Da stasera in tv vedremo la giovane attrice Chiara Bordi al fianco di Raoul Bova, tra i protagonisti della nuova fiction di Canale 5 I Fantastici 5, ambientata nel mondo dello sport paralimpico. Ma il pubblico italiano ricorda bene Chiara Bordi che, nel 2018 fu la prima ragazza amputata di una gamba a partecipare a Miss Italia, sfilando e arrivando a un passo dalla vittoria del titolo di reginetta.

Ma chi è Chiara Bordi che interpreta il ruolo di Laura nella nuova fiction di Canale 5 con Raul Bova I Fantastici 5? Scopriamo di più su di lei.

Chiara Bordi: l’incidente, la nuova vita e l’impegno per l’inclusione dell’attrice della fiction I Fantastici 5

Chiara Bordi nasce a Tarquinia in provincia di Viterbo nel settembre del 2000 e quando non ha ancora compiuto 13 anni la sua vita cambia totalmente. Dopo un grave incidente in motorino si risveglia in ospedale e deve accettare che, per salvarle la vita, i medici hanno dovuto operarla e amputarle la gamba sotto al ginocchio.

Da quel momento la giovanissima  Chiara deve intraprendere un percorso di accettazione del suo corpo così cambiato e affrontare una vita tutta nuova, dove nulla è come prima. Dopo quasi due mesi in ospedale, il ritorno a casa non è facile, e lei ha raccontato in diverse interviste, di essersi presto resa conto che ogni più piccola cosa era diventata una sfida e che il percorso per ritornare a vivere pienamente è stato portato avanti con il tempo e la determinazione a riprendersi la vita.

Pochi anni dopo questa svolta della sua esistenza, l’Italia conosce Chiara Bordi perché partecipa a Miss Italia. E’ il 2018, Chiara diventa maggiorenne durante la finale del concorso di bellezza che la vede arrivare tra le finaliste. Bellissima e sorridente, sfila su tacchi e protesi e si fa ammirare dal pubblico per fascino e spirito. Già nelle interviste rilasciate in occasione del concorso per l’elezione della più bella d’Italia, Chiara Bordi ha un’idea precisa del significato da dare alla sua presenza, vuole infatti trasmettere a chi la segue un corretto racconto della disabilità per abbattere pregiudizi e usurati stereotipi.

Stessa cosa accade quando Chiara Bordi viene scelta per entrare nel cast di una delle serie tv di maggior successo degli ultimi anni, rivolta in particolare ai giovanissimi, ovvero quel fenomeno realizzato per Prime Video chiamato Prisma, la cui prima stagione è stata, oltre che seguitissima anche premiatissima, e di cui pare ora in lavorazione un secondo capitolo.

Il ruolo di Laura nella fiction Fantastici 5 con Raoul Bova: “ Sento responsabilità di raccontare nel modo giusto la disabilità”

La cosa che sembra stare più a cuore a Chiara Bardi, l’attrice che interpreta Laura nella fiction I Fantastici 5 è contribuire a una corretta rappresentazione della disabilità, fondamentale per l’abbattimento di pregiudizi e stereotipi e per una reale conoscenza e coscienza della diversità come ricchezza.

Lo ribadisce anche in occasione della presentazione della fiction di Canale 5 con Raoul Bova che racconta le vicende di un centro sportivo dove si allenano atleti paralimpici. “Quando abbiamo iniziato a parlare di questa serie ero un po’ titubante, e sono stata un po’ tosta sul come raccontare e rappresentare la disabilità, perché a volte i personaggi con disabilità vengono elevati ad eroi e fonti di ispirazione, ma la realtà non è quella. Ci sono anche disabili antipatici, come si vede anche nei Fantastici 5.“ ha raccontato l’attrice ai giornalisti. “Per me fare parte di questa serie è motivo di orgoglio. Sento la responsabilità. Quando mi è successo l’incidente avevo 13 anni e penso che se in quel momento della mia vita avessi visto un’attrice con disabilità in tv mi sarei resa conto prima che avrei potuto fare anche io il lavoro che sognavo. Sarebbe stato tutto diverso e io spero che anche solo una persona con disabilità che guarderà questa fiction penserà: “allora posso farlo anche io!”

Questo suo impegno per una rappresentazione realistica e inclusiva del mondo della disabilità e per l’abbattimento degli stereotipi l’ha anche portata a fondare, mesi fa, l’associazione Bionic Person con cui gira le scuole per fare informazione e formazione su questi importanti temi.

Sicuramente il suo lavoro di attrice è già un prezioso esempio fattivo del fatto che i finti pietismi sono del tutto fuori luogo nel racconto di quel mondo, così come le esaltazione retorica. Chiara Bordi è una ragazza che vive, combatte, si impegna, lavora e cerca di assaporare l’esistenza come qualsiasi altra coetanea e la sua Laura, il personaggio che interpreta nella fiction I Fantastici 5, non piange mai quando racconta il suo passato, ma solo quando spiega la nascita della sua grande passione per l’atletica che poi diventerà totalizzante, fino a essere un obiettivo di vita.

RispondiAnnulla risposta