Home Arte LE VEDUTE RAZIONALI E ROMANTICHE DI CANALETTO IN MOSTRA

LE VEDUTE RAZIONALI E ROMANTICHE DI CANALETTO IN MOSTRA

1982
0
canaletto

In occasione del 250° anniversario della morte di Giovanni Antonio Canal, più noto come Canaletto, da oggi e fino al 19 agosto il Museo di Roma Palazzo Braschi ospiterà Canaletto 1697-1768, una grande retrospettiva che ripercorre la personalità e la creatività del pittore veneziano che rivoluzionò ed innalzò il genere della veduta, arrivando al successo internazionale, e considerato tra i più celebri artisti del Settecento europeo.

“Palazzo Braschi, questo splendido edificio del ‘700, è perfetto per esporre Canaletto perché ci fa entrare nello spirito della sua epoca.” Ne è convinta la curatrice della mostra Bozena Anna Kowalczyc. “Dipinto dopo dipinto, l’esposizione ripercorre la vita artistica di Canaletto, raccontando i passaggi dalla giovinezza, alla maturità, al successo internazionale, fino agli ultimi anni, quando cade in miseria. Di questo straordinario artista vengono messi in luce sia il lato razionale che quello romantico e poetico.”

La mostra, divisa in otto sezioni, è il più grande nucleo di opere del celebre vedutista veneziano mai esposto in Italia e ospita più di sessanta capolavori provenienti da alcuni dei più importanti musei del mondo: tra queste il magnifico Bucintoro di ritorno al Molo il giorno dell’Ascensione del Museo Pushkin di Mosca e due opere della Pinacoteca Gianni e Marella Agnelli di Torino, Il Canal Grande da nord, verso il ponte di Rialto e Il Canal Grande con Santa Maria della Carità, esposti per la prima volta assieme al manoscritto della Biblioteca Statale di Lucca che ne illustra le circostanze della commissione e della realizzazione.

“Canaletto esordì come scenografo” prosegue la curatrice Bozena Anna Kowalczyc “ma durante un viaggio a Roma in giovane età rimase folgorato dalle rovine antiche, divenendo vedutista. Le sue prime tele sono capricci archeologici, impetuose composizioni di fantasia con cui da subito dà prova del suo genio artistico e che dimostrano tutto l’interesse del pittore per la Roma antica, elemento costante di tutta la sua carriera artistica.”

Alle vedute di Roma di Canaletto è infatti dedicata una ricca sala di prestiti eccezionali provenienti da collezioni private e dal Museo di Cincinnati(USA).

“Diventa poi presto un astro nascente della pittura veneziana, quindi arriva il successo internazionale grazie alle commissioni degli ambasciatori stranieri e l’entusiasmo dei turisti inglesi del Grand Tour per le sue vedute veneziane. Nelle sue tele conquistava la realtà attraverso una notevole quantità di dettagli architettonici e di vita quotidiana che riproducevano una realtà topografica solo apparente: con le sue opere, da artista sensibile qual’era, catturava la realtà trasformandola con la fantasia.”

Anche quando si recò in Inghilterra reagì ad una civiltà con una luce ed un’architettura differente sperimentando e ricreando secondo la propria visione quello che vedeva. Il suo stile mutò e molti quadri furono considerati falsi, così Canaletto fu costretto a discolparsi con gli annunci sulla stampa.

E poi, è la prima volta che in una stessa mostra vengono riunite le due parti del Chelsea da Battersea Reach, un’unica ampia tela raffigurante una veduta del Tamigi con alcuni edifici di Chelsea ed un romantico cielo rosato, tagliata prima del 1802: la parte sinistra proviene da Blickling Hall, National Trust, Regno Unito, quella destra dal Museo Nacional De Bellas Artes de la Habana, eccezionalmente concessa in prestito dal governo cubano.”

La mostra Canaletto 1697-1768 sarà aperta al pubblico dall’11 aprile al 19 agosto 2018 il Museo di Roma Palazzo Braschi a Piazza Navona.

Biglietto “solo mostra”: intero € 11; ridotto € 9;

Speciale Scuola € 4 ad alunno (ingresso gratuito ad un docente accompagnatore ogni 10 alunni);

Speciale Famiglia: € 22 (2 adulti più figli al di sotto dei 18 anni)

Biglietto integrato Museo di Roma + Mostra (per non residenti a Roma): intero € 17; ridotto: € 13

Biglietto integrato Museo di Roma + Mostra (per residenti a Roma):
intero € 16; ridotto € 12

 

Rispondi