i film da vedere in sala a maggio 2024. Ecco le uscite da non perdere nel mese in cui, tra l’altro si celebra la “notte degli Oscar” del cinema italiano, ovvero i David di Donatello. Tanto per cominciare, come festeggerete la Festa del Lavoro?

Cinema a Maggio 2024 le nuove uscite in sala: Riccardo Scamarcio, Ryan Gosling e Garfield

Noi abbiamo da proporvi ben cinque uscite in questa giornata. Partiamo dal film di Gábor Reisz dal titolo Una spiegazione per tutto, uno spaccato profondo nelle contraddizioni nell’Ungheria di Orbàn; viene raccontato un paese diviso in due attraverso l’esame di maturità di un diciottenne che si conclude con uno scandalo.

Dal post-Nouvelle Vague caratteristico di questa pellicola passiamo alla commedia corale firmata da Simone Godano. Il regista di Moglie e Marito, Croce e delizia e Marylin ha gli occhi neri in questo nuovo Sei fratelli esplora le tensioni familiari di sei fratelli nati dallo stesso padre e da madri diverse. Una storia familiare e di crescita che vede protagonisti Riccardo Scamarcio, Adriano Giannini, Gabriel Montesi e Valentina Bellè.

La vita di Don José, un giovane brigadiere di servizio a Siviglia, viene sconvolta fatalmente dall’incontro con Carmen. Vi ricorda niente questo intreccio? Si tratta proprio della famosa opera lirica Carmen disponibile sul grande schermo grazie al lavoro del grande regista di opere liriche Damiano Michieletto.

Tratto dai fumetti di Jim Davis ritroviamo in sala il famoso gattone rosso pigro e innamorato delle lasagne.  Il 1° maggio, infatti, uscirà la nuova avventura di Garfield in Garfield – Una missione gustosa di Mark Dindal. Nella versione originale sarà accompagnato dalle voci di Chris Pratt e Samuel L. Jackson.

E poi con Ryan Gosling, Emily Blunt, Winston Duke e Aaron Taylor-Johnson troviamo in sala un bel film di azione che narra la storia di uno stuntman che si ritrova a indagare sul caso di una persona scomparsa. David Leitch, ex stuntman e regista tra i tanti titoli di John Wick, Atomica Bionda e Deadpool firma questo The fall guy che promette molto bene tra ironia e buone trovate.

Ecco scivolata di qualche giorno l’uscita del film di Valérie Donzelli. Ne Il coraggio di Blanche la regista intende raccontare una cronaca romantica che volge in inferno coniugale. I sentimenti, secondo Donzelli, sottendono una sentenza bellicosa. Il 2 maggio sul grande schermo questa pellicola francese con Virginie Efira, Melvil Poupaud, Dominique Reymond e Romane Bohringer.

Il 4 maggio invece saranno coinvolti al cinema tutti i tifosi del Napoli. Il documentario di Andrea Bosello Sarò con te riporta infatti il pubblico alla stagione calcistica 2022/2023, iniziata tra la diffidenza e il malumore dei tifosi velocemente trasformata in entusiasmo per una squadra costruita magistralmente e allenata con grande autorevolezza da Luciano Spalletti.

Il 6 maggio invece la Cineteca di Bologna ci offre la possibilità di vedere al cinema il personale e folgorante esordio di Sofia Coppola; parliamo de Il Giardino delle vergini suicide, che se ricordate narrava la storia di cinque sorelle fra i quindici e i diciannove anni vivono infelici, tormentate da genitori che credono di fare il loro bene; con James WoodsKathleen TurnerDanny DeVitoKirsten Dunst.

Il documentario Room 999 di Lubna Playoust, in sala il 6 maggio, è un’opera che parla di cinema: 30 registi hanno risposto a quesiti sulla settima arte durante l’edizione del 2022 del Festival di Cannes e in questo documentario ne vedremo i risultati. Con Olivier Assayas, Ali Cherri, Monia Chokri e Davy Chou.  

Maggio 2024 al cinema, i film più attesi: dal nuovo Pianeta delle Scimmie alla coppia Jessica Chanstain e Anne Hathaway

L’8 di maggio sono previste invece due uscite in sala, una dalla Francia e l’altra dagli Stati Uniti. Anche di questo titolo ne era prevista l’uscita ad aprile che è scalata appunto in questa nuova data: Le ravissement. La pellicola firmatada Iris Kaltenbäck è una delicata opera prima sul desiderio di maternità e la solitudine silenziosa e nascosta di tante donne; con Hafsia Herzi, Alexis Manenti, Nina Meurisse e Younes Boucif. E poi per la distribuzione Walt Disney esce il nuovo capitolo della saga de Il pianeta delle scimmie, che riprende molti anni dopo la conclusione del film del 2017 The War – Il pianeta delle scimmie. Il regno del pianeta delle scimmie di Wes Ball è con Freya Allan, Peter Macon, Owen Teague e Kevin Durand.

Il 9 maggio invece tenetevi pronti che ci sarà solo l’imbarazzo della scelta tra ben pellicole sul grande schermo. Partiamo dagli Stati Uniti con due film che ci terranno con il fiato sospeso: parliamo del thriller Mothers’ instinct e dell’horror La profezia del male. Nella prima pellicola, per la regiadi Benoît Delhomme, Jessica Chastain e Anne Hathaway sono al centro di un intenso thriller psicologico di influenza hitchcockiana. Nella seconda, per la regia di Spenser Cohen e con Avantika Vandanapu, Jacob Batalon, Olwen Fouere, Humberly González si narra di un gruppo di amici che viola incautamente la sacra regola della lettura dei Tarocchi, scatenando inconsapevolmente un male indicibile intrappolato nelle carte maledette.

Ci spostiamo in Europa per alcune produzioni tra Francia e Italia. Ne Il gusto delle cose si racconta la storia di Eugenie, stimata cuoca, e di Dodin, il raffinato gourmet con cui ha lavorato negli ultimi 20 anni. Una pellicola di Tran Anh Hung con Juliette Binoche, Benoît Magimel, Pierre Gagnaire e Jean-Marc Roulot  che segna una svolta nel sottogenere cibo-cinema.  Il mio posto è qui, di cui avevamo parlato già ad aprile, è un’opera prima che affronta con empatia i diversi aspetti della discriminazione. La regia è di Cristiano Bortone, Daniela Porto e nel cast troviamo Marco Leonardi e Ludovica Martino.

Sempre di produzione italiana vi segnaliamo il debutto di Filippo Barbagallo che guarda al cinema di Moretti e Di Gregorio. Troppo azzurro racconta indecisioni, timidezze, distrazioni e clamorose maldestrezze dei giovani. Con Filippo Barbagallo, Alice Benvenuti, Martina Gatti, Brando Pacitto, la pellicola si snoda tra ritmi pacati e momenti sospesi.

E poi il documentario di animazione firmato da Francesco Lettieri dal titolo Il segreto di Liberato. Si tratta di un film sul cantante omonimo che in questi anni è riuscito a mantenere l’anonimato.

Sempre mantenendoci in Europa parliamo della pellicola Fantastic machine con Elio Germano. Axel Danielson e Maximilien Van Aertryck portano sul grande schermo un documentario che si interroga sulle immagini stesse, un’opera che pone molte domande.

Due film drammatici invece in sala sono previsti entrambi il 13 maggio. L’odiodi Mathieu Kassovitz e Samad di Marco Santarelli. Kassovitz, che si è aggiudicato il premio per la regia al Festival di Cannes 1995, osserva la banlieue senza paura di sporcarsi le mani. Con Vincent Cassel da molti è considerato un vero e proprio capolavoro. Samadcon Mehdi Meskar, Vanessa Scalera, Roberto Citran e Pier Giorgio Bellocchio narra di un giovane musulmano che è diviso tra il senso di colpa per una vita sbagliata e il desiderio di cambiare.

Il 15 maggio invece uscirà il film in occasione del suo quarantesimo anniversario. Parliamo di Transformers – 40th Anniversary Event che riscopre la magia degli episodi classici della serie animata del 1984 arricchita da un esclusivo dietro le quinte.

I film al cinema a maggio: If, gli amici immaginari e Capitan Harlock

Il 16 maggio ci sono addirittura nove pellicole in uscita: partiamo dagli Stati Uniti con il film di animazione If – gli amici immaginari. La pellicola di John Krasinski racconta l’affascinante storia di una bambina e della sua capacità di vedere gli IF, cioè gli amici immaginari di tutte le persone. Il doppiaggio in italiano è di Ciro Priello e Pilar Fogliati

Tratto dal romanzo omonimo di Ottessa Moshfegh, William Oldroyd ci racconta di un’amicizia sbagliata. Eileen vede nel cast tra gli altri anche Siobhan Fallon Hogan, Anne Hathaway, Shea Whigham e Thomasin McKenzie.  Anne Hathaway questo mese la ritroviamo con ben due pellicole in uscita.

Il terzo titolo statunitense è Abigail, unfilm di Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett. In questo horror, thriller troviamo un gruppo di criminali che dopo aver rapito la ballerina figlia di un potente personaggio della malavita, si ritirano in una villa isolata, ignari di essere rinchiusi all’interno senza una bambina normale. Con Kathryn Newton, Dan Stevens, Kevin Durand e Giancarlo Esposito.

Tre i titoli italiani: il primo, Una storia nera di Leonardo D’Agostini, è tratto dal libro di Antonella Lattanzi e narra di una vicenda che si svolge a Roma, il 7 agosto 2012. Il giorno dopo la festa di compleanno della figlia minore, di Vito Semeraro si perdono tracce. Vito è separato dalla moglie Carla e dopo questa cena per festeggiare la figlia scompare nel nulla. Nel thriller Laetitia Casta, Cristiana Dell’Anna e Andrea Carpenzano.

Sempre dall’Italia Metamorphosis di Michele Fasano, liberamente ispirato a “La conferenza degli uccelli” di Farid al-Din ‘Attar, è una storia di amore universale per la pace nel mondo.

E poi troviamo il nuovo film di The Damned di Roberto Minervini. Selezionato nel concorso di Un certain Regard al Festival di Cannes questa pellicola è untitolo di finzione, storico, in costume ma che non sacrifica il realismo, l’immediatezza e l’intimità. Con Cuyler Ballenger, Jeremiah Knupp, René W. Solomon e Noah Carlson.

Ci spostiamo in Francia con un film drammatico e uno biografico. Niente da perdere di Delphine Deloget parla di una donna che perde la custodia di un figlio ma è decisa a vincere la battaglia legale. In questa opera immersiva, immediata e urgente ci accompagnano Virginie Efira, Arieh Worthalter, India Hair e Félix Lefebvre.

E poi scopriamo Ritratto di un amore, sempre in uscita il 16 maggio, in cui Provost esplora il rapporto tra il pittore francese Pierre Bonnard e la sua compagna di una vita e musa per eccellenza, protagonista di un terzo dei suoi dipinti, Marthe de Méligny; una coppia che ha saputo trasformare il proprio vissuto in arte. La pellicola è interpretata da Cécile De France, Stacy Martin, Vincent Macaigne e Anouk Grinberg.

E poi c’è  One for the road  di Nattawut Poonpiriya. Premiato al Sundance narra la vicenda di un boss che riceve una telefonata dal suo amico Aood, in Thailandia, il quale gli rivela di essere malato di cancro.

Si tratta di unmélo che omaggia Wong Kar-wai con Thanapob Leeratanakajorn, Ice Natara, Chutimon Chuengcharoensukying e Violette Wautier.  

Il 20 maggio in sala il filmdi Tomoharu Katsumata, Capitan Harlock – L’arcadia della mia giovinezza racconta le origini di Capitan Harlock, prima di diventare l’ultimo dei pirati.

Mad Max e il Vangelo secondo Maria

Sette i film in uscita il 23 maggio. Partiamo dall’Italia con diversi titoli interessanti: Girasoli, Vangelo Secondo Maria e Io il secco. Il film di Catrinel Marlon ambientato negli anni ’60, racconta di un amore impossibile tra due ragazze nato per caso tra le mura di un ospedale psichiatrico con Gaia Girace, Monica Guerritore, Pietro Ragusa, e Mariarosaria Mingione.

Vangelo Secondo Maria vede il ritorno all’opera di Paolo Zucca con Benedetta Porcaroli, Alessandro Gassmann, Andrea Pittorino e Lidia Vitale. A quarant’anni dall’uscita del libro di Barbara Alberti, questo film racconta Maria non più come spettatrice, ma come coraggiosa artefice della propria esistenza. In questa pellicola Zucca intende denunciare la scomoda e secolare realtà della misoginia.

E il terzo film italiano in uscita in questa data è l’esordio di Gianluca Santoni. Con Andrea Lattanzi, Francesco Lombardo, Barbara Ronchi e Andrea Sartoretti si racconta la storia di un bambino che chiede aiuto a un innocuo sbandato per poter salvare sua madre dalle violenze del padre. Una storia di violenza domestica raccontata ad altezza di minore. Un esordio originale e promettente.

Ci spostiamo poi in Francia dove Jean-Baptiste Durand ci narra come in un piccolo paese a Sud della Francia, due amici d’infanzia vedono le loro abitudini e il loro rapporto perturbati dall’arrivo di una ragazza. Chien de la casse è con Raphael Quenard, Dominique Reymond, Anthony Bajon e Galatéa Bellugi. Sempre dalla Francia ma dai toni decisamente diversi sul grande schermo troviamo Daaaaaali! di Quentin Dupieux. È l’incontro sorprendente tra un giornalista francese e Salvador Dalí, una bizzarra vignetta di invenzioni umoristiche in omaggio a Salvador Dalí con Anaïs Demoustier, Pierre Niney, Romain Duris e Gilles Lellouche.

E poi abbiamo due grandi ritorni. Quello del regista portoghese Miguel Gomes con Grand Tour con Jani Zhao, Gonçalo Waddington, João Pedro Vaz e Teresa Madruga per Lucky Red e quello della famosa saga di Mad Max con Furiosa – A mad max sagadove ad interpretare la giovane guerriera Furiosa che neiprecedenti film era interpretata da Charlize Theron come protagonista, vede ora Anya Taylor-Joy, l’attrice diventata celebre per la serie La regina degli scacchi. E’ l’atteso ritorno all’iconico mondo distopico che il pluripremiato e geniale filmmaker George Miller ha creato più di 30 anni fa, con gli emblematici film di “Mad Max” con Chris Hemsworth, Yahya Abdul-Mateen II e Nathan Jones.

I migliori film da vedere al cinema a maggio 2024

E siamo arrivati a fine mese, cinque i titoli offerti per una programmazione del 30 maggio tutta internazionale. Partiamo dal Giappone con il film di animazione di Susumu Mitsunaka Haikyu!! The Dumpster Battle in sala in occasione deldecimo anniversario della celebre serie anime sul mondo della pallavolo in cui continuerà la sfida tra i rivali più amati dai fan, Karasuno e Nekoma.

Dalla pallavolo ci spostiamo alla musica con un grande classico del 1998 restaurato anche questo dalla Cineteca di Bologna. Parliamo del documentario musicale di Wim Wenders Buena vista social club con Ry Cooder, Ibrahim Ferrer, Compay Segundo, Omara Portuondo, Eliades Ochoa. In questa pellicola del 1999 il musicista Ry Cooder, invitato dal regista, va alla scoperta dei musicisti del Buena Vista Social Club di Havana.

Dall’atmosfera cubana passiamo a quella nostrana con una trasposizione teatrale. Per la regia di Luca Barbareschi c’è The Penitent dall’omonimo testo teatrale di David Mamet; si narra la storia di uno psichiatra che vede deragliare la sua carriera e la sua vita privata dopo essersi rifiutato di testimoniare a favore di un ex paziente violento ed instabile che ha causato la morte di diverse persone; nel cast Luca BarbareschiAdam JamesAdrian LesterDouglas Dean.

Anche al centro di Vincent deve morire di Stéphan Castang si racconta di problematiche mentali. Un uomo è perseguitato ed è costretto a cambiare vita. Si tratta di un racconto paranoico ed esilarante di produzione franco belga, una metafora della violenza post pandemia. Con Karim Leklou, Vimala Pons, François Chattot e  Karoline Rose Su. 

E concludiamo questa nostra carrellata mensile con la pellicola firmata da Cédric Kahn, un’opera asciutta e tesa il cui protagonista è un uomo che viene condannato per quattro rapine. Si dichiara innocente per una delle accuse e il suo caso diventa mediatico.  Il caso Goldman ècon Arieh WorthalterArturo HarariMaxime CanatJeremy Lewin.

Vi ringraziamo come sempre per la vostra attenzione e vi diamo appuntamento per il prossimo mese!


RispondiAnnulla risposta