cashback

Dopo la prima fase sperimentale, che ha visto più di qualche intoppo, durante il periodo delle feste, è partito finalmente il cashback nella sua versione standard.

Attivo dal 1 gennaio, si concluderà il 30 giugno del 2022 e i rimborsi arriveranno a scadenza semestrale.

Come funziona il cashback

In pratica verrà  riconosciuto un rimborso pari al 10% di quanto speso dal consumatore fino a un massimo di 1500 euro ogni sei mesi. La condizione essenziale è che  si registrino almeno 50 operazioni tramite moneta elettronica per ogni semestre, a prescindere dall’importo speso. Ogni pagamento sarà considerato fino ad un massimo di 150 euro.Il rimborso massimo non supererà la cifra di 300 euro in un anno.

Oltre al cashback ordinario è previsto un supercashback. Il supercashback è un rimborso di 1.500 euro destinato ai 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless in quel semestre.

Per fare tutto questo bisogna essere maggiorenni, residenti in Italia, scaricare l’AppIo, registrarsi e registrarvi le proprie carte di pagamento e le proprie coordinate IBAN.

Sono escluse dal cashback le operazioni di pagamento su internet.

Inoltre, contestualmente al cashback dal 2021 parte anche una Lotteria degli Scontrini. Gli scontrini collegati ai normali acquisti effettuati con carte e app di pagamento genereranno automaticamente biglietti virtuali della Lotteria degli scontrini,  che potranno far vincere premi a chi acquista e agli esercenti che li hanno emessi.

Si tratta di una lotteria nazionale gratuita che prevede estrazioni settimanali, mensili e annuali.

Obiettivo: cashless

Tutta l’operazione cashback è da inquadrare nella volontà di disincentivare l’uso del contante (l’obiettivo di chiarato è infatti quello del cashless), e di spingere invece all’uso della moneta elettronica e dei pagamenti tracciabili come strumento di lotta all’evasione fiscale.

Nel periodo sperimentale del cashback di Natale, moltissimi sono stati i problemi concreti e di funzionamento, relativi soprattutto alla app IO. Vedremo se con il 2021 l’iniziativa avrà successo e aiuterà i consumatori ad acquisire l’abitudine a pagare con gli strumenti elettronici e ad abbandonare progressivamente il contante.

Altre informazioni le trovate sul sitohttps://www.cashlessitalia.it/

Rispondi